IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Nel 2015 anno record per le pompe di calore

Nel 2015 anno record per le pompe di calore

I dati di Clima e Pompe di Calore, Confindustria Ceced Italia, forte ripresa del mercato grazie alle temperature

Ceced Italia, Associazione Nazionale Produttori di Apparecchi Domestici e Professionali, ha analizzato i dati del settore Clima e Pompe di calore da cui emerge che nel 2015, complici le temperature estive molto calde e la stagionalità del mercato dei climatizzatori domestici, si è registrato, a differenza dei due anni precedenti caratterizzati da una forte contrazione, un andamento molto positivo del settore con un aumento del sell in del 10% e sell-out +84% in volume.

Il settore dei portatili ha registrato un picco di +250% e quello dei sistemi Split un +60%. Ci sono buone previsioni anche per il primo semestre 2016.


Walter Rebosio, Capo-gruppo Clima e Pompe di Calore Confindustria Ceced Italia evidenzia che al di là delle strategie che il settore può attuare per contrastare la stagnazione della domanda, l’andamento dell’ultimo periodo conferma quanto sia un mercato legato alle condizioni atmosferiche. E’ però necessario sostenere la ricerca e lo sviluppo di nuove tecnologie “in particolare nell’impegno verso la destagionalizzazione. Le buone stagioni e la buona salute del comparto contribuiscono a trattare con maggiore impegno questi temi per collocare l’impianto di climatizzazione domestica in un contesto ambientale ed energetico completo”.

 

Ceced Italia evidenzia poi quanto il mercato delle pompe di calore stia crescendo identificandosi come prodotto ad alta efficienza energetica, adatto in edifici con classe energetica elevata e soggetto ad agevolazioni tariffarie. E’ importante sensibilizzare a questo punto i consumatori sui vantaggi della pompa di calore non solo per la climatizzazione estiva, ma anche verso altri ambiti di utilizzo delle fonti rinnovabili.
“Si registra quale elemento degno di nota, si legge nel comunicato stampa, la conferma dell’adozione della tariffa elettrica denominata D1, che consente agevolazioni verso tutte le utenze in ambito domestico, qualora venga adottato un sistema a pompa di calore come fonte di riscaldamento primario. La tariffa, in vigore dal luglio 2014, è stata prorogata per un ulteriore anno, unitamente alla progressiva rivisitazione delle tariffe elettriche da inizio gennaio 2016 per poi andare a regime nel 2017”.

Arianext Plus di Chaffoteaux

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia