IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Certificati bianchi in aumento, ma mancano ancora misure attuative

Certificati bianchi in aumento, ma mancano ancora misure attuative

Durante il convegno "I nuovi certificati bianchi per gli investimenti in efficienza energetica", svoltosi durante la manifestazione veronese, è risultato come le nuove linee guida dell'Autorità per l'Energia sui certificati bianchi (titoli di efficienza energetica - TEE), entrate in vigore a novembre 2011 e andate a regime nei primi mesi del 2012, stiano dando risultati positivi. Questa in sintesi la valutazione della FIRE (Federazione italiana per l'uso razionale dell'energia).
Le linee guida prevedono:
- maggiore valorizzazione per gli interventi più strutturali
- riduzione delle dimensioni minime che i progetti devono avere per accedere ai certificati (dal 20 al 90%) 
- più agevole la richiesta dei titoli
- accesso ai certificati bianchi (gestito dal GSE) anche agli impianti di cogenerazione ad alto rendimento (DM 5/9/2011) .

Marcella Pavan, responsabile dell'unità efficienza energetica all'Autorità, ha speigato come le prospettive siano buone, se nel 2010 l'Autorità prevedeva che con questo meccanismo al 31 maggio 2012 si sarebbero riusciti a produrre interventi per solo il 5-24% dell'obiettivo, a marzo la previsione è stata alzata al 49-65% e le ultime stime ci dicono che si arriverà fino al 70%.
Anche Dario Di Santo, direttore della FIRE, registra una crescita dei progetti più complessi, soprattutto quelli nel settore industriale e a consuntivo: "si incentivano interventi di maggiore portata e soprattutto chi presenta i progetti è costretto a entrare più nel merito dei processi industriali e dei possibili interventi di risparmio, con un conseguente innalzamento del livello di know-how".
Restano comunque non poche incertezza normative. "Mancano certezze sull'entità dell'estensione temporale e sullo dello sforzo che sarà richiesto dal 2013 - ha detto Marcella Pavan - e questo influisce negativamente sugli investimenti nelle tecnologie e sulla presentazione dei progetti più complessi".
È ancora da chiarire come i certificati bianchi conviveranno con il nuovo sistema di incentivazione delle rinnovabili termiche e dei piccoli interventi di efficienza energetica che potrebbero essere supportati da un ‘conto energia termico'.
Parliamo di misure che dovevano essere inserite in un decreto attuativo del Dlgs 28/2011 atteso ormai da settembre 2011.
Lo strumento dei titoli di efficienza energetica resta una delle misure più efficaci in termini di rapporto costi-benefici per decarbonizzare il nostro sistema, ma richiede una prospettiva normativa di più lungo periodo per favorire gli investimenti di un comparto industriale di prodotti e sistemi, anche nel nostro paese, ben radicato.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
23/01/2017

Aggiornata la normativa per lefficienza energetica degli edifici in Lombardia

Obiettivo della Regione è predisporre un testo unico relativo all’efficienza e alla certificazione energetica degli edifici. Critica l’Unicmi per il rischio di depotenziare gli ecobonus del 65%     La Lombardia, con decreto ...

13/12/2016

Con la certificazione energetica salvi l'ambiente e risparmi in bolletta

Ridurre le emissioni di inquinanti è fondamentale per il futuro dei nostri figli. La certificazione energetica è una soluzione conveniente per ridurle e allo stesso tempo risparmiare       Negli ultimi anni è cresciuta ...

09/11/2016

Chiarimenti sui nuovi requisiti di efficienza energetica a quasi un anno dalla loro applicazione

A poco meno di un anno dalla pubblicazione ed entrata in vigore del DM 26 giugno 2015 sui requisiti minimi in materia di efficienza energetica e sulla certificazione energetica degli edifici, sono state pubblicate dal Ministero dello Sviluppo Economico ...

28/06/2016

Aggiornamento la UNI/PdR 13:2015 Sostenibilit ambientale nelle costruzioni"

L'UNI ha pubblicato la versione aggiornata della UNI/PdR 13:2015 “Sostenibilità ambientale nelle costruzioni - Strumenti operativi per la valutazione della sostenibilità"  
Nei giorni scorsi l'UNI ha pubblicato una versione ...

16/02/2016

Efficienza energetica, la denuncia di Legambiente sugli sprechi delle nostre case

Legambiente ha scelto di pubblicare, a undici anni dall'entrata in vigore del protocollo di Kyoto, il dossier "Basta case colabrodo", dedicato all’efficienza energetica e ai consumi delle abitazioni in Italia, con l’obiettivo di ...

09/02/2016

Prima certificazione LEED Gold per un hotel

Lusso ed eleganza possono convivere con sostenibilità ambientale e green building, come dimostra la certificazione volontaria LEED Gold (Leadership in Energy and Environmental Design) ottenuta per la prima volta da un hotel, il 4 stelle LaGare Hotel ...

03/02/2016

I dati del GSE sull'utilizzo delle fonti rinnovabili in Italia

Il GSE ha pubblicato, come previsto dal D.Lgs. 28/2011, nella sezione Studi del proprio sito la terza Relazione biennale dell'Italia sui progressi realizzati nella promozione e nell’uso dell’energia rinnovabile – Progress Report 2015.

02/02/2016

La spesa media per l'Attestato di prestazione energetica di 120 euro

E' firmato ProntoPro.it, portale che fa incontrare domanda e offerta di lavoro professionale e artigianale, lo studio in cui vengono confrontati i costi della certificazione energetica in Italia, che evidenzia che la redazione di un Attestato di ...