IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > L'Ance chiede al Governo di sostenere le detrazioni per la riqualificazione degli edifici

L'Ance chiede al Governo di sostenere le detrazioni per la riqualificazione degli edifici

Il DEF 2016 conferma l'obiettivo di rilanciare l'economia del Paese ma si pu fare di pi a sostegno dell'edilizia e della riqualificazione

 

L’Associazione Nazionale Costruttori Edili, nel corso di un’audizione sul Documento di Economia e Finanza 2016 presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato, in generale ha valutato positivamente i contenuti del DEF, temendo però che gli investimenti poossano subire un rallentamento dalla immediata entrata in vigore delle nuove regole sugli appalti e dalla lentezza nella spesa delle risorse stanziate dalla UE.

L'Ance caldeggia la costituzione di una "task force" che monitori  regolarmente  l'andamento degli investimenti e il rispetto delle condizioni di accesso alla clausola europea degli stessi, pari allo 0,3% del PIL, ovvero a circa 5 miliardi di euro, occasione di rilancio per l'economia del paese.

 

L’associazione dei Costruttori edili intervenendo sul tema degli incentivi, si è detta assolutamente contraria a eventuali riduzioni che il Governo voglia portare a termine - 'tax expenditure'-  eliminando o rivedendo quelli non più giustificati sulla base delle mutate esigenze sociali ed economiche. La  "tax expenditure",  infatti, deve fondarsi  su una selezione accurata dei regimi agevolativi oggetto d'intervento, con assoluta tutela di quelli legati a "beni a valenza sociale'' quali la  casa e la sua riqualificazione anche in termini energetici.

In particolare le  detrazioni  per  il  recupero delle abitazioni e per la riqualificazione energetica degli edifici come sappiamo in questi anni hanno svolto un ruolo centrale per l'edilizia e, a parere dell'ANCE, dovrebbero essere confermate nei livelli vigenti sino al 31 dicembre 2016, ovvero detrazione  del  50% per  il recupero  edifizio e del 65% per la riqualificazione energetica, quantomeno limitatamente agli interventi più incisivi che comportino un effettivo miglioramento dell'efficienza energetica.

 

In relazione al Piano Nazionale di Riforma l'ANCE consiglia di integrare una serie di politiche mirate alla riqualificazione del territorio, tematica centrale per la crescita economica del paese, partendo dalle proposte formalizzate dalla stessa associazione dei costruttori edili:

- Incentivare gli interventi di "sostituzione edilizia", che implicano la demolizione e ricostruzione dell'esistente, anche con incrementi volumetrici, riconoscendo il "Bonus edilizia" con la detrazione del 50% delle spese sostenute per realizzare  l'intervento sino ad un massimo di 96.000 euro, limitatamente però a quegli incrementi funzionali al miglioramento dell'efficienza energetica degli edifici, così come previsti dalla legislazione regionale;

- Agevolare la permuta tra vecchi edifici e immobili con caratteristiche energetiche completamente rinnovate. Per queste operazioni, dovrebbe essere garantito un regime di tassazione agevolata a favore dell'impresa che si rendesse disponibile ad acquistare, in permuta, l'abitazione usata del compratore, a condizione di riqualificarla e reimmetterla sul mercato, entro 5 anni dall'acquisto, con caratteristiche energetiche decisamente migliorate rispetto alla situazione preesistente;

- Prorogare sino al 2019 la detrazione lrpef pari al 50% dell'IVA dovuta sull'acquisto di abitazioni in classe energetica A o B, introdotta dalle legge di Stabilità 2016. Difatti, la limitazione agli acquisti effettuati solo nel 2016 ne restringe fortemente l'efficacia come strumento in grado di indirizzare la domanda verso l'acquisto di abl1azioni di nuova generazione,  con effetti positivi sulla riqualificazione  del tessuto urbano e sulla qualità dell'abitare;

- Incentivare processi più complessi di riqualificazione del territorio, prevedendo un regime fiscale premiale (registro e ipo-catastali in misura fissa, pari a 200 euro ciascuna) per  il trasferimento di immobili (aree o fabbricati) a favore delle imprese che intendano utilizzare gli immobili acquistati per la realizzazione, o riqualificazione, di edifici ad elevati standard energetici.

 

Fonte Ance

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
19/10/2017

Bozza Legge di Bilancio 2018, le novit per ledilizia

C'è la bozza della Legge di Bilancio 2018, prorogate le detrazioni fiscali per i lavori di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione efficiente. Ma il "bonusverde"?    Rispetto a quanto vi abbiamo anticipato qualche giorno fa sulla ...

19/10/2017

Le citt italiane soffocate dallo smog

Pubblicati gli allarmanti dati sull'inquinamento delle nostre città da Legambiente che denuncia la mancanza di veri interventi sostenibili a lungo termine     E’ una vera emergenza quella di cui parla Legambiente nel report ...

19/10/2017

Provvedimenti delle Regioni per rinnovabili ed efficienza energetica

Le misure per diminuire i consumi, investire in rinnovabili e rispettare gli obiettivi europei grazie a interventi in efficienza energetica. Come si muovono le Regioni     Diverse Regioni hanno approvato bandi dedicati al ...

18/10/2017

Edifici ad alta efficienza energetica in UE entro il 2050

Il Parlamento Europeo chiede nuove misure per incentivare la riqualificazione efficiente degli edifici, infrastrutture di sostegno per i veicoli elettrici nei nuovi edifici, migliore monitoraggio del rendimento energetico degli ...

18/10/2017

Termostato 'smart': cosa vuol dire davvero?

I termostati utilizzano una tecnologia sempre più efficiente ed avanzata per garantire facile gestione e monitoraggio del riscaldamento e risparmi in bolletta   di Umberto Paracchini, Marketing & Communication Leader B2B EMEA at ...

17/10/2017

Scenari strategici del mercato elettrico

A Milano il 25 ottobre la presentazione del nuovo studio dell'E&S group, Electricity Market Report, dedicato agli scenari strategici dopo la fine del mercato regolato       L'Energy&Strategy Group della School of Management del ...

16/10/2017

BASF esempio di cambiamento verso economia circolare ed efficienza energetica

Il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti visita la sede del Gruppo BASF, il polo chimico integrato più grande al mondo, nato nel 1865, dove lavorano circa 40.000 collaboratori   Da sinistra, Andreas Riehemann, Amministratore ...

16/10/2017

Posata la prima pietra del primo smart district di Milano

UpTown sarà uno smart district verde, ecosostenibile, caratterizzato da spazi di aggregazione e di socializzazione, domotica e servizi pubblici facili da fruire     Sono partiti i lavori per la realizzazione di UpTown, il primo ...