IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Al via AGROENERGIA, parco fotovoltaico da 2,5 mega watt

Al via AGROENERGIA, parco fotovoltaico da 2,5 mega watt

E' stato inaugurato nei giorni scorsi alla presenza di Giampietro Boeri, Sindaco di Isso, e del Sottosegretario allo Sviluppo Economico, Onorevole Stefano Saglia, il cantiere di Agroenergia 2.5, il parco fotovoltaico che sorgerà a Isso (Bergamo) e che si estenderà su 11 ettari, nato dalla collaborazione di Nrg Agrivis e Vipiemme Solar. Il progetto è centrato sulla realizzazione di un impianto fotovoltaico da 2,5 mWp (mega watt di picco) a inseguimento biassiale.
Frutto di un investimento di circa 14 milioni di euro, la costruzione di  Agroenergia 2.5 sarà ultimata nel primo semestre 2010 e fornirà energia a impatto zero a oltre 1.400 famiglie di quattro comuni dell'area di Isso: Barbata, Covo, Fontanella e Antegnate.
L'altezza dei pannelli da terra superiore a 2 metri permetterà il normale svolgimento di tutte le attività agricole e consentirà la creazione di un parco didattico.
Il brevetto utilizzato per i pannelli fotovoltaici è il Sun Catch System che permette di sfruttare meglio l'energia solare rispetto ai classici sistemi fotovoltaici producendo rendimenti più elevati. Infatti, i pannelli solari sono controllati da un software che ne gestisce la rotazione tenendo conto della costante variazione dell'inclinazione della terra rispetto al sole. In questo modo si ottiene una grande efficienza aumentando la produzione di energia di circa il 35% rispetto ai sistemi classici. 
Grazie al sistema Sun Catch System non saranno prodotte emissioni di nessun tipo e la fauna migratoria non subirà alcun disturbo. Inoltre ogni kilowattora (kWh) prodotto dall'impianto corrisponde alla mancata emissione in atmosfera di 0,60 kg di anidride carbonica.
"Attualmente in Italia abbiamo gli incentivi più generosi d'Europa", ha sottolineato l'Onorevole Stefano Saglia, "e stiamo lavorando per far sì che la loro riduzione, prevista a partire dalla fine del 2010, sia graduale e sostenibile, con un piano che si sviluppa su un periodo di tre anni con adeguamenti annuali. E intendiamo mantenere l'obiettivo di 3 mila mW installati".
Commentando le potenzialità economiche del fotovoltaico per il sistema Italia, l'Onorevole Saglia ha aggiunto: "Esiste la possibilità concreta di realizzare la filiera industriale del fotovoltaico in Italia: abbiamo tecnologia e imprenditorialità e quello di oggi ne è un esempio. Le fabbriche del rinnovabile sono un progetto concreto e la green economy è una vera opportunità dal punto di vista sia economico sia occupazionale".
"Questo è un passo fondamentale verso la realizzazione di una vera e propria Sun Valley in Lombardia" concordano Daniele Togni, amministratore delegato di NRG AGRIVIS, e Alberto Volpi, amministratore delegato di VIPIEMME Solar. "L'inaugurazione di Agroenergia 2.5 è un evento importante in un periodo in cui sempre di più emerge la necessità inderogabile di sviluppare energia pulita. Il nuovo Parco Fotovoltaico di Isso fornirà energia ai cittadini di quattro comuni dell'area senza alcun impatto ambientale e, grazie alla tecnologia che abbiamo adottato, potremo ottenere rendimenti di gran lunga superiori rispetto ai sistemi fotovoltaici classici. Con Agroenergia 2.5, la Lombardia si conferma ai vertici del fotovoltaico italiano con più del 15% di impianti sul totale di quelli operanti sul territorio nazionale".
"Questo risultato è frutto del lavoro di molti", aggiungono Togni e Volpi: "molte imprese attive nel territorio e numerose istituzioni locali, regionali e nazionali hanno sostenuto il nostro progetto e a loro va il nostro più sentito ringraziamento e la conferma di un impegno che porteremo avanti nel tempo: creare energia pulita per i cittadini e valore per la comunità".
 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
24/01/2018

Adottata dalla UE una strategia anti plastica

Nell'ambito del processo di transizione verso un'economia circolare la Commissione Europea ha adottato la strategia per proteggere l'ambiente dalla plastica      La Commissione Europea ha adottato una precisa politica per proteggere ...

19/01/2018

+ 4% per le rinnovabili a dicembre 2017

In crescita a dicembre la richiesta di energia elettrica rispetto allo scorso anno. Le rinnovabili al 31% del totale. +50% per l’eolico     Terna ha pubblicato il Rapporto Mensile sul sistema elettrico in Italia, che trovate in allegato, ...

19/01/2018

Crescono gli investimenti nelle rinnovabili

Pubblicato un nuovo Report di Bloomberg New Energy Finance che segnala che lo scorso anno gli investimenti in energie rinnovabili hanno raggiunto i 333,5 miliardi di dollari a livello mondiale, in crescita del 3% sul 2016     Nel 2017 gli ...

18/01/2018

Alzato dal PE il target su efficienza energetica. Rinnovabili dal 27% al 35%

Alzata dal Parlamento Europeo al 35% la quota di rinnovabili nel mix energetico e il target per efficienza energetica, 12% di energia da fonti rinnovabili nei trasporti      Il Parlamento Europeo, in seduta plenaria, ha votato la ...

18/01/2018

Guida alla scelta dei materiali sostenibili in edilizia

Legambiente presenta MaINN, la libreria dei materiali innovativi, salubri e sostenibili in edilizia. Strumento utile per architetti, progettisti e privati     MaINN è il nuovo portale lanciato da Legambiente e dedicato ai materiali ...

18/01/2018

Trasformare il trasporto grazie alle tecnologie rinnovabili

Il futuro verso la mobilità elettrica e sostenibile non è forse così lontano. Aumenta la competitività dei costi rispetto alle auto tradizionali, diminuiscono i tempi di ricarica     Il settore dei trasporti è ...

17/01/2018

Cos il metodo LCA e la sua applicazione in edilizia

Il metodo LCA permette di valutare gli impatti ambientali con riferimento all’intero ciclo di vita di un prodotto o di un servizio. Nasce in ambito industriale, ma ha grandi potenzialità applicato nel settore edile, offrendo uno strumento ...

15/01/2018

LEuropa rischia di non rispettare gli obiettivi rinnovabili al 2030

Per assicurare il rispetto del target del 27% di rinnovabili sui consumi l'Europa deve rivedere la propria strategia, focalizzanosi sulla decentralizzazione dei sistemi energetici      Il Rapporto recentemente pubblicato dalla ...