IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Abolito il certificato energetico dell'edificio in caso di compravendita

Abolito il certificato energetico dell'edificio in caso di compravendita

Nel caso di compravendita di un intero immobile o della singola unità immobiliare, non è più obbligatorio allegare l'attestato di certificazione energetica all'atto di compravendita e nel caso di locazione non è più necessario metterlo a disposizione del conduttore.

Queste le principali modifiche introdotte dal D.L. 112/2008 recante Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria licenziato dalla Camera la settimana scorsa e con il quale è stato inserito un emendamento che in un modo o nell'altro susciterà scalpore tra gli operatori del settore.

Il comma 2-bis inserito all'art. 35 sopprime, infatti, i commi 3 e 4 dell'articolo 6 e i commi 8 e 9 dell'articolo 15 del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, e successive modificazioni, i quali prevedevano appunto:

  • il comma 3 dell'art. 6: nel caso di compravendita di un intero immobile o della singola unità immobiliare, l'obbligo di allegare l'attestato di certificazione energetica all'atto di compravendita, in originale o copia autenticata;
  • il comma 4 dell'art. 6: nel caso di locazione, l'obbligo di mettere a disposizione del conduttore l'attestato di certificazione energetica o consegnarlo in copia dichiarata dal proprietario conforme all'originale in suo possesso;
  • il comma 8 dell'art. 15: la nullità del contratto (fatta valere solo dal conduttore) in caso di violazione dell'obbligo previsto dall'articolo 6, comma 3;
  • il comma 9 dell'art. 15: la nullità del contratto (fatta valere solo dal conduttore) in caso di violazione dell'obbligo previsto dall'articolo 6, comma 4.
Se da una parte la nuova modifica della Camera ha già suscitato le prime approvazioni da parte degli operatori del mercato immobiliare che vedevano l'obbligo di allegare la certificazione energetica al rogito (pena nullità del contratto) come un rallentamento ad un mercato già in crisi, dall'altra ha portato lo sconcerto di chi ritiene l'obbligo di allegare la certificazione energetica all'atto di compravendita un modo per rinnegare una serie di adempimenti volti al miglioramento dell'efficienza degli usi finali dell'energia anche per l'edilizia.

L'emendamento introdotto dalla Camera andrebbe, inoltre, in contrasto con una delle principali finalità della Direttiva europea 2002/91/CE, cioè quella che riguarda l'obbligo di informare i cittadini, tramite l'attestato di certificazione energetica, sui consumi energetici dell'edificio.

Se da una parte, dunque, l'emendamento potrebbe essere visto come un modo per risollevare un mercato in crisi, dall'altro si dovrebbe avere una visione più ampia dell'argomento tenendo sempre in considerazione il concetto di sviluppo sostenibile e comprendendo il reale motivo per cui era stato messo l'obbligo di allegare la certificazione energetica all'atto di compravendita, ovvero migliorare la condizione energetica del nostro paese, concetto che dovrebbe essere ben più importante del miglioramento della condizione del mercato immobiliare.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
24/03/2017

Risanamento energetico edifici pubblici a Bolzano

La Giunta provinciale ha approvato il bando che mette a disposizione 12 milioni di euro  per progetti di risanamento di edifici pubblici.     La giunta provinciale di Bolzano ha approvato un nuovo bando nell'ambito del programma FESR ...

20/03/2017

300 mila euro in Lombardia per la rimozione dell'amianto da edifici pubblici

Approvato dalla Giunta regionale per il finanziamento a fondo perduto per la rimozione dell'amianto dagli uffici pubblici       L'assessore all'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile della regione Lombardia Claudia Terzi in un ...

17/03/2017

L’Europarlamento approva un pacchetto ambizioso per l’economia circolare

Il parlamento europeo ha fatto approvato quattro proposte legislative che introducono nuovi obiettivi relativi al riutilizzo, il riciclaggio e lo smaltimento in discarica dei rifiuti       La proposta approvata dall'Europarlamento nella ...

17/03/2017

Proposta di legge per aumentare l'efficienza energetica nei condomini

Una proposta di legge per consentire ai condomìni di costituire un fondo di accantonamento per la realizzazione di interventi di efficienza energetica e adeguamento sismico, non ancora deliberati dall'assemblea condominiale       Lo ...

15/03/2017

Nuova VIA per rilanciare la crescita sostenibile del paese

Il CDM ha approvato la nuova disciplina su valutazione di impatto ambientale adeguandosi così alla normativa europea: semplificazione e tempi più brevi     Il Consiglio dei ministri lo scorso 10 marzo ha approvato, su proposta del ...

14/03/2017

Guida aggiornata su Ecobonus ristrutturazioni edilizie

Disponibile on line sul sito dell'Agenzia delle Entrate la "Guida Ristrutturazioni Edilizie: le agevolazioni fiscali", con le novità che interessano gli interventi di recupero del patrimonio edilizio     E' aggiornata a febbraio 2017 ...

27/02/2017

Ecobonus condomini, c'è tempo fino al 7 marzo per l'invio dei dati

Gli amministratori di condominio hanno tempo fino al 7 marzo per l’invio dei dati relativi alle spese di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico       Lo rende noto l'Agenzia delle Entrate che in un comunicato sottolinea ...

27/02/2017

La Camera dà l'ok definitivo al Milleproroghe

La Camera ha approvato in via definitiva il Decreto Milleproroghe. Le novità per l'edilizia e l'efficienza energetica      La Camera ha approvato il DL Milleproroghe (decreto-legge 30 dicembre 2016, n. 244, proroga e definizione di ...