IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Aie, + 37% domanda energia entro il 2040. Bene le rinnovabili

Aie, + 37% domanda energia entro il 2040. Bene le rinnovabili

Incertezza per il sistema energetico mondiale, a rischio il raggiungimento degli obiettivi di riduzione dei gas serra

L’Agenzia Internazionale per l'Energia (Aie) ha presentato l'edizione 2014 del 'World Energy Outlook' da cui emerge che il sistema energetico mondiale è a rischio soprattutto a causa della sicurezza delle forniture.
Entro il 2040 è prevista una crescita del 37% della domanda di energia, con un incremento delle emissioni del 20%, gli idrocarburi soddisferanno la maggior parte di questo aumento. In particolare la domanda mondiale di petrolio passerà dagli attuali 90 mln di barili ai 104 del 2040, la sicurezza sarà messa a rischio a causa della diminuzione del numero di produttori e della grave conflittualità che sta vivendo il Medio Oriente, unica fonte di petrolio a buon mercato.
Il Rapporto sottolinea che potrebbero non essere raggiunti gli obiettivi di riduzione dei gas serra, anche perchè il carbone continua a rimanere una fonte abbondante, anche se si cerca di limitarne l’utilizzo proprio per ridurre le emissioni di CO2 e per cercare di contenere il riscaldamento del pianeta entro la soglia dei 2° C.

Secondo lo Studio IEA nel 2040 il mix energetico globale sarà diviso in quattro parti: petrolio, gas, carbone e fonti low carbon, che includono anche il nucleare. Per quest’ultimo la Iea prevede una crescita del 60% al 2040, concentrata però in quattro paesi (Cina, India, Corea e Russia) e in ogni caso con risultati molto lontani dal boom di 20 anni fa.
Continua invece a crescere il settore delle rinnovabili, grazie anche ai sussidi che solo nel 2013 hanno raggiunto i 120 miliardi di dollari a livello globale.
Rinnovabili destinate a crescere nei Paesi membri dell’OCSE, arrivando a soddisfare il 37% della domanda di energia elettrica entro il 2040. In particolare il 20% dell’elettricità prodotta in Europa proverrà dall’eolico, seguito da idroelettrico e fotovoltaico. La vera sfida del futuro, sottolinea il Rapporto, è riuscire ad integrare le tecnologie di eolico e fotovoltaico.
Il gas naturale è l’unico combustibile fossile che continua a crescere in modo significativo.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
29/03/2017

Colpo di spugna di Trump sullambiente

Vincono le lobby delle fossili e Trump cancella il Clean Power Plan voluto da Barack Obama a favore di rinnovabili e per limitare le emissioni.     Lo aveva promesso in campagna elettorale, arrivando persino a sostenere che non esista ...

27/03/2017

Finestre e facciate energeticamente efficienti

I distanziatori “warm-edge” di SWISSPACER assicurano un importante contributo per l’efficienza energetica degli edifici e si prestano a diverse applicazioni     I distanziatori “warm-edge” di SWISSPACER, azienda ...

24/03/2017

In Europa accordo sulle etichette energetiche 2.0

Inizia la nuova era delle etichette energetiche: Database, QR code e simbolo “smart”.      Le etichette che indicano l’efficienza energetica di elettrodomestici come frigo e lavatrici, passano a una nuova versione e ...

23/03/2017

4 milioni di euro per lo sviluppo delle smart grid in Sardegna

Termina il 20 luglio il termine per la presentazione delle domande per il bando “Azioni per lo sviluppo di progetti sperimentali di reti intelligenti nei Comuni della Sardegna”     La Regione autonoma della Sardegna ha ...

22/03/2017

La Strategia Energetica Nazionale secondo ITALIA SOLARE

I suggerimenti di Italia Solare nella definizione della Strategia Energetica Nazionale per il superamento degli ostacoli alla crescita delle energie rinnovabili     In queste settimane Governo e Parlamento stanno lavorando alla definizione ...

20/03/2017

Innovazione, presente e futuro del Sistema a Cappotto

Alessandro Monaco, nuovo Coordinatore della Commissione Comunicazione del Consorzio Cortexa ci racconta come sta cambiando il mercato dei sistemi di isolamento a cappotto e gli obiettivi futuri del Consorzio     CORTEXA, Consorzio per la ...

15/03/2017

Nuova VIA per rilanciare la crescita sostenibile del paese

Il CDM ha approvato la nuova disciplina su valutazione di impatto ambientale adeguandosi così alla normativa europea: semplificazione e tempi più brevi     Il Consiglio dei ministri lo scorso 10 marzo ha approvato, su proposta del ...

15/03/2017

Tour Anit su riqualificazione involucro e comfort in edilizia

Più di 40 date per il nuovo tour itinerante Anit dedicato alle ultime novità in tema di isolamento termico e acustico.     Sarà a Brescia il 30 marzo il primo appuntamento del nuovo tour Anit, gratuito e itinerante che in ...