IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Ancora in calo i consumi di energia, segno + per fotovoltaico, geotermico, eolico e idrico

Ancora in calo i consumi di energia, segno + per fotovoltaico, geotermico, eolico e idrico

Rapporto mensile Terna: cresce il contributo delle rinnovabili

Terna ha presentato il Rapporto mensile da cui emerge che nel mese di aprile 2014 l’energia elettrica richiesta in Italia, pari a 24,0 miliardi di kWh, ha fatto registrare una flessione del 2,9% rispetto ad aprile dello scorso anno, dato che diventa -2,8% se depurato da un debole effetto della temperatura.
La variazione della domanda di energia elettrica nel mese di aprile è risultata ovunque negativa: -3,5% al Nord, -2,8% al Centro e -1,7% al Sud.
Nel mese di aprile 2014 la domanda di energia elettrica è stata soddisfatta per l’88,1% con produzione nazionale e per la quota restante (11,9%) dal saldo dell’energia scambiata con l’estero.
In dettaglio, la produzione nazionale netta (21,4 miliardi di kWh) è calata del 2,7% rispetto ad aprile 2013. Sono in crescita le fonti di produzione fotovoltaica (+2,3%), geotermica (+2,7%), eolica (+9,2%) e idrica (+12,1%). In flessione la fonte termoelettrica (-10,2%). In negativo il saldo di energia con l’estero (-5,3%).

 

Il bilancio energetico - La richiesta di energia elettrica in Italia nel mese di aprile

 

Nei primi quattro mesi del 2014, la richiesta risulta variata di un -3,5% rispetto al 2013; in termini decalendarizzati la variazione è pari a -3,4%.Nel primo quadrimestre dell’anno il valore cumulato della produzione netta (86.835 GWh) risulta in calo del 5,1% rispetto allo stesso periodo del 2013. Il saldo estero risulta positivo (+7,6%). Complessivamente il valore della richiesta di energia elettrica con 102.092 GWh fa segnare nel periodo una diminuzione del 3,5% rispetto al 2013.


Il bilancio energetico - La richiesta di energia elettrica in Italia dall’inizio dell’anno

 

 

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia