IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Approfondimenti > Comfort abitativo, risparmio energetico e sicurezza antisismica, tre temi e una scelta da compiere

Comfort abitativo, risparmio energetico e sicurezza antisismica, tre temi e una scelta da compiere

Realizzato in collaborazione con:
Logo BIOISOTHERM

Edifici nZEB (nearly Zero Energy Buildings - edifici ad energia quasi zero) in ICF made of NEOPOR e calcestruzzo armato

Richiedi informazioni

Da gennaio 2020 dovranno essere costruiti edifici ad altissima prestazione energetica,  nei quali il fabbisogno energetico sia molto basso o quasi nullo.

La Bioisotherm ha deciso di anticipare di 6 anni l’applicazione delle nuove regole per costruire immobili che siano stati progettati e vengano costruiti con i migliori prodotti presenti sul mercato e le tecnologie più avanzate, per garantire un eccellente comfort abitativo, una completa protezione degli effetti del terremoto e, soprattutto bassissimi costi di energia e di manutenzione futura.


Caratteristiche

  • Strutture in cemento armato per dare solidità e protezione
  • Coibentazione e isolamento termico per un totale comfort abitativo e per il risparmio sui consumi: la più grande e prima fonte di energia è quella che non viene consumata
  • Pannelli fotovoltaici per trasformare l’energia del sole e rispettare l’ambiente
  • Pannelli solari-termici ad altissima efficienza per alimentare l’impianto di erogazione dell’acqua sia per la caldaia che per il bagno
  • Isolamento acustico per una completa privacy casalinga
  • Ventilazione e riciclo dell’aria per una garantita salubrità degli spazi di vita
  • Serramenti  di ultima generazione
  • Finiture di alto livello personalizzabili

Tra l’innovazione tecnologica e la sostenibilità ambientale, si crea sempre più armonia soprattutto quando si parla di costruzione di immobili. Per poter realizzare il sogno di acquistare una casa propria si è disposti a fare molti sacrifici ma, per essere soddisfatti del proprio investimento, è necessario vivere in modo confortevole nella propria abitazione.
In questi anni in cui la bioedilizia è stata promossa come unico sistema possibile a livello ambientale (ma non certo a livello economico), il sistema costruttivo a secco BIOISOTHERM, riporta il cemento a livelli di sostenibilità paragonabili a quelli della più sofisticata tecnologia costruttiva del legno.


SISTEMA BIOISOTHERM. Solido come una roccia, ecologico più del legno.
Guscio termoacustico. L’adozione generalizzata su tutte le pareti e sui soffitti di un rivestimento a secco, un “guscio”, completamente separato dalle strutture murarie e dagli impianti dell’edificio, è la migliore soluzione progettabile per ottenere un eccellente isolamento termico ed anche acustico. In questo modo ogni singolo locale risulta essere perfettamente isolato termicamente ed acusticamente.
Grazie al guscio, tutte le pareti hanno sempre una temperatura molto vicina a quella dell’ambiente che delimitano, evitando quindi effetti radianti indesiderati (radiazione fredda d’inverno e calda d’estate) e garantendo un assoluto comfort ambientale.

I dati rilevati registrano livelli di abbattimento dei rumori percepiti dall’uomo, otto volte superiori rispetto ai valori ottenibili con le tradizionali tramezze intonacate.
Un altro indicatore per valutare i vantaggi di queste attenzioni progettuali è dato dal consumo di energia per metro quadro di appartamento. Negli alloggi del patrimonio edilizio esistente, per mantenere condizioni di comfort termico, sono necessari 15/20 litri di gasolio per metro quadro all’anno. Con le soluzioni Bioisotherm i litri scendono a 3, con un risparmio del 75%.


Separazione tra l’esterno e l’alloggio. Le murature che separano l’alloggio dall’ambiente esterno garantiscono un perfetto isolamento termoacustico. Le murature, di tipo multistrato, presentano un paramento esterno in polistirolo (spessore variabile), uno strato interno in Cemento Armato portante (16,5 cm.), un paramento interno in polistirolo (spessore variabile), una seconda coibentazione realizzata dall’elemento naturale per eccellenza, l’Aria (2,5 cm.) e successivamente una “controparete a secco”, Biogips, fissata su apposita struttura metallica zincata.

Le soluzioni progettuali adottate prevedono l’isolamento dei “ponti termici”, ossia i punti di contatto degli elementi strutturali dell’edificio con l’esterno. Termografie effettuate in opera evidenziano come questa soluzione permetta di ottenere performance isolanti di altissimo livello energetico, risultati termici ed acustici di rilievo, ed un’elevatissima resistenza anti-sismica agli edifici, grazie all’utilizzo del Cemento Armato come elemento portante.


Vantaggi del sistema BIOISOTHERM progettato per il comfort e il benessere

Il Sistema Costruttivo a secco BIOISOTHERM, con una struttura portante in cemento armato isolato, prevede una finitura interna con le lastre in gesso fibrorinforzato Biogips.

 Il costo è sì paragonabile a quello dei sistemi costruttivi tradizionali, ma le performances termico-acustiche sono superiori del 200%.

 

Andiamo a vedere nello specifico, ogni singolo vataggio.

Ecosostenibilità
E’ opinione diffusa che le costruzioni in legno siano ecosostenibili perchè gli alberi si possono ripiantare, ma l’uso massiccio di legname può mettere a repentaglio il ricambio naturale delle foreste. Chi utilizza il sistema BIOISOTHERM in questo senso costruisce ad impatto ambientale zero e con estrema attenzione al deforestamento.

