IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Ecocittà: a Porto Potenza Picena la sostenibilità ambientale si fa quartiere

Ecocittà: a Porto Potenza Picena la sostenibilità ambientale si fa quartiere

Dalla riqualificazione di un'ex area industriale un nuovo quartiere sostenibile ed efficiente

L'ecosostenibilità guarda al futuro. E per la prima volta i suoi principi non si trovano applicati solo ad una singola struttura, ma vengono estesi ad un intero quartiere. E' Ecocittà, il più grande progetto immobiliare delle Marche, che sorge in un'area di 60.000 metri quadrati a Porto Potenza Picena (MC).

In questo ampio spazio, frutto della riqualificazione di un'ex area industriale, le parole d'ordine sono attenzione per l'ambiente, efficientamento e risparmio energetico, senza consumo di nuovo suolo. Il tutto ottenuto grazie alla sinergia tra tecniche tradizionali e ultime frontiere dell'innovazione.

Già pronto e inaugurato il primo edificio del progetto, che ospita due piani commerciali (con un supermercato) e tre residenziali, con 26 appartamenti, per un'area complessiva di 15.000 metri quadrati. L'intera struttura è stata realizzata in classe energetica A, con soluzioni specifiche per la riduzione al minimo della dispersione termica: elevato spessore dell'isolamento termico a cappotto, tetto in legno ventilato, infissi ad elevate prestazioni, isolamento di tutti i solai e dei muri, eliminazione dei ponti termici. Per il riscaldamento e l'acqua calda sanitaria si può contare su un impianto termico centralizzato da 160 kw, con alimentazione a metano e caldaia a condensazione, integrato al solare termico. Grazie al sistema centralizzato si possono ottenere numerosi vantaggi quanto a ottimizzazione dell’energia e a sicurezza: non c'è gas in casa, anche grazie alla cucina ad induzione. Un impianto fotovoltaico installato su tetti e lastrici, dotato di 120 pannelli per una potenza complessiva di 30 kw, garantisce l'energia elettrica necessaria per i servizi condominiali.

Ecocittà è all'avanguardia anche per le modalità di gestione di questi impianti: essi sono infatti di proprietà dei condomini, e ciò consente di ottenere notevoli risparmi grazie all'assenza di intermediari, come le società di gestione, eliminando così i relativi ricarichi. Si è calcolato che il sistema permette di abbattere i costi di riscaldamento di circa il 20% rispetto ad un edificio realizzato rispettando la più stretta normativa attuale.

Ad Ecocittà i principi della sostenibilità ambientale forniscono garanzie maggiori rispetto alla pratica corrente, e ciò grazie all'adesione al protocollo di certificazione Itaca Marche, implementazione adottata dalla Regione per favorire l'edilizia sostenibile. In particolare gli standard adottati focalizzano l'attenzione sulla qualità del comfort interno e del sito, e sui materiali e risorse impiegati nell'intero ciclo di vita della costruzione.

Nella porzione di progetto già realizzata spicca, inoltre, un'area verde di 7.000 metri quadrati, anch'essa ideata secondo i criteri dell'ecosostenibilità: la zona è infatti provvista di un sistema di recupero dell'acqua piovana che consente il suo riutilizzo per l'irrigazione, e di un impianto di illuminazione delle aree pubbliche a basso consumo.

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
21/07/2017

Polo d’eccellenza made in Italy a Nairobi

In via di realizzazione a Nairobi un centro ospedaliero d’avanguardia realizzato in una zona green nel rispetto dell’ambiente     E’ stato presentato nei giorni scorso l’East African Kidney Institute Centre of Excellence ...

20/07/2017

Riqualificazione efficiente secondo il protocollo CasaClima R

Il progetto vincitore del concorso Viessmann 2016 per la riqualificazione energetica e il miglioramento del comfort abitativo interno di un edificio a Riccione       Lo Studio Tecnico Associato Newton è stato premiato lo ...

20/07/2017

Tour Maraîchère, per una banlieue a filiera corta

A pochi chilometri da Parigi l'innovativa doppia fattoria verticale autosufficiente dal punto di vista energetico.     E’ il 2015 quando a Parigi si firma l’accordo COP 21 sulla riduzione del surriscaldamento globale. Se da ...

18/07/2017

Nuovo skyline per Lodi con Torre Zucchetti

L'ormai ex Pirellino rinasce più eco-friendly che mai     In occasione della tanto attesa inaugurazione, si torna a parlare di Torre Zucchetti, la nuova futuristica impresa di Marco Visconti. Realizzato con la collaborazione di MAP ...

14/07/2017

Per le situazioni di emergenza la casa è rinnovabile e autosufficiente

LIFEHAUS è un progetto che sviluppa abitazioni neutrali a basso consumo energetico e autosufficienti, partendo da materiali di riciclo.
     L'architetto libanese Nizar Haddad ha realizzato il progetto LIFEHAUS ovvero ...

13/07/2017

Piazza Gae Aulenti: il belvedere si tinge di green

piuarch vuole un tetto verde per il Porta Nuova Building.       Con un po' di ritardo rispetto ai colleghi europei, anche la capitale meneghina da qualche tempo ripensa lo sviluppo urbanistico in altezza e senza più freni. Palazzo ...

12/07/2017

Casa Smart Plus a emissioni quasi 0

Un sistema costruttivo innovativo che assicura contenimento dei consumi, risparmio in bolletta e utilizzo esclusivo di energie rinnovabili     Presentato recentemente a Casale sul Sile, in provincia di Treviso, il primo cantiere aperto Casa ...

12/07/2017

Eco-villaggio sostenibile H20S in Senegal

Nasce l’eco-villaggio progettato dallo studio veneziano TAMassociati all’insegna dell’ecologia e dello sviluppo comunitario.       In un territorio come quello africano desertificazione ed emigrazione sono solo alcuni dei ...