IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Edificio in legno ad alta efficienza energetica

Edificio in legno ad alta efficienza energetica

PREFA ITALIA

Le Coperture in alluminio PREFA assicurano protezione e massima tenuta allacqua

In Sicilia ai piedi dell'Etna è stato progettato dall’Arch. Palanga dello studio Deda di Piedimonte Etneo un edificio a energia ‘quasi’ zero, con struttura in legno, realizzato secondo i principi della bioarchitettura. Il progetto unisce diverse soluzioni e materiali di differenti tipologie costruttive: legno, paglia, fibre vegetali, terra cruda, gesso fibra.
Nell'ottica di massimizzare il risparmio energetico i progettisti hanno scelto di utilizzare l’energia solare per produrre la maggior parte dell’energia necessaria all’edificio con sistemi sia attivi che passivi, mentre non è previsto alcun impianto aggiuntivo di raffrescamento estivo, poiché gli elementi coibenti e i sistemi di ombreggiamento assicurano l’adeguato comfort nella stagione calda.

Le forme curve e l’esposizione della residenza sono stati studiati nei dettagli per ottimizzare il contributo naturale alle prestazioni bioclimatiche ed energetiche dell’edificio stesso, oltre ad integrarsi perfettamente nel suggestivo paesaggio delle pendici dell’Etna.
L’edificio è composto da tre volumi affiancati che si sviluppano su due piani, un fuori terra e uno seminterrato, ed è caratterizzato da una originale copertura a doppia falda, dalla forma inusuale. La scelta delle soluzioni progettuali, tecnologiche e di tutti i materiali impiegati è legata tanto ai requisiti tecnico-economici e bioclimatici, quanto al contenuto in termini di sostenibilità ambientale.
Per la struttura portante è stato scelto un sistema misto in legno e calcestruzzo armato, la cui combinazione garantisce ottime prestazioni antisismiche e l’opportuna permeabilità all’aria e ai campi magnetici naturali, requisiti fondamentali per una struttura bioecologica.
La stratigrafia della copertura ventilata è costituita dalla struttura portante e le relative orditure secondarie in legno, da uno strato termoisolante in fibra vegetale e dall’impermeabilizzazione con telo traspirante. Per il manto di rivestimento è stato scelto già in fase progettuale il Nastro in alluminio PREFALZ di PREFA, fissato con la tecnica della doppia aggraffatura.

I sistemi di ombreggiamento estivo in lamelle di legno che proteggono dall’irraggiamento diretto i lucernari sono state infatti rivestite nella parte superiore con lo stesso Nastro PREFALZ per assicurare la protezione delle travi e la massima tenuta all’acqua della copertura, prestando particolare cura nel rivestimento di testa e all’attacco. In questo modo si è ottenuto una coerenza materica di grande pregio fra le falde e le strutture accessorie.

Il sistema di rivestimento PREFA inoltre ha assicurato un altro fondamentale vantaggio in termini di semplificazione del fissaggio dell’impianto solare termico, grazie alla tecnica della doppia aggraffatura che garantisce la massima tenuta costante nel tempo.
Sottolinea l’architetto Palanga "il rivestimento in alluminio PREFALZ mi ha convinto subito anche per la sua finitura superficiale pregiata che ricorda il titanio”. La valenza tecnologica dell’alluminio crea infatti un piacevole contrasto con l’effetto naturale dei rivestimenti in legno delle pareti e grazie alla sua natura ecologica, sposa in pieno i criteri della bioarchitettura perseguiti in questo progetto. L’alluminio è un materiale largamente presente in natura e completamente riciclabile. I laminati in alluminio PREFA sono prodotti al 90% da alluminio riciclato e sono essi stessi riciclabili alla fine del loro lungo ciclo di vita”.

Le caratteristiche dell’alluminio ben si sposano con le prestazioni richieste ai prodotti per copertura, garantendo risultati di eccellenza: la sua leggerezza assicura una posa semplice e veloce, le sue proprietà materiche garantiscono l’assoluta inattaccabilità dalla ruggine e una grandissima resistenza in ogni condizione climatica, a cui vanno collegati i bassissimi costi di manutenzione dovuti proprio alla lunga durata del metallo nel tempo. Il favorevole rapporto resistenza/peso, che riduce al minimo il carico fisso sulla strutture di sostegno dell’edificio e rende agevole la movimentazione e installazione del materiale, assicurano preziosi vantaggi sia per la progettazione che durante le fasi di posa.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
21/07/2017

Polo deccellenza made in Italy a Nairobi

In via di realizzazione a Nairobi un centro ospedaliero d’avanguardia realizzato in una zona green nel rispetto dell’ambiente     E’ stato presentato nei giorni scorso l’East African Kidney Institute Centre of Excellence ...

20/07/2017

Riqualificazione efficiente secondo il protocollo CasaClima R

Il progetto vincitore del concorso Viessmann 2016 per la riqualificazione energetica e il miglioramento del comfort abitativo interno di un edificio a Riccione       Lo Studio Tecnico Associato Newton è stato premiato lo ...

20/07/2017

Tour Marachre, per una banlieue a filiera corta

A pochi chilometri da Parigi l'innovativa doppia fattoria verticale autosufficiente dal punto di vista energetico.     E’ il 2015 quando a Parigi si firma l’accordo COP 21 sulla riduzione del surriscaldamento globale. Se da ...

18/07/2017

Nuovo skyline per Lodi con Torre Zucchetti

L'ormai ex Pirellino rinasce più eco-friendly che mai     In occasione della tanto attesa inaugurazione, si torna a parlare di Torre Zucchetti, la nuova futuristica impresa di Marco Visconti. Realizzato con la collaborazione di MAP ...

14/07/2017

Per le situazioni di emergenza la casa rinnovabile e autosufficiente

LIFEHAUS è un progetto che sviluppa abitazioni neutrali a basso consumo energetico e autosufficienti, partendo da materiali di riciclo.
     L'architetto libanese Nizar Haddad ha realizzato il progetto LIFEHAUS ovvero ...

13/07/2017

Piazza Gae Aulenti: il belvedere si tinge di green

piuarch vuole un tetto verde per il Porta Nuova Building.       Con un po' di ritardo rispetto ai colleghi europei, anche la capitale meneghina da qualche tempo ripensa lo sviluppo urbanistico in altezza e senza più freni. Palazzo ...

12/07/2017

Casa Smart Plus a emissioni quasi 0

Un sistema costruttivo innovativo che assicura contenimento dei consumi, risparmio in bolletta e utilizzo esclusivo di energie rinnovabili     Presentato recentemente a Casale sul Sile, in provincia di Treviso, il primo cantiere aperto Casa ...

12/07/2017

Eco-villaggio sostenibile H20S in Senegal

Nasce l’eco-villaggio progettato dallo studio veneziano TAMassociati all’insegna dell’ecologia e dello sviluppo comunitario.       In un territorio come quello africano desertificazione ed emigrazione sono solo alcuni dei ...