IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > La rivoluzione delle finestre fotovoltaiche diventa realtà

La rivoluzione delle finestre fotovoltaiche diventa realtà

Al via Glass to Power nuovo spin-off istituito nell’Università Milano Bicocca per industrializzare i nuovi vetri fotovoltaici dal potenziale importante

 

 

Partendo dall’innovativa tecnologia dei Concentratori Solari Luminescenti (LSD) basati su nuove nanoparticelle e sviluppata da un team di ricerca congiunto del Dipartimento di Scienza dei Materiali dell’Università di Milano-Bicocca in collaborazione con il Gruppo Usa del Los Alamos National Laboratory (U.S.A.), è stato realizzato in Bicocca lo spin-off di ateneo con l’obiettivo di industrializzare le finestre fotovoltaiche.

 

Si tratta di un prodotto che potenzialmente permette a tutto l’edificio di diventare fotovoltaico, coerentemente con le direttive europee NZEB che richiedono che entro la fine del 2020 tutti i nuovi edifici siano a energia quasi zero, e che gli immobili riescano ad essere autonomi dal punto di vista energetico, come previsto dalle direttive europee 31/2010/UE e 2012/27/UE.

Nelle lastre di plexiglass sono infatti inserite speciali nanoparticelle fluorescenti che catturano e concentrano la luce del sole, convertendola in raggi infrarossi che sono riflessi all’interno del pannello, dove è inserita una sottile striscia di celle al silicio che trasforma le finestre in pannelli fotovoltaici semitrasparenti, capaci di coprire il fabbisogno energetico di un edificio.

 

Glass to Power nasce da una partnership tra gli inventori della tecnologia dei Concentratori Solari Luminescenti, i Professori Francesco Meinardi e Sergio Brovelli, docenti rispettivamente di Fisica della Materia e di Fisica Sperimentale del Dipartimento di Scienza dei Materiali, e la società di consulenza tecnologica Management Innovation.

Obeittivo della Start Up Glass to Power è realizzare il prototipo industriale della finestra trasparente fotovoltaica in tempi relativamente brevi, il piano di sviluppo industriale studiato nel dettaglio prevede la valorizzazione di una famiglia di brevetti realizzati dal team scientifico di Milano-Bicocca su nuove classi di nano materiali, per produrre finestre e vetrate capaci di generare potenze fino ad oltre 50 W per metro quadro senza alcun impatto estetico sugli edifici in cui verranno applicate.

Il professor Sergio Brovelli evidenzia la tecnologia LSC è l’unica che assiura di realizzare finestre fotovoltaiche di grandi dimensioni e colorazione neutra, perfettamente integrabili architettonicamente anche nei contesti urbani senza impattare l’estetica o la vivibilità degli edifici.

 

In una nota del team di Milano Bicocca si legge che nei prossimi anni si prevede che il mercato del Building-Integrated Photovoltaic crescerà moltissimo, al ritmo del 30% annuo, fino a raggiungere nel 2022 il valore di 26 miliardi di dollari, il 40% del quale sarà concentrato in Europa. Si prevede inoltre che il settore che crescerà maggiormente sia proprio quello degli Zero-Energy Buildings, per rispondere alle normative europee.

 

 

Lo spin-off Glass to Power ha numerosi soci e un capitale iniziale piuttosto consistente di 300 mila euro. Tra i soci De Nora, azienda specializzata a mondiale nell’elettrochimica, la società Karma, finanziaria della Famiglia Amodeo, la società TEC di Milano, specializzata in progetti di efficienza energetica, oltre a vari soci individuali.

Il team iniziale dello spin-off conta 7-8 persone tra cui un dottorando Bicocca che sarà assunto al termine del dottorato di ricerca.

La tecnologia dei Concentratori Solari luminescenti di nuova generazione è stata selezionata come finalista degli R&D100 Awards 2016, è la prima volta che un’azienda italiana viene candidata agli Oscar dell’innovazione tecnologica.

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
21/07/2017

Fotovoltaico e grid parity, ci siamo!

Quali sono le opportunità che oggi offre il settore fotovoltaico anche in termini di impianti industriali? Qual è lo scenario possibile per i prossimi anni? Quanto è vicina la grid parity?     Si è svolto a Milano PV ...

21/07/2017

Polo d’eccellenza made in Italy a Nairobi

In via di realizzazione a Nairobi un centro ospedaliero d’avanguardia realizzato in una zona green nel rispetto dell’ambiente     E’ stato presentato nei giorni scorso l’East African Kidney Institute Centre of Excellence ...

20/07/2017

Riqualificazione efficiente secondo il protocollo CasaClima R

Il progetto vincitore del concorso Viessmann 2016 per la riqualificazione energetica e il miglioramento del comfort abitativo interno di un edificio a Riccione       Lo Studio Tecnico Associato Newton è stato premiato lo ...

20/07/2017

Tour Maraîchère, per una banlieue a filiera corta

A pochi chilometri da Parigi l'innovativa doppia fattoria verticale autosufficiente dal punto di vista energetico.     E’ il 2015 quando a Parigi si firma l’accordo COP 21 sulla riduzione del surriscaldamento globale. Se da ...

18/07/2017

Nuovo skyline per Lodi con Torre Zucchetti

L'ormai ex Pirellino rinasce più eco-friendly che mai     In occasione della tanto attesa inaugurazione, si torna a parlare di Torre Zucchetti, la nuova futuristica impresa di Marco Visconti. Realizzato con la collaborazione di MAP ...

17/07/2017

Il GSE sospende gli effetti delle verifiche per impianti fv non certificati

Per gli impianti fotovoltaici di potenza compresa tra 1 e 3 kW, il GSE ha sospeso gli effetti dei provvedimenti di verifica, in attesa del completamento dell’iter parlamentare del DDL “Legge annuale per il mercato e la ...

14/07/2017

Per le situazioni di emergenza la casa è rinnovabile e autosufficiente

LIFEHAUS è un progetto che sviluppa abitazioni neutrali a basso consumo energetico e autosufficienti, partendo da materiali di riciclo.
     L'architetto libanese Nizar Haddad ha realizzato il progetto LIFEHAUS ovvero ...

13/07/2017

Piazza Gae Aulenti: il belvedere si tinge di green

piuarch vuole un tetto verde per il Porta Nuova Building.       Con un po' di ritardo rispetto ai colleghi europei, anche la capitale meneghina da qualche tempo ripensa lo sviluppo urbanistico in altezza e senza più freni. Palazzo ...