IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Approvato in Senato slittamento dell’obbligo rinnovabili per nuovi edifici e ristrutturazioni

Approvato in Senato slittamento dell’obbligo rinnovabili per nuovi edifici e ristrutturazioni

Prorogate di un anno le scadenze previste dal Decreto 28/11

La commissione Affari costituzionali del Senato ha approvato l'emendamento 4.0.2, proposto dalla Lega e votato a larga maggioranza, al ddl di conversione in legge del Milleproroghe, decreto-legge 30 dicembre 2013, che prevede lo slittamento di un anno dell'obbligo di dotare i nuovi edifici e quelli sottoposti a ristrutturazioni di impianti di produzione di da fonti rinnovabili come disposto nel d.lgs n.28/11 che richiede un progressivo utilizzo obbligatorio di fonti rinnovabili negli edifici nuovi o ristrutturati.


In particolare all’Allegato 3 del decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28, sono apportate le seguenti modifiche che fanno appunto slittare le date di obbligo di applicazione delle Energie Rinnovabili:

a) alla lettera a) del punto 1, le parole: "31 dicembre 2013" sono sostituite dalle parole: "31 dicembre 2014" e, alla successiva lettera b), le parole: "1º gennaio 2014" sono sostituite dalle parole: "1º gennaio 2015";
b) alla lettera a) del punto 3, le parole: "31 dicembre 2013" sono sostituite dalle parole: "31 dicembre 2014" e, alla successiva lettera b), le parole: "1º gennaio 2014" sono sostituite dalle parole: "1º gennaio 2015".

 

In una nota del gruppo M5S di Palazzo Madama, che ha votato contro il provvedimento, si legge: "Il Movimento 5 Stelle ritiene l'episodio un nuovo colpo di mano alle fonti rinnovabili. In questo caso non si tratta di incentivi, ma di un obbligo che avrebbe permesso di implementare meglio il concetto di autoconsumo energetico degli edifici, contribuendo alla riduzione dei consumi energetici, ma sopratutto a stimolare la domanda interna e la ripresa economica favorendo il settore della green economy. Sicuramente, l'approvazione di questo emendamento, che vede la contrarietà del Movimento 5 Stelle, contribuisce a minare il dibattito sul clima e gli obiettivi europei al 2030 in cui il Governo deve rispondere al più presto per chiarire la sua posizione".

Il Coordinamento Free, Fonti rinnovabili ed efficienza energetica, che raggruppa 35 associazioni del settore, ha commentato: “Durante la ‘Conversione in legge del decreto-legge 30 dicembre 2013, n. 150, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative’ con un colpo di mano il Senato ha prorogato di un anno le scadenze previste dal Decreto 28, aumentando le difficoltà per il settore delle rinnovabili, già tartassato in molti modi, e contraddicendo l’impegno verso l’Europa, assunto con il recepimento della Direttiva europea 27/2012″.

TEMA TECNICO:

Normativa

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
19/01/2017

La Lombardia dice NO alla proroga termovalvole

Interventi di Regione Lombardia su termovalvole e obbligo rinnovabili definiti dal DL 102/2014     La Regione Lombardia, attraverso la società Infrastrutture Lombarde, fa sapere che la proroga di 6 mesi dei termini per ...

16/01/2017

Le Regioni danno l’ok agli obiettivi nazionali di risparmio energetico

Raggiunta l’intesa nella Conferenza Unificata del 22 dicembre, a condizione che vengano rispettate alcune modifiche, sulla determinazione degli obiettivi quantitativi nazionali di risparmio energetico     Le Regioni, nella Conferenza ...

11/01/2017

In GU la graduatoria dei progetti per la riqualificazione delle periferie

Sulla Gazzetta Ufficiale n° 4 del 5 gennaio 2017 è pubblicato il decreto con la graduatoria del Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie     Come previsto dalla legge di ...

10/01/2017

Cosa comporta la proroga dei termini per l'installazione della contabilizzazione

Il Consiglio dei Ministri ha inserito nel decreto legge approvato il 30 dicembre anche la proroga dei termini per l'adeguamento degli impianti di riscaldamento alla contabilizzazione individuale del calore     Analisi e commento di Roberto ...

09/01/2017

Il Milleproroghe ferma obbligo rinnovabili al 35%

Rinviato al 2018 l’obbligo della quota del 50% di utilizzo delle rinnovabili termiche nei nuovi edifici o per le ristrutturazioni rilevanti  
Il decreto Milleproroghe, pubblicato nella Gazzetta ufficiale 304 del 30 dicembre scorso, ...

09/01/2017

Riqualificazione energetica degli immobili della Pubblica Amministrazione

Ministero dello Sviluppo economico e Agenzia del Demanio hanno firmato la convenzione che porterà alla riqualificazione di 63 edifici della PA   Grazie alla firma della convenzione tra Ministero dello Sviluppo Economico e Agenzia del Demanio, ...

03/01/2017

Proroga al 30 giugno per l'obbligo di contabilizzazione nei condomini

Il decreto Milleproroghe approvato dal consiglio dei Ministri del 29 Dicembre ha fatto slittare di 6 mesi l’obbligo di installazione di valvole termostatiche e contabilizzatori nei condomini     Il Consiglio dei Ministri n. 7 del 29 ...

23/12/2016

Via libera al piano energetico delle Marche che spinge sulle rinnovabili

Obiettivo del piano è la diminuzione del consumo regionale di energia del 20% e di portare al 25.8% il contributo delle energie rinnovabili     Il Consiglio regionale delle Marche ha approvato Piano Energetico Ambientale Regionale (PEAR ...