IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Classe energetica A per il Klima Hotel che accoglie i visitatori dell’Expo

Classe energetica A per il Klima Hotel che accoglie i visitatori dell’Expo

Pannelli fotovoltaici per la facciata, pompa di calore, clima 'on-demand' e giardino verticale. 'Experience in the Sky' nei mesi dell’Expo

Il Klima Hotel Milano Fiere, presentato alla stampa nei giorni scorsi, è una struttura alberghiera quattro stelle superior, realizzata in classe energetica A, secondo le più innovative e avanzate tecniche nel settore edilizio e le più recenti tecnologie antisismiche. L’hotel sorge nella zona nord di Milano, in un contesto urbanistico in grande trasformazione e riqualificazione, si trova vicino alla fiera di Rho e di fronte all’Expo, la green terrace al 14 piano regala infatti una spettacolare vista da 60 metri sulla manifestazione.
Il progetto unisce design, innovazione e sostenibilità; l’albergo vanta un consumo energetico attestato in 20 kWh/m2/anno grazie all’utilizzo di fonti di energia rinnovabile che soddisfano quasi del tutto il fabbisogno energetico.
La facciata di Klima Hotel Milano Fiere è stata completamente rivestita da pannelli fotovoltaici che producono energia elettrica in quantità tale da soddisfare buona parte del fabbisogno energetico per il funzionamento del sistema di climatizzazione e di altri servizi dell’hotel (pari a circa il 63% del fabbisogno energetico). Sulla facciata opposta è stato realizzato un giardino verticale alimentato da un impianto di fertirrigazione. L’edificio è stato coibentato tramite una facciata ventilata in gres porcellanato che contribuisce alla riduzione dei consumi energetici per la climatizzazione dell’hotel. Nel parcheggio esterno sono state predisposte due colonnine che forniscono energia elettrica per la ricarica di auto e moto elettriche.
Inoltre la struttura è certificata per quanto riguarda il basso impatto acustico sull'ambiente circostante. Tutti gli stampati commerciali del Klima Hotel sono prodotti utilizzando energia solare e su carta certificata FSC® (Forest Stewardship Council), derivante da fonti rinnovabili, inoltre dal primo giugno anche i bicchieri che saranno utilizzati per le camere e le sale saranno in materbio grazie alla partnership con Ecozema.

Per la climatizzazione dell’hotel è stato utilizzato il sistema di tipologia pompa di calore a recupero di calore a tre tubi, che permette di ottenere una grande efficienza energetica grazie al trasferimento del calore all’interno dell’edificio, dalle zone raffreddate alle zone riscaldate e viceversa. Il sistema è composto da 27 motocondensanti Daikin VRV III P COMPACT da 8 e 10 HP a servizio di camere e sale meeting della torre, e delle camere, ristorante, hall e ambienti wellness della “zona bassa”. La produzione di acqua calda sanitaria è fornita da una caldaia a condensazione e da un impianto solare termico di 90 m2 di superficie.
L’estrema flessibilità di funzionamento dell’impianto in pompa di calore a recupero di calore a tre tubi permette di soddisfare il riscaldamento e il raffrescamento in maniera indipendente nelle singole zone. La soluzione impiantistica può essere inoltre impostata in modalità automatica selezionando una temperatura specifica con soglie di intervento variabili di 1°-2° C. L’utente può decidere quale temperatura avere in camera (o in altro ambiente), in completa autonomia rispetto l’impostazione dell’intero sistema. 

Il sistema a recupero di calore adottato trasferisce il caldo o il freddo ‘recuperandoli’ da un ambiente per sfruttarli in un altro, come avviene ad esempio nell’ampio locale che ospita la hall, la lobby e le due sale meeting annesse, suddiviso in 4 zone climatiche. In questo ambiente multifunzione, esposto su quattro lati con numerose vetrate, il mantenimento delle temperature impostate e raggiunte tramite l’intervento dell’unità esterna dedicata è parzialmente garantito dal sistema di recupero. Il meccanismo permette di trasferire energia termica in scambio da una zona riscaldata a una zona raffreddata e viceversa senza l’apporto di energia elettrica del motore esterno. 

