IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Cala la domanda di energia, cresce l’eolico, stabile il fotovoltaico

Cala la domanda di energia, cresce l’eolico, stabile il fotovoltaico

Terna ha pubblicato il consueto Rapporto mensile che evidenzia un calo del 3,6% della domanda di energia rispetto ad agosto 2015. Il fotovoltaico copre l’11,5% della domanda, benissimo l’eolico

 

 

Gli ultimi dati pubblicati da Terna relativi al mese di agosto 2016 evidenziano, con 24.237 GWh, una flessione del 3,6% della domanda di energia elettrica rispetto allo stesso mese del 2015. Il calo si è registrato in tutto il paese, con -2,0% al Nord, -4,3% al Centro, -5,8% al Sud. Va però segnalato che il trend è crescente, il valore destagionalizzato, ovvero depurato della componente stagionale e degli effetti legati alla diversa durata e composizione del mese, della domanda elettrica di agosto 2016 ha fatto registrare un aumento del +1,4% rispetto a luglio 2016.

 

Il profilo del trend si porta su un andamento crescente. Nel mese di agosto 2016, infine, l’energia elettrica richiesta in Italia è stata coperta per il 91,1% da produzione nazionale (-2,6% della produzione netta rispetto ad agosto 2015) e per la quota restante da importazioni (saldo estero -10,4% rispetto ad agosto 2015).

 

Ad agosto 2016 circa il 42% della domanda è stato soddisfatto dalle energie rinnovabili, lo scorso anno il dato era del 38% circa. Rimane stabile nel periodo gennaio-agosto, il ruolo delle rinnovabili che nel complesso coprono il 37% del fabbisogno energetico. 

Composizione fabbisogno energetico ad agosto e nei primi 8 mesi dell'anno

 

 

Bilancio energetico ad agosto 2016 e nei primi 8 mesi dell'anno

 

Anche su base annua si conferma il calo della domanda di energia elettrica: nei primi 8 mesi dell’anno, rispetto al 2015, c’è stata una diminuzione del 3,4% del valore della richiesta di energia con 204.200 GWh. A parità di calendario la diminuzione è del -3,7%. Il valore cumulato della produzione netta (177.053 GWh) è in calo del -3,3% rispetto allo stesso periodo del 2015.

 

Ad agosto cresce l’energia esportata all’estero (+42,5%), aumentano la produzione da fonte geotermica (+1,2%), l'idrica (+5,9%), la produzione idroelettrica (+5,9%) e la produzione eolica che cresce del +62,6% e copre il 5% della domanda. In calo la produzione termica (-8,6%). Il fotovoltaico rimane praticamente stabile (-0,6%) e copre l'11,5% della domanda di energia.

 

Dall'inizio dell'anno, rispetto al 2015 calano idroelettrico, termico e fotovoltaico. In crescita eolico e geotermico.

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia