IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Info dalle aziende > Ecap di Edilteco Group per il Museo Archeologico di Quartucciu

Ecap di Edilteco Group per il Museo Archeologico di Quartucciu

EDILTECO

Il parco Urbano Sergio Atzeni, del valore di 8 milioni di euro, finanziato dalla Regione Sardegna grazie ai bandi Por, prevede due corpi distinti di circa 2mila metri quadrati ciascuno: il Museo Archeologico di Quartucciu e la Biblioteca completata lo scorso settembre. Luogo deputato a parcheggio è l'agorà centrale su cui si affaccia l'intero complesso frutto del fortunato sodalizio tra l'architetto Pietro Reali ed il collega David Palterer. L'intento è duplice, anzi triplice, e si traduce in una sfida di notevole portata. Non solo infatti la pubblica amministrazione vuole offrire tanto uno spazio ludico - culturale ai bambini di ogni età, quanto una dimora adeguata ad ospitare i preziosi reperti della necropoli di Pill' e Matta.  Ma mira piuttosto a cambiare in meglio gli anonimi connotati di una periferia che, se non proprio squallida, appare comunque priva di fascino. 
Da sempre in prima fila nella lotta contro il degrado urbano Edilteco, azienda di San Felice sul Panaro leader internazionale nella produzione di malte leggere termoisolanti, ha messo la propria  competenza  in materia di isolamento termico al servizio della riqualificazione del tessuto urbano e sociale di Quartucciu. L'impiego di Ecap, innovativo pannello isolante firmato Edilteco che vanta posa facile, rapida e sicura, ha permesso a Saibo, impresa esecutrice dei lavori, di procedere a spron battutto nel puntuale rispetto dei tempi di consegna. Merito anche della rasatura preapplicata che protegge in modo assai efficace i pannelli dalle intemperanze climatiche. Utilizzati sia nella coibentazione a cappotto delle pareti della biblioteca sia per garantire l'indispensabile immunità del museo agli indigesti sbalzi di temperatura, i pannelli Ecap sono stati applicati sul supporto in cemento a forma di nuraghe capovolto che per tetto vanta una struttura in legno lamellare dotata di pannelli fotovoltaici. Una forma quella conica piuttosto "scomoda" le cui fasi realizzative non sempre si sono rivelate agevoli (ottenere la corretta inclinazione e la perfetta curvatura del cordolo di chiusura del cilindro più esterno pare abbia richiesto un notevole dispendio di energia ). Ma che, a detta della stessa Saibo, non sembra aver messo i bastoni tra le ruote durante la posa dei pannelli Edilteco. Ideale per l'isolamento termico interno ed esterno degli edifici, Ecap  consente l'eliminazione dei ponti termici e protegge le facciate dalla violenza delle acque meteoriche. Una volta posizionato il pannello, è inoltre sufficiente un singolo strato di  finitura colorata per ottenere un risultato impeccabile.
Il dettaglio dell'intervento
Forte di una spina centrale che, illuminata dall'alto grazie ai lucernari, funge da disimpegno ai volumi trasversali destinati a funzioni diverse, la biblioteca  ha preteso 600 chilogrammi di Ecap F e 14mila chilogrammi di Ecap MC 3mm giallo. Più esoso il Museo Archeologico che ha richiesto l'impiego di 9800 chilogrammi di Ecap ADX, 16800 chilogrammi di Ecap MC 3mm bianco e 1200 chilogrammi di Ecap AP lilla destinato alla parete finestrata. Per la coibentazione a cappotto dello scrigno dei tesori di Pill' e Matta - 2mila metri quadrati - è stato utilizzato il pannello Ecap 100 L40.

Richiedi informazioni su Ecap di Edilteco Group per il Museo Archeologico di Quartucciu
Museo Archeologico di Quartucciu

TEMA TECNICO:

Coibentazione termica

Consiglia questo comunicato ai tuoi amici

Questo articolo è inerente le seguenti categorie
RISPARMIO ENERGETICO