Solidità e sicurezza antisismica
Il cemento armato offre solidità e durevolezza nel tempo essendo una roccia artificiale la cui resistenza aumenta con il passare degli anni. Resiste al fuoco, perché il calcestruzzo è ignifugo ed è antisismico perché la sua armatura ne conferisce resistenza alla trazione e lo rende il materiale più adatto per la costruzione di edifici antisismici.

Isolamento termico-acustico
La specifica struttura che contraddistingue questo nuovo sistema costruttivo e l’uso sapiente di materiali innovativi, garantiscono un ottimo isolamento termico e acustico e il mantenimento di temperature costanti (risultato non raggiungibile con i sistemi tradizionali).

Manutenzione
Contrariamente ai sistemi costruttivi in legno, il cemento armato in condizioni di ambiente non aggressivo, non richiede manutenzione e resiste anche migliaia di anni senza subire degrado o danneggiamento (maggior risparmio nel tempo).

Flessibilità progettuale e di modifica
Il sistema costruttivo BIOISOTHERM non è basato sull’utilizzo di strutture prefabbricate o pannelli predefiniti. Questo permette una maggiore flessibilità di progettazione e di modifica anche in fase di cantiere, per adattare ogni dettaglio alle esigenze specifiche del proprietario.

Servizio chiavi in mano: riduzione dei costi e dei tempi di consegna
BIOISOTHERM con il suo staff e le imprese partner
offre un servizio completo: progettazione, realizzazione, coordinamento dei fornitori e direzione lavori. Con un referente unico in loco e l’utilizzo di fornitori affidabili e conosciuti, ogni fase del lavoro diventa più snella e veloce, si riducono notevolmente i costi e la casa è pronta in non più di nove mesi.


 

BIOISOTHERM. Un sistema in classe A++++++

 

 

La classificazione energetica attribuisce agli edifici una classe di appartenenza sulla base di quanta energia combustibile o elettrica viene consumata ogni anno per metro quadro di superficie. Un edificio in classe A consuma meno di 30 kWh/mq annuo, cioè meno di 3 litri di gasolio/mq all’anno.

Di seguito i principi costruttivi e gli accorgimenti progettuali attuati da BIOISOTHERM per realizzare una casa ad alta efficienza energetica:

  • pannelli solari per la produzione di acqua calda termo-sanitaria e l’integrazione del riscaldamento
  • ventilazione controllata per il ricambio continuo dell’aria e il recupero di calore dall’energia termica contenuta nell’aria esausta
  • impianti di riscaldamento che funzionano a bassa temperatura come i pannelli radianti a pavimento, a soffitto o  a parete
  • recupero dell’acqua piovana e reinserimento nell’impianto idraulico per tutti quegli usi diversi dai potabili
  • isolamento termico e acustico ottimale sia dell’involucro che delle aperture per bloccare ciò che proviene dall’esterno (calore e rumore) e contenere ciò che si produce all’interno
  • la minimizzazione dei fenomeni dispersivi causati  dai  ponti termici (punti deboli della struttura in cui aumenta la trasmittanza e l’energia si disperde dall’interno verso l’esterno) tramite il trattamento accurato dei punti critici: soglie, serramenti, davanzali, angoli e balconi.

 

 

Richiedi informazioni

Consiglia questo approfondimento ai tuoi amici

Commenta questo approfondimento

Le ultime notizie sull’argomento
21/07/2017

Polo deccellenza made in Italy a Nairobi

In via di realizzazione a Nairobi un centro ospedaliero d’avanguardia realizzato in una zona green nel rispetto dell’ambiente     E’ stato presentato nei giorni scorso l’East African Kidney Institute Centre of Excellence ...

20/07/2017

Riqualificazione efficiente secondo il protocollo CasaClima R

Il progetto vincitore del concorso Viessmann 2016 per la riqualificazione energetica e il miglioramento del comfort abitativo interno di un edificio a Riccione       Lo Studio Tecnico Associato Newton è stato premiato lo ...

20/07/2017

Tour Marachre, per una banlieue a filiera corta

A pochi chilometri da Parigi l'innovativa doppia fattoria verticale autosufficiente dal punto di vista energetico.     E’ il 2015 quando a Parigi si firma l’accordo COP 21 sulla riduzione del surriscaldamento globale. Se da ...

18/07/2017

Nuovo skyline per Lodi con Torre Zucchetti

L'ormai ex Pirellino rinasce più eco-friendly che mai     In occasione della tanto attesa inaugurazione, si torna a parlare di Torre Zucchetti, la nuova futuristica impresa di Marco Visconti. Realizzato con la collaborazione di MAP ...

14/07/2017

Per le situazioni di emergenza la casa rinnovabile e autosufficiente

LIFEHAUS è un progetto che sviluppa abitazioni neutrali a basso consumo energetico e autosufficienti, partendo da materiali di riciclo.
     L'architetto libanese Nizar Haddad ha realizzato il progetto LIFEHAUS ovvero ...

13/07/2017

Piazza Gae Aulenti: il belvedere si tinge di green

piuarch vuole un tetto verde per il Porta Nuova Building.       Con un po' di ritardo rispetto ai colleghi europei, anche la capitale meneghina da qualche tempo ripensa lo sviluppo urbanistico in altezza e senza più freni. Palazzo ...

12/07/2017

Casa Smart Plus a emissioni quasi 0

Un sistema costruttivo innovativo che assicura contenimento dei consumi, risparmio in bolletta e utilizzo esclusivo di energie rinnovabili     Presentato recentemente a Casale sul Sile, in provincia di Treviso, il primo cantiere aperto Casa ...

12/07/2017

Eco-villaggio sostenibile H20S in Senegal

Nasce l’eco-villaggio progettato dallo studio veneziano TAMassociati all’insegna dell’ecologia e dello sviluppo comunitario.       In un territorio come quello africano desertificazione ed emigrazione sono solo alcuni dei ...