IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > In Uganda un polo d'eccellenza ad alta efficienza energetica made in Italy

In Uganda un polo d'eccellenza ad alta efficienza energetica made in Italy

Progetto CMR firma il complesso ospedaliero International Specialized Hospital of Uganda, simbolo di sostenibilità e innovazione, con il paziente al centro del progetto

 

 

 

Un progetto tutto italiano quello dell’International Specialized Hospital of Uganda, nuovo centro ospedaliero d’eccellenza firmato dalla società di progettazione integrata milanese Progetto CMR, che verrà realizzato nei prossimi due anni vicino alla capitale ugandese Kampala e che unisce un’architettura innovativa e sostenibile alla scelta di porre il paziente al centro del progetto.

Alla cerimonia di posa della prima pietra hanno partecipato istituzioni locali e l’arch. Massimo Roj, AD di Progetto CMR e Chief Designer del progetto che ne ha presentato le caratteristiche più rilevanti.

 

L’ISHU sarà prima di tutto un polo medico d’avanguardia destinato alla cura di patologie anche gravi e si prevede, per la prima volta in Africa, la medicina nucleare.

 

 

Il complesso occuperà un’area di circa 300.000 mq e sarà costituito da 9 edifici, che oltre l’ospedale per 268 posti riservati alle degenze e più di 100 posti riservati alle attività di day hospital, includono varie strutture tra cui le residenze per medici e infermieri, una scuola di formazione, un centro congressuale, hotel e aree commerciali. Il Governo ugandese stima un risparmio di oltre 180 milioni di dollari, cifra spesa in media ogni anno dallo Stato per sostenere le cure all’estero dei suoi cittadini.

 

 

Al centro di tutto il progetto sostenibilità e innovazione, l’ISHU sarò dunque un polo medico d’eccellenza che si caratterizzerà per l’alta efficienza, la ricerca continua e la massima attenzione rivolta ai paziente.

 

 

 

Proprio per rispettare questi tre obiettivi gli edifici, dalle altezze contenute, sono stati disegnati e posizionati seguendo le curve naturali del terreno, minimizzando l’impatto sulla natura e assicurando a chi si troverà al suo interno di beneficiare della vista migliore da ogni angolazione.

Il design delle facciate è un ulteriore richiamo al contesto naturale, con tinte tenui e delicate, la scelta di utilizzare la pietra locale con l’inserimento di particolari motivi decorativi intrecciati che rimandano ad alcune trame tipiche della tradizione africana.

 

 

Gli spazi interni saranno invece illuminati, allegri e colorati, contrariamente all’immaginario collettivo di un ospedale. Sono invece concepiti per dare allegria e per permettere ai pazienti di sentirsi a proprio agio in ambienti accoglienti, anche se non familiari. Per massimizzare questo benessere, il centro sarà caratterizzato da balconi e del parco che circonda il complesso.

 

 

Dal punto di vista tecnologico e impiantistico, il complesso è stato progettato seguendo i criteri dettati dal Green Building Council in tema di sostenibilità, per ridurne i consumi e massimizzare le risorse rinnovabili a disposizione in loco. A questo proposito, sono stati previsti ad esempio, pompe di calore ad alta efficienza per la produzione di caldo e freddo, pannelli fotovoltaici e tetti verdi in copertura, sistemi di riciclo dell’acqua piovana. 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
20/10/2017

Il progetto NeighborHub vince il Solar decathlon 2017

Il Solar Decathlon di Denver negli USA è stato vinto da un team svizzero con il progetto NeighborHub, una casa solare a servizio del quartiere e della comunità     Il team svizzero composto da partecipanti dell'Ecole ...

16/10/2017

Posata la prima pietra del primo smart district di Milano

UpTown sarà uno smart district verde, ecosostenibile, caratterizzato da spazi di aggregazione e di socializzazione, domotica e servizi pubblici facili da fruire     Sono partiti i lavori per la realizzazione di UpTown, il primo ...

12/10/2017

Da greenbuilding a smartbuilding

Gli edifici sono sempre più smart ed efficienti dal punto di vista energetico e del comfort. Come sta evolvendo l’edilizia sostenibile? Se ne è parlato a KlimahouseCamp     In occasione della seconda edizione di ...

11/10/2017

Blocchi di vetro innovativi per soddisfare i fabbisogni energetici degli edifici

I mattoni di vetro Solar Squared potrebbero rappresentare una soluzione ai problemi di progettazione dell'energia solare dell'edilizia 
    Gli esperti di energie rinnovabili e sistemi fotovoltaici integrati in edilizia (BIPV) ...

09/10/2017

Efficienza energetica, si migliora ma non abbastanza

IEA pubblica il Rapporto Energy Efficiency 2017, che evidenzia i progressi compiuti a livello globale nelle politiche per l'efficienza energetica e l'impegno che ogni governo deve assumere per non rallentare un processo importantissimo per futuro energetico ...

04/10/2017

Peninsula Place primo progetto in Inghilterra di Santiago Calatrava

Il famoso architetto spagnolo sbarca in Inghilterra per realizzare un progetto di rinnovamento urbano nell’area di Greenwich       L’archistar Santiago Calatrava lascerà il segno nella città di Londra: il ...

29/09/2017

Ledificio in legno, riciclabile, che si monta come un puzzle

“Accupoli” è un edificio realizzato da un gruppo di studenti del Politecnico di Torino, facile da montare, pensato per le popolazioni del centro Italia colpite dal sisma       Un gruppo di studenti del Politecnico di ...

29/09/2017

Vivere in citt in una casa foresta

A Torino l'architetto Luciano Pia ha realizzato un condominio-foresta, in cui i protagonisti sono i 150 alberi che donano fluidità all'edificio e aiutano l'efficienza energetica     Si chiama Condominio 25 Verde ed è un ...