IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Approfondimenti > Costi e benefici del fotovoltaico

Costi e benefici del fotovoltaico

Realizzato in collaborazione con:
Logo GIFI
Costi e benefici del fotovoltaico

Energie rinnovabili, efficienza energetica e mercato del fotovoltaico

Alla luce dei recenti sviluppi normativi e dell'attuale dibattito sull'emanazione del V Conto Energia, mettere in discussione il sostegno alle fonti rinnovabili in generale ed al fotovoltaico in particolare sarebbe un errore strategico. Rischieremmo di uscire dal settore delle rinnovabili proprio adesso che a livello internazionale il trend di sviluppo sembra inarrestabile con circa 260 Miliardi di dollari investiti nel settore nel 2011. Per tale motivo appare anacronistico il ricorso ad argomentazioni strumentali e di parte, volte a sottolineare esclusivamente i costi per il Paese senza evidenziare gli enormi benefici. Una visione miope che mortificherebbe l'industria nazionale con la sua capacità innovativa aumentandone la disoccupazione.
Per contro invece è necessario sottolineare fattori fondamentali per la ripresa economica del Paese quali l'incremento del prodotto interno lordo, l'aumento del gettito fiscale, l'aumento dell'occupazione, la diminuzione del picco giornaliero della domanda energetica e il miglioramento della bilancia commerciale. Tutto questo senza mai dimenticare i benefici sull'ambiente e sulla salute in termini di riduzione delle emissioni nocive ma anche in termini economici seguendo le direttive europee che devono essere rispettate pena sanzioni. È questo lo scopo principale del presente documento.
Bisogna cambiare paradigma e passare dall'approccio di chi vede il tema rinnovabili come problema da risolvere ad un'enorme opportunità da cogliere senza esitazioni. Possiamo accelerare il processo di diffusione dell'energia fotovoltaica integrandola in un discorso più ampio di energie rinnovabili ed efficienza energetica ed è fondamentale sottolineare come questa integrazione possa permettere anche l'alleggerimento del costo delle bollette elettriche degli italiani. Questo potrà avvenire solo attraverso il passaggio da un sistema elettrico centralizzato ad un sistema basato sulla generazione distribuita ed articolato che alimenti le "smart grid". In tale sistema tutte le fonti energetiche avranno la possibilità di competere avendo come effetto finale quello dell'abbassamento del costo dell'energia a vantaggio della collettività, aziende incluse.
 
Contesto internazionale
Il principale strumento legislativo comunitario per la promozione delle Fonti Energetiche Rinnovabili (FER) è la Direttiva Europea 2009/28/CE sulla base della quale ogni Paese Membro ha presentato a Bruxelles un National Renewable Energy Action Plan - NREAP (Piano d'Azione Nazionale - PAN) nel quale esplicitare gli obiettivi minimi da qui al 2020 in materia di sviluppo delle FER. Gli obiettivi presentati dall'Italia per quanto riguarda il fotovoltaico sono oramai decisamente superati: 8.000 MW.
Nel solo 2011 in Italia sono stati connessi alla rete impianti fotovoltaici per oltre 9.000 MW per una potenza cumulata di circa 13.000 MW.
Nonostante la crisi finanziaria, nel 2011 le nuove installazioni fotovoltaiche a livello globale hanno fatto registrare un nuovo record: 28.230 MW. Come si evince dalla Figura 1, l'Italia ha superato la Germania candidandosi a diventare il mercato più attraente anche per gli anni a venire a condizione che i cambiamenti normativi siano adeguati allo sviluppo sostenibile del quale ANIE/GIFI è promotore.
 
Figura 1 - Nuova potenza fotovoltaica (MW) installata nel 2011 a livello globale (EPIA, 2012)

 

Contesto nazionale
Il 2011 è stato un anno molto difficile per gli approvvigionamenti energetici nazionali ma anche per le strategie energetiche di molti Paesi e di quella nascente in Italia.
Per fare un esempio: la guerra civile in Libia (ed in generale la cosiddetta "primavera araba") ha impedito l'esportazione verso l'Italia di grandi quantità di combustibili fossili (gas, carbone e petrolio) e per soddisfare la richiesta energetica nazionale sono state necessarie operazioni che hanno fatto lievitare la fattura energetica italiana: per il solo 2011 oltre 60 miliardi di €1. Il 2011 è stato anche l'anno della tragedia nucleare in Giappone e del referendum sul nucleare in Italia.
In questo contesto si è evidenziata ancora una volta la necessità di definire in maniera univoca il giusto mix energetico che renda il Sistema Paese il più indipendente possibile dalle instabilità geopolitiche e permetta al sistema economico nazionale di competere a livello globale. Le FER giocano un ruolo fondamentale in questo percorso potenzialmente virtuoso: solare, eolico, idro, geotermico e biomasse. Il GSE ha pubblicato a Marzo 2012 i dati sulla produzione elettrica delle FER in Italia che nel 2011 è stata pari a 84.190 GWh. Esse hanno contribuito per il 24% del consumo interno lordo che è stato di 344.152 GWh.

