IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Le pavimentazioni mangia smog che riducono l’inquinamento

Le pavimentazioni mangia smog che riducono l’inquinamento

La lotta a emissioni inquinanti, smog e inquinamento si combatte su molti fronti: esistono specifici masselli in grado di abbattere le sostanze inquinanti. Le innovative soluzioni Ferrari BK

 

Le pavimentazioni mangia smog di Ferrari BK che riducono l'inquinamento

 

Surriscaldamento, diminuzione delle precipitazioni e aumento delle aree urbane non fanno che peggiorare i dati dell'inquinamento ed emissioni di CO2. Le pavimentazioni "Mangia smog" possono essere un valido aiuto.

 

Come sappiamo quest'inverno è caratterizzato dalla mancanza di precipitazioni, il mese di ottobre infatti passerà alla storia per essere stato il più secco degli ultimi 60 anni, mentre recenti dati pubblicati dal CNR ci dicono che il 2017 è stato l'anno più secco dal 1800 e il 4° più caldo di sempre.

 

Ciò naturalmente comporta danni per l’ambiente, con l’aumento dell’inquinamento e danni per la salute, con la sempre maggiore diffusione di malattie legate a temperature troppo alte ed emissioni inquinanti.

 

Ma le innovazioni e i progressi in edilizia rappresentano un valido aiuto, è infatti possibile intervenire utilizzando pavimentazioni mangia-smog realizzate con materiali cementizi ad attività fotocatalitica, che assicurano una particolare efficienza nell’ossidare le sostanze organiche e inorganiche nocive presenti nell’atmosfera.

 

Ferrari BK in particolare propone i masselli realizzati con lo speciale cemento anti-smog BlueCity® che, grazie alla presenza di luce naturale, ossidano le sostanze inquinanti trasformandole in sostanze non inquinanti.


Nitrati, solfati e carbonati vengono quindi dilavati con l’acqua piovana e non sono dannosi per la salute e per l’ambiente.
Le sostanze inquinanti e le polveri sottili grazie a TX Active® vengono abbattute: i test di laboratorio, ottenuti con procedure sperimentali messe a punto da esperti di fotocatalisi (Università di Ferrara), di qualità dell’aria(Centro di Ricerca di ISPRA e CNR di Roma) e di emissioni inquinanti da materiali (ITC - Istituto per le Tecnologie della Costruzione), per valutare le caratteristiche antinquinanti dei manufatti realizzati con cementi TX Active®, hanno dimostrato come siano possibili abbattimenti fino al 91% di NO2.


Pavimentazioni Ferrari BK con finitura antismog BlueCity®

  • Via Postumia® è una pavimentazione di grande eleganza e duttilità particolarmente utilizzata nei giardini, terrazze e cortili privati, marciapiedi e aree pedonali, parchi, piazze;
  • Mattonvecchio® è un elegante massello anticato che regala agli esterni delle abitazioni un fascino d’altri tempi. Disponibile in raffinate colorazioni e finiture;
  • XLoad®, soluzione in grado di resistere a pesanti sollecitazioni, particolarmente adatta per la pavimentazione di parcheggi e aree di sosta per mezzi pesanti, aree industriali e commerciali dove il traffico veicolare è continuo;
  • Mattoncino, pavimentazione che permette di creare pavimentazioni di grande stabilità e compattezza: per questo è adatto a tutti i contesti, in primis industriali ma anche residenziali e urbani;
  • Doppia T, sintetizza design elegante e grande funzionalità: è quindi un’ottima soluzione per la pavimentazione di aree a forte traffico pesante, anche grazie all’eccezionale sistema di aggancio tra masselli.

Ferrari Bk propone anche una ricca gamma di  pavimentazioni ad alta riflettanza, realizzate con materiali naturali, permeabili e con proprietà di riflessione solare in grado di ridurre il fenomeno dell’isola di calore dovuto all’accumulo di calore dell'asfalto scuro durante il giorno e il suo rilascio durante la notte.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
24/04/2018

A marzo cala il fotovoltaico e cresce l'eolico

A marzo i consumi di energia elettrica crescono del 4,2%. Bene eolico e idroelettrico. - 27,1% per il fotovoltaico rispetto a marzo 2017 ma + 60,9% rispetto a febbraio 2018     Pubblicato con lieve ritardo rispetto al solito il Rapporto mensile ...

24/04/2018

Prosumer e aggregatori, la nuova era dell’energia

Il ruolo dei prosumer nella trasformazione energetica; le nuove forme di produzione per l'energia introdotte dalla SEN; lo sviluppo di nuovi modelli tipo "aggregatore"   a cura di Italia Solare     Negli ultimi anni si parla di prosumer ...

19/04/2018

Corrono gli investimenti nelle rinnovabili

Presentato l’Irex Annual Report: nel 2017 13,5 miliardi di investimenti nelle rinnovabili, per una potenza di 13,4 GW, soprattutto all’estero.     Nel 2017 gli investimenti in rinnovabili tra Italia e, soprattutto, estero hanno ...

17/04/2018

Forum mondiale per la forestazione urbana

Le foreste urbane e le infrastrutture verdi possono fornire un contributo fondamentale alla progettazione sostenibile: a Mantova la prima edizione del World Forum on Urban Forests        Dal 28 novembre al 1 dicembre Mantova ...

13/04/2018

21 maggio 2017: l'87% dei consumi elettrici coperti da rinnovabili

Nel 2017 crescono i consumi di energia, calano leggermente le emissioni di CO2, prezzi in discesa e rinnovabili ai massimi storici. Il nuovo report Enea.     Pubblicata da Enea l'analisi trimestrale del sistema energetico italiano che si ...

12/04/2018

Risparmio energetico e riqualificazione edilizia a Klimahouse Toscana

Appuntamento a Firenze dal 13 al 15 aprile presso il Nelson Mandela Forum per approfondire le