IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > 11 stati dell’UE hanno raggiunto gli obiettivi rinnovabili al 2020

11 stati dell’UE hanno raggiunto gli obiettivi rinnovabili al 2020

Crescono le energie rinnovabili in Europa che è sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi al 2020. L’Italia ha raggiunto il target, alcuni paesi dovranno impegnarsi di più

 

 

L’Eurostat ha pubblicato i dati aggiornati relativi all’utilizzo di energie rinnovabili in Europa: nel 2015, la quota di energia da fonti green sul consumo finale lordo di energia ha raggiunto una percentuale del 16,7%, quasi il doppio rispetto al 2004, il primo anno per il quale sono disponibili i dati, con una percentuale dell’8,5%.
Le energie rinnovabili nell'UE sono aumentate molto negli ultimi anni e l’Unione è sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi giuridicamente vincolanti per le energie rinnovabili emanate dalla direttiva 2009/28/ CE. In particolare tra il 1990 e il 2015 le fonti pulite sono aumentate del 184%, con un tasso di crescita medio annuo del 4,3%, con un calo nel 2011 del 2,2%, dovuto a temperature più alte e crisi generalizzata dell’economia.


Nel 2015, la produzione primaria delle rinnovabili è aumentata del 3,8% rispetto al 2014.
Tra il 1990 e il 2015, la produzione totale di energia elettrica da fonti rinnovabili è cresciuta del 203%. Nel 2015, la produzione lorda di elettricità da fonti rinnovabili è aumentata del 4,0% rispetto al 2014.
Merito dello sviluppo del comparto ma anche, si legge nel documento, delle difficoltà vissute dal settore dei fossili.

 

Produzione primaria di energia da fonti rinnovabili per fonte, UE-28, 1990-2015

 

La quota di energie rinnovabili sul consumo finale lordo di energia, che è uno degli indicatori principali della strategia Europa 2020, richiede di raggiungere entro quella data una percentuale di energia da fonti rinnovabili del 20%.
Ma è chiaro che le energie pulite continueranno anche negli anni successivi ad avere un ruolo chiave per aiutare l'UE a raggiungere l’obiettivo già fissato al 2030 che almeno il 27% della domanda di energia sia coperta da fonti rinnovabili.

Dal 2004, la quota delle fonti pulite sul consumo finale lordo di energia è cresciuta in modo significativo in tutti gli Stati e rispetto ad un anno fa, è aumentata in 22 dei 28 Stati membri.
La Svezia, con una percentuale del 53,9% di energia da fonti rinnovabili nel suo consumo finale lordo, è il paese più green dell’Europa, davanti a Finlandia (39,3%), Lettonia (37,6%), Austria (33,0%) e Danimarca (30,8%).
Le percentuali più basse di energie rinnovabili si registrano in Lussemburgo e Malta (entrambi 5,0%), Paesi Bassi (5,8%), Belgio (7,9%) e Regno Unito (8,2%).

 

Gli obiettivi dei singoli stati

Mentre l'UE nel suo complesso è sulla buona strada per raggiungere i suoi obiettivi per il 2020, alcuni Stati membri dovranno impegnarsi maggiormente per soddisfare i propri obblighi per la quota di energia da fonti rinnovabili nel consumo finale lordo di energia.

Per ogni Stato membro dell'UE sono infatti stati definiti precisi obiettivi al 2020 che considerano il punto di partenza, il potenziale delle energie rinnovabili e la performance economica. Tra i 28 Stati membri dell'UE, undici hanno già raggiunto il livello richiesto per soddisfare i loro obiettivi nazionali 2020: Bulgaria, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Croazia, Italia, Lituania, Ungheria, Romania, Finlandia e Svezia. Inoltre, l'Austria e Slovacchia sono circa 1 punto percentuale dai loro obiettivi del 2020.
Il nostro paese aveva già raggiunto nel 2014 la % richiesta del 17% arrivando nel 2015 al 17,5%. Da segnalare che tra il 2004 al 2012 in Italia la quota di rinnovabili è passata dal 6,3 al 15,4%, negli anni successivi la crescita è rallentata rimanendo abbastanza costante.
All'estremità opposta Paesi Bassi, Francia, Irlanda, Regno Unito e Lussemburgo che sono i paesi più lontani dai loro obiettivi.

 

Quota di energia da fonti rinnovabili nei paesi UE al 2015 e target al 2020

TEMA TECNICO:

Eolico, Solare fotovoltaico

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
26/05/2017

Quasi 10 milioni gli occupati nelle rinnovabili

Nuovo Rapporto firmato Irena: a livello globale più posti di lavoro nelle energie rinnovabili che nelle fossili. Il fotovoltaico batte tutti     Nel 2016, secondo quanto riportato dal rapporto pubblicato da Irena (International Renewable ...

24/05/2017

La facciata solare che testa 15 diversi tipi di moduli fotovoltaici

Funziona da 6 mesi la facciata solare realizzata con 15 diversi tipi di moduli in vetro per definire quali siano i più indicati a seconda delle esigenze degli architetti     Il progetto europeo SmartFlex Solarfacades avviato nel 2014, ha ...

23/05/2017

Tende veneziane fotovoltaiche per ridurre i consumi energetici fino al 70%

Tecnologia fotovoltaica innovativa che sfrutta le tende veneziane per la produzione di energia pulita         Presentata dalla startup SolarGaps HQ, che ora ha promosso una raccolta fondi suKickstarter, l’innovativa ...

22/05/2017

Ad Aprile 2017 fotovoltaico a + 13,2%

Pubblicato il Rapporto mensile Terna, ad aprile calano i consumi di energia del 2,5%. Diminuisce la produzione da fonti rinnovabili, fotovoltaico a parte, che cresce del 13%       Ad aprile 2017 l’energia richiesta in Italia, pari a ...

22/05/2017

Gruppo Lego 100% rinnovabile 3 anni prima del previsto

Dopo 4 anni e un investimento di 6 miliardi di Corone in due parchi eolici offshore, il Gruppo ha raggiunto l'ambizioso obiettivo e per festeggiare ha costruito la più grande turbina eolica fatta di mattoni       Dal 2012 la Lego ha ...

19/05/2017

L'energia del futuro efficiente, in accumulo e rinnovabile

Appuntamento l'8 giugno a Verona con aziende e istituzioni per capire come sta evolvendo il mondo delle energie rinnovabili e qual è la strada da seguire per la sostenibilità e l'efficienza energetica     Quali sono le azioni da ...

18/05/2017

Gli inchiostri elettronici intelligenti riscrivono il futuro del fotovoltaico

All’Università australiana di Newcastle realizzata un’area di sperimentazione di 100mq per studiare i rivoluzionari pannelli fotovoltaici stampati       L’Australia conferma di essere un paese all’avanguardia ...

15/05/2017

Dal rinnovamento del parco eolico 6,6 miliardi di euro di risparmi entro il 2030

Benefici per i consumatori e l’ambiente dal rinnovamento del parco eolico in Italia. Senza nuovi incentivi invece la potenza eolica potrebbe scendere a 7mila MW       Nel corso del recente convegno dell’ANEV e di I-Com, Istituto ...