Figura 2 - Dati storici della produzione lorda da FER (GSE, 2012)

 
Andando ad esaminare il dettaglio per la tecnologia solare fotovoltaica osserviamo che i 12.830 MWp di potenza fotovoltaica connessa alla rete nazionale al 31 dicembre 2011 hanno contribuito ad oltre il 3% del consumo interno lordo di energia elettrica nello stesso anno con un picco del 6% registrato ad agosto.
 
Figura 3 - Evoluzione del mercato solare fotovoltaico in Italia (dati GSE aggiornati a febbraio 2012)

 
 
La Monografia approfondisce molti altri temi:
• I benefici per l’economia
• Il bilancio costi-benefici delle rinnovabili 
- Le voci di costo 
- Le voci di beneficio
• Il fotovoltaico 
- I numeri dell’industria fotovoltaica nazionale 
– Internazionalizzazione 
• L’impatto del fotovoltaico sulle bollette elettriche 
• La Grid Parity
• L’integrazione del fotovoltaico nella rete elettrica
• Impatto della produzione fotovoltaica sul prezzo all’ingrosso dell’elettricità
• Riduzione dell’import di energia elettrica e di fonte primaria fossile
• Le entrate per lo Stato
• Il contributo del fotovoltaico al raggiungimento degli obiettivi del Protocollo di Kyoto
• Accettazione sociale del fotovoltaico 
 
Scarica la Monografia Costi e Benefici del Fotovoltaico
 

TEMA TECNICO:

Solare fotovoltaico

Consiglia questo approfondimento ai tuoi amici

Commenta questo approfondimento

Le ultime notizie sull’argomento
18/11/2014

assoRinnovabili: operatori del fotovoltaico bloccati per i ritardi del Governo su spalma incentivi

assoRinnovabili ha inviato al Governo una lettera per chiedere il rinvio del termine del 30 novembre per la scelta delle opzioni dello spalma incentivi, considerando che non è ancora stato emanato il decreto MEF, molto atteso dagli operatori, che ...

assoRinnovabili: operatori del fotovoltaico bloccati per i ritardi del Governo su spalma incentivi
17/11/2014

ISH Technology, il futuro del fotovoltaico passa per l’accumulo

Una nuova Ricerca "Energy Storage in PV Report – 2014", realizzata da ISH Technology, prevede che entro il 2018 il mercato mondiale del fotovoltaico residenziale con accumulo passi dagli attuali 90 MW a 900 MW, crescendo dunque di 10 volte.  

ISH Technology, il futuro del fotovoltaico passa per l’accumulo
07/11/2014

Spalma incentivi, le istruzioni del GSE per la rimodulazione degli incentivi per il fv

Il GSE, ai sensi dell’articolo 26, commi 2 e 3, della Legge 11 agosto 2014, n. 116 (Legge Competitività), di conversione del Decreto-Legge 24 giugno 2014, n. 91, ha pubblicato le Istruzioni operative riguardanti i meccanismi di rimodulazione ...

Spalma incentivi, le istruzioni del GSE per la rimodulazione degli incentivi per il fv
31/10/2014

Moduli fotovoltaici bianchi e colorati per la massima integrazione

Non più solo pannelli fotovoltaici scuri, non sempre adatti all’integrazione architettonica, il CSEM centro svizzero di elettronica e microtecnica, ha infatti trovato il modo per personalizzare i pannelli fotovoltaici, grazie a un rivestimento ...

Moduli fotovoltaici bianchi e colorati per la massima integrazione
30/10/2014

PV Investment Grade: i SEU e le opportunità di sviluppo sostenibile del mercato

I Sistemi Efficienti di Utenza (SEU) sono configurazioni di rete costituite da uno o più impianti di produzione di energia elettrica con potenza nominale complessiva non superiore a 20 MW e installati sullo stesso sito, alimentati da impianti a fonte ...

PV Investment Grade: i SEU e le opportunità di sviluppo sostenibile del mercato
24/10/2014

SEU e nuove opportunità per il fotovoltaico, se ne parla al convegno PV Investment Grade

Il 5 novembre il Campus Bovisa del Politecnico di Milano ospita la seconda edizione del convegno PV Investment Grade organizzato da SMA ed Energy & Strategy Group del Politecnico, sponsorizzato anche da Conergy Italia, Ilum e SunEdison e dedicato ad ...

Convegno SMA: SEU e nuove opportunità per il fotovoltaico, se ne parla al convegno PV Investment Grade
23/10/2014

Nel 2013 oltre 550.000 gli impianti fotovoltaici in esercizio

Il GSE - Gestore dei Servizi Energetici – ha pubblicato sul proprio sito il Rapporto Attività 2013 che raccoglie i risultati dei diversi servizi offerti, con particolare attenzione ai costi e ai ricavi collegati ai vari meccanismi ...

GSE: Nel 2013 oltre 550.000 gli impianti fotovoltaici in esercizio
22/10/2014

Dalle rinnovabili nel 2013 6 miliardi di fatturato

Greenpeace ha presentato i risultati del rapporto, realizzato da Althesys, che stima le ricadute economiche e occupazionali per l’Italia legate allo sviluppo delle fonti rinnovabili. Emerge che l’impatto possibile delle rinnovabili in Italia ...

grrenpeace, Dalle rinnovabili nel 2013 6 miliardi di fatturato
Partnership