 

Per godere di una vista unica e spettacolare dell’Expo durante i sei mesi della grande manifestazione internazionale l'hotel ha studiato una proposta esclusiva per osservare dall'alto decumano e padiglioni espositivi: in joint venture con Alessandro Rosso Group, propone "Experience in the Sky", ovvero la possibilità di ammirare Expo a cinquanta metri di altezza tramite una piattaforma unica al mondo che permette di vivere un'esperienza indimenticabile. 
Sarà possibile privatizzare la piattaforma, che può accomodare a tavola fino a 22 commensali per una colazione, un aperitivo, un pranzo, un aperitivo serale o una cena e, grazie alla sponsorizzazione di CNH Industrial, leader globale nel settore dei capital goods, si potranno ammirare i Padiglioni, il cardo, il decumano, le piazze di Expo, come se si volasse. 

Tramite il sito www.experienceinthesky.com sarà possibile prenotare e pagare i servizi in modo semplice, compilando un form con i propri dati, il servizio e l'orario scelto, il menu preferito e il numero di persone. Chi prenota riceve subito una mail di conferma della richiesta che verrà convalidata come prenotazione prima del servizio con l'invio di un voucher.

Esterno, facciata con pannelli fotovoltaici
Parete verde
Vista sull'Expo dalla green terrace

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
21/07/2017

Polo d’eccellenza made in Italy a Nairobi

In via di realizzazione a Nairobi un centro ospedaliero d’avanguardia realizzato in una zona green nel rispetto dell’ambiente     E’ stato presentato nei giorni scorso l’East African Kidney Institute Centre of Excellence ...

20/07/2017

Riqualificazione efficiente secondo il protocollo CasaClima R

Il progetto vincitore del concorso Viessmann 2016 per la riqualificazione energetica e il miglioramento del comfort abitativo interno di un edificio a Riccione       Lo Studio Tecnico Associato Newton è stato premiato lo ...

20/07/2017

Tour Maraîchère, per una banlieue a filiera corta

A pochi chilometri da Parigi l'innovativa doppia fattoria verticale autosufficiente dal punto di vista energetico.     E’ il 2015 quando a Parigi si firma l’accordo COP 21 sulla riduzione del surriscaldamento globale. Se da ...

18/07/2017

Nuovo skyline per Lodi con Torre Zucchetti

L'ormai ex Pirellino rinasce più eco-friendly che mai     In occasione della tanto attesa inaugurazione, si torna a parlare di Torre Zucchetti, la nuova futuristica impresa di Marco Visconti. Realizzato con la collaborazione di MAP ...

14/07/2017

Per le situazioni di emergenza la casa è rinnovabile e autosufficiente

LIFEHAUS è un progetto che sviluppa abitazioni neutrali a basso consumo energetico e autosufficienti, partendo da materiali di riciclo.
     L'architetto libanese Nizar Haddad ha realizzato il progetto LIFEHAUS ovvero ...

13/07/2017

Piazza Gae Aulenti: il belvedere si tinge di green

piuarch vuole un tetto verde per il Porta Nuova Building.       Con un po' di ritardo rispetto ai colleghi europei, anche la capitale meneghina da qualche tempo ripensa lo sviluppo urbanistico in altezza e senza più freni. Palazzo ...

12/07/2017

Casa Smart Plus a emissioni quasi 0

Un sistema costruttivo innovativo che assicura contenimento dei consumi, risparmio in bolletta e utilizzo esclusivo di energie rinnovabili     Presentato recentemente a Casale sul Sile, in provincia di Treviso, il primo cantiere aperto Casa ...

12/07/2017

Eco-villaggio sostenibile H20S in Senegal

Nasce l’eco-villaggio progettato dallo studio veneziano TAMassociati all’insegna dell’ecologia e dello sviluppo comunitario.       In un territorio come quello africano desertificazione ed emigrazione sono solo alcuni dei ...