IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Benvenuti nell'era dell'hotel a emissioni zero

Benvenuti nell'era dell'hotel a emissioni zero

L'efficienza energetica degli edifici è un tema sempre più importante per l'edilizia in generale e per le strutture ricettive in particolare: questione di immagine, per una clientela sempre più sensibile ed esigente, ma soprattutto una questione di sostanza, per spendere meno e meglio, rispettando l'ambiente. Appuntamento il 2 ottobre al Cersaie con l'incontro "Hotel ed efficienza energetica". Nella Riviera romagnola li chiamano "alberghi ecologici", hotel che soddisfano una serie di requisiti nella gestione dei rifiuti, consumo di acqua, alimenti proposti, addirittura inquinamento acustico. In realtà, quello che si sta muovendo all'interno delle principali catene alberghiere italiane è molto di più rispetto a un - pur prestigioso - marchio di qualità. Entriamo nel campo dell'efficienza energetica tout court, un concetto che sta ricevendo crescente attenzione da parte sia della legislazione - che in Emilia-Romagna per esempio impone il certificato energetico per ogni edificio oggetto di compravendita - sia da parte di un utente sempre più sensibile ai temi della sostenibilità ambientale.
Di questo e altro si parlerà in occasione dell'incontro "Hotel ed efficienza energetica", in agenda al Cersaie il prossimo 2 ottobre (ore 9.30, Galleria dell'Architettura), nell'ambito del ciclo di appuntamenti "Costruire, abitare, pensare". Inutile negare che gli alberghi sono strutture particolarmente "energivore" ed il tema dell'efficienza rappresenta non solo una questione di immagine, al limite una questione di legge - a breve il certificato energetico servirà anche per la stipula di un semplice contratto di locazione -, ma anche e soprattutto un elemento di competitività.
Tra i relatori, l'architetto Andrea Rinaldi, responsabile del Centro Architettura ed Energia della facoltà di Architettura dell'Università di Ferrara e l'architetto Paolo Rava, rappresentante dell'Anab e assessore all'Urbanistica presso il comune di Forlì. È nell'efficienza energetica, peraltro, che l'architettura si lega in modo virtuoso all'ingegneria: perizie, misure, calcoli, spessori; un lavoro complesso che impone all'architetto e all'ingegnere di lavorare fianco a fianco, con l'obiettivo dell'"impatto zero", un traguardo che è già realtà in alcune strutture d'avanguardia, sia di edilizia pubblica che privata. Proprio a testimonianza di questo rapporto simbiotico tra l'architettura e l'ingegneria in tema di efficienza energetica degli edifici, all'incontro interverrà anche il professor Luigi Martirano, docente al dipartimento di Ingegneria elettrica dell'Università La Sapienza di Roma.
Sullo sfondo, un nuovo modo di concepire il concetto stesso di edificio: la casa, come una persona, ha i suoi punti deboli, le sue particolari esigenze. Anche l'edificio - si potrebbe affermare - ha un proprio "metabolismo". Si chiama appunto efficienza energetica, e si traduce in un "indicatore di prestazione" (dalla classe A alla classe G) che riunisce tutta una serie di variabili, il più delle volte veri e propri "punti deboli" di un edificio. I vetri ma anche la coibentazione delle pareti, l'isolamento del tetto e del pavimento.
Quindi vengono gli impianti - materia appunto per ingegneri - il tipo di caldaia, il sistema di riscaldamento a tubi o a pavimento, ecc. La stessa struttura dell'edificio - secondo alcuni studi addirittura la forma delle stanze - può incidere sul rendimento energetico.
La soluzione? Conservare l'energia, anzitutto, ma anche chiedersi come produrla spendendo e inquinando meno, alla luce del fatto che il 40% delle emissioni di anidride carbonica in Europa non dipende dalle automobili ma dagli edifici e dai loro sistemi di riscaldamento e di condizionamento.
Dimostrare che l'edificio a emissioni zero non è fantascienza ma un obiettivo realizzabile - e in diversi casi già realizzato - è proprio l'ambizione dell'incontro "Hotel ed efficienza energetica", che non a caso vedrà l'intervento di Martina Demattio, responsabile dell'Agenzia CasaClima di Bolzano, la provincia d'Italia dove gli edifici "ecologici" sono oramai una realtà diffusa, in un'area peraltro a elevatissima vocazione turistica, dunque ricca di alberghi e strutture ricettive. Un'occasione per conoscere più da vicino qualche esempio eccellente e concreto di cosa si intende per efficienza energetica degli edifici, alberghi compresi.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
19/04/2018

Corrono gli investimenti nelle rinnovabili

Presentato l’Irex Annual Report: nel 2017 13,5 miliardi di investimenti nelle rinnovabili, per una potenza di 13,4 GW, soprattutto all’estero.     Nel 2017 gli investimenti in rinnovabili tra Italia e, soprattutto, estero hanno ...

17/04/2018

Forum mondiale per la forestazione urbana

Le foreste urbane e le infrastrutture verdi possono fornire un contributo fondamentale alla progettazione sostenibile: a Mantova la prima edizione del World Forum on Urban Forests        Dal 28 novembre al 1 dicembre Mantova ...

13/04/2018

21 maggio 2017: l'87% dei consumi elettrici coperti da rinnovabili

Nel 2017 crescono i consumi di energia, calano leggermente le emissioni di CO2, prezzi in discesa e rinnovabili ai massimi storici. Il nuovo report Enea.     Pubblicata da Enea l'analisi trimestrale del sistema energetico italiano che si ...

12/04/2018

Risparmio energetico e riqualificazione edilizia a Klimahouse Toscana

Appuntamento a Firenze dal 13 al 15 aprile presso il Nelson Mandela Forum per approfondire le soluzioni e tecnologie a basso impatto ambientale per abitazioni confortevoli ed energeticamente efficienti     Si rinnova l'appuntamento a Firenze ...

11/04/2018

Soluzione innovativa di facciata per il risparmio energetico

Impianti di distribuzione integrati nella facciata degli edifici per la gestione del riscaldamento, raffrescamento e il ricambio d’aria: l'innovativa soluzione sviluppata da Eurac Research e l’azienda Stahlbau ...

05/04/2018

Dalle foglie che svolazzano nuova fonte di energia?

Dal passaggio tra luce e ombra che si crea al movimento delle foglie al vento si può generare energia pulita. I risultati di uno studio della Linköping University     In futuro potrebbe essere possibile raccogliere energia con ...

04/04/2018

Normativa comunitaria su emissioni di CO2 dei mezzi pesanti

La Commissione accoglie con favore l'ambizioso accordo raggiunto per la prima volta con il Parlamento Europeo sulla legislazione dell'UE in materia di monitoraggio e comunicazione delle emissioni di CO2 dei veicoli pesanti       I ...

29/03/2018

Le citt galleggianti possono salvare gli oceani

La prima città galleggiante potrebbe diventare presto realtà: energeticamente autosufficiente, 100% rinnovabile e rispettosa dell’ambiente marino. Sorgerà a circa un km dalla riva all’interno di una meravigliosa laguna ...