IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Allarme eolico, installati nel 2015 solo 295 MW in Italia

Allarme eolico, installati nel 2015 solo 295 MW in Italia

Anev evidenzia la crisi del settore in cui si sono persi oltre 4mila posti di lavoro

Anev in un comunicato denuncia la preoccupante situazione del settore eolico che in pochi anni ha visto i propri occupati passare dai 37.000 del 2012, ai 34.000 nel 2013, ai 30.000 del 2014 e ai 26.000 nel 2015. Lo scorso anno inoltre sono stati solo 295 i MW di nuova potenza eolica installata in Italia.

Si tratta di una crisi grave, che ha spinto molte aziende a spostarsi all'estero e ingiustificabile considerando che il settore al 2020 dovrebbe impiegare oltre 40.000 addetti per arrivare ai 67.000 occupati che si avrebbero se si raggiungesse l’obiettivo di riduzione delle emissioni e di incremento delle FER assunto dall’Italia al 2020.

Anev denuncia il gravissimo ritardo del Governo nell’emanazione del DM Rinnovabili non fotovoltaiche, vista la scadenza a fine dicembre 2014 per emanarlo. Dopo più di un anno si è ancora in attesa di questo provvedimento "che riguarda lo sviluppo di impianti per gli anni 2015 e 2016. Come evidente se anche uscisse subito, ben oltre la metà della sua efficacia non potrebbe svolgersi in quanto già passato il periodo di applicazione. Un tale atteggiamento da parte delle Istituzioni è scandaloso sintomatico del totale disinteresse per temi di notevole urgenza, come l’ambiente e i cambiamenti climatici, che rende vana ogni parola spesa in occasione della COP21 di Parigi, dove l’Italia ha preso degli impegni per la riduzione delle emissioni climalteranti al cospetto del consesso mondiale". Purtroppo invece la sensazione è che il Governo blocchi le rinnovabili per favorire le fossili: "Infatti nella bozza nel DM Rinnovabili non fotovoltaiche si fa un regalo agli inceneritori con una tariffa incentivante molto significativa, mentre vengono penalizzate le tecnologie come l’eolico che subiscono tagli eccessivi. Non solo, ma nel DL Stabilità è stata concessa una proroga del periodo di incentivazione per i vecchi impianti a biogas, a scapito di tecnologie più moderne e pulite come l’eolico".

Il Settore eolico, ricorda l'associazione del vento, se supportato avrebbe i margini per crescere ancora e apportare benefici al nostro Paese, in termini di sviluppo e crescita economica, soprattutto nelle regioni meridionali dove c’è più carenza di lavoro.

TEMA TECNICO:

Eolico

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
11/08/2016

Il ruolo dell'eolico nella nuova stagione delle rinnovabili

Anev in un video racconta i vantaggi dell'energia eolica che oggi in Italia produce 14,6 TWh all'anno di energia pulita     L'Anev, associazione nazionale energia del vento, ha realizzato un video per avvicinare professionisti e utenti al mondo ...

02/08/2016

Continua a crescere la quota di mercato delle energie rinnovabili

Dal nuovo Studio pubblicato dall’International Energy Agency emerge che le fonti rinnovabili sono oggi la seconda fonte di produzione di energia elettrica globale, dopo il carbone IEA pubblica un documento che evidenzia la crescita inarrestabile ...

29/07/2016

La transizione energetica delle isole verso uno scenario 100% rinnovabile

Legambiente ha pubblicato il Dossier "Isole 100% Rinnovabili": sono 20 nel mondo le isole in cui sole e vento coprono quasi il 100% dei fabbisogni energetici. L'Italia dal grande potenziale è invece ferma       Sono 20 le isole che ...

28/07/2016

+ 46% per il fotovoltaico nel primo semestre 2016

Pubblicato l'Osservatorio Anie Rinnovabili, nei primi 6 mesi dell'anno, rispetto al 2015 cresce il fotovoltaico, calano eolico e idroelettrico    
Nonostante le nuove installazioni di eolico, fotovoltaico e idroelettrico nel I semestre 2016 ...

12/07/2016

Energia eolica per i data center europei Google

Google ha acquisito 236 MW di energia da due nuovi parchi eolici in Norvegia e Svezia    Coerentemente con l'ambizioso obiettivo di arrivare al 100% di energia rinnovabile entro il 2050, Google ha formalizzato l'acquisto di 236 MW di energia ...

04/07/2016

Osservatorio rinnovabili, + 58% per il fotovoltaico nei primi 5 mesi

Anie Rinnovabili presenta l'Osservatorio dell'intero comparto a maggio che indica una situazione in miglioramento anche se le nuove installazioni sono in calo del 2%. I commenti sul decreto Rinnovabili non fotovoltaiche     L'Osservatorio di ...

30/06/2016

Aggiornato il contatore rinnovabili non fotovoltaiche

A maggio 2016 in calo di 51 milioni di euro rispetto al mese precedente il Contatore del “costo indicativo cumulato annuo degli incentivi” riconosciuti agli impianti a fonti rinnovabili diversi da quelli fotovoltaici.  

30/06/2016

E' on line il portale per richiedere gli incentivi rinnovabili non fotovoltaiche

Dal GSE chiarimenti sulle procedure applicative del decreto DM 23 giugno 2016 e sulla pubblicazione bandi per la partecipazione ai registri     E' da oggi in vigore il Decreto DM 23 giugno 2016 che incentiva la produzione di ...