IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Anie/Gifi, 5° Conto Energia: legge punitiva per l'industria fotovoltaica

Anie/Gifi, 5° Conto Energia: legge punitiva per l'industria fotovoltaica

"Che sia una legge punitiva lo si evince chiaramente sin dalle premesse e dalle considerazioni introduttive. Il riferimento all'occupazione del suolo ed all'aumento del costo dell'energia sono stati utilizzati in maniera faziosa per giustificare una legge che di fatto contingenta il mercato fotovoltaico senza dare il giusto slancio per raggiungere la piena competitività del settore". Così si esprime in un comunicato sul V conto energia l'Anie/Gifi.
"Le intenzioni verbali dei Ministri non si sono tradotte in fatti concreti - dichiara Valerio Natalizia, Presidente GIFI-ANIE. Con il 5° Conto Energia molte aziende che fino ad oggi hanno seriamente investito capitali sono costrette a ridimensionare drasticamente il personale e ridurre gli investimenti a scapito non solo del Sistema Paese ma anche delle casse dello Stato. Niente di più paradossale se si pensa che questo Esecutivo ha la missione di rilanciare l'economia nazionale e migliorare il bilancio dello Stato."
Come è noto, e confermato da molti studi di prestigiosi Istituti e Università, il mercato fotovoltaico ha generato nel 2011, tra i molti benefici, circa 2 miliardi € di tasse a favore dello Stato il quale da quest'anno, alla luce di questa legge, ne dovrà fare a meno.
"L'imposizione del registro, il contingentamento delle risorse disponibili e la non adeguata gestione dei tempi di emanazione del Decreto - continua Natalizia - hanno come effetto quello di imbrigliare il mercato e renderlo accessibile a pochi, aumentare la burocrazia e l'incertezza nonchè generare un effetto ‘boomerang' sui costi legati all'incentivazione.
L'annuncio prematuro del cambio legislativo ha infatti inevitabilmente generato una corsa all'installazione, testimoniata anche dal contatore del GSE, e quindi l'aumento degli incentivi erogati, che di fatto vanifica quelle che sono le intenzioni del 5° Conto Energia. Il rischio è che la legge entri in vigore quando il limite dei 6 mld sarà ampiamente superato."
"In questo contesto - conclude Natalizia - urge, onde evitare il collasso dell'industria, risolvere tutte le limitazioni regolatorie allo scopo di liberalizzare il mercato dell'energia dando la possibilità reale di produrre e vendere l'energia elettrica anche sulla base di contratti tra privati. A tale scopo la rapida regolazione dei Servizi Efficienti di Utenza, i cosiddetti SEU, e delle Reti Interne di Utenza rappresenta l'ultima spiaggia per il salvataggio dell'industria fotovoltaica.
Come GIFI-ANIE daremo da subito il nostro contributo all'attuazione di meccanismi semplici e efficaci che presenteremo alle Istituzioni nelle prossime settimane nell'ottica di continuare a supportare l'industria nazionale."
 
Guarda il video commento sul 5° Conto Energia che il Presidente GIFI, Valerio Natalizia, ha rilasciato nel corso del convegno "Il Fotovoltaico nello scenario energetico nazionale: quale futuro?" organizzato da ANIE/GIFI e Confindustria Sicilia il 10 luglio 2012 a Palermo.


TEMA TECNICO:

Conto Energia

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
07/04/2015

Adeguamento ISTAT per impianti FV in 1° Conto Energia

Ater, Associazione Tecnici Energie Rinnovabili, in un comunicato informa che in questi giorni chi abbia aderito al primo conto energia fotovoltaico “DM 28 Luglio 2005” sta ricevendo dal GSE raccomandate che richiedono la restituzione ...

07/06/2013

Finisce il V conto energia, raggiunti i 6,7 miliardi di euro

Il GSE in un comunicato ha annunciato la fine del V Conto energia per il solare fotovoltaico. Il Contatore Fotovoltaico presente sul sito del Gestore dei Servizi Energetici ha infatti raggiunto il valore di costo indicativo cumulato annuo degli incentivi di ...

24/01/2013

Il Decreto Conto Termico non soddisfa pienamente il Co.Aer

Il Decreto Conto Termico, tappa essenziale per raggiungere gli obiettivi della Strategia energetica nazionale, si propone il duplice scopo di incentivare la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di accelerare gli interventi di efficienza ...

18/12/2012

GSE: Conto energia, superati i 6.5 miliardi di euro

Il GSE in una nota informa che il totale del costo cumulato annuo del Conto Energia, come riportato sul Contatore Fotovoltaico posizionato sull'home page del proprio sito web, aggiornato al 16 dicembre 2012 con le ultime richieste di incentivazione ...

23/08/2012

Aperto il primo Registro per gli impianti Fotovoltaici superiori a 12 kw

Il Gestore dei Servizi Energetici ha comunicato che dalle 9.00 del 20 agosto e fino alle ore 24.00 del 18 settembre si apre il 1° Registro per gli impianti fotovoltaici di potenza superiore a 12 kW, di cui al Quinto Conto Energia.

27/07/2012

Il fotovoltaico come “sistema” per produrre energia pulita. Intervista a Valerio Natalizia

Per comprendere meglio l'impatto del Quinto Conto Energia sull'industria del fotovoltaico italiano abbiamo intervistato Valerio Natalizia, Direttore Generale di SMA Italia e Presidente di GIFI, Gruppo Imprese Fotovoltaiche Italiane, che raccoglie le ...

16/07/2012

V Conto Energia, Anter: ascoltate solo in parte le nostre richieste

ANTER, Associazione Nazionale Tutela Energie Rinnovabili e i suoi oltre 120mila associati manifestano perplessità su alcune delle misure adottate dal Governo in materia di rinnovabili ed espresse sul Quinto Conto Energia e sul Decreto FER. Il testo ...

13/07/2012

Quinto Conto Energia operativo dal 27 agosto

E' stata raggiunta ieri, 12 luglio, la soglia di 6 miliardi di costo annuo degli incentivi per impianti fotovoltaici. L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha quindi emanato la relativa delibera, stabilendo la data del 27 agosto per la decorrenza delle nuove modalità di ...