IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Aper: appello alle Regioni in difesa delle rinnovabili

Aper: appello alle Regioni in difesa delle rinnovabili

Lo scorso 23 maggio si è svolto a Milano l'incontro sul tema "Rinnovabili - l'energia che cambia", organizzato da APER. Presente, oltre ai vertici dell'Associazione che hanno promosso il progetto di internazionalizzazione RES4MED, il Prof. Andrea Gilardoni, presidente dell'OIR (Osservatorio internazionale sull'Industria e la finanza delle Rinnovabili) che ha illustrato lo studio sui costi e benefici relativi alla produzione elettrica da rinnovabili al 2030.
"Con la realizzazione del dossier Energie senza bugie e lo studio del Prof. Andrea Gilardoni dell'Università Bocconi, abbiamo dimostrato i vantaggi economici legati allo sviluppo delle fonti rinnovabili (stimati in 76 miliardi di euro, oltre ai benefici per l'ambiente e la salute). I risultati sono anche stati presentati e discussi con i Ministeri competenti. Speriamo ne tengano conto!".
Anche la bilancia commerciale export/import relativa agli impianti per produrre energia da fonti rinnovabili è già positiva nel 2012 e, se non si fermeranno, crescerà in modo costante fino al 2020. "Questo significa - ha sottolineato il presidente APER, Agostino Re Rebaudengo - che il settore dell'energia pulita non solo sta raggiungendo la maturità dal punto di vista della produzione energetica, ma che è anche in grado di offrire un contributo essenziale alla ripresa economica. Ma perché ciò continui serve una strategia energetica nazionale e di politica industriale per le FER di medio/lungo periodo che abbandoni i repentini cambi di direzione cui abbiamo assistito negli ultimi anni che hanno minato la stabilità e la credibilità del settore. Siano fiduciosi circa il fatto che dalle Regioni, che hanno a cuore lo sviluppo dei propri territori, arrivino segnali chiari".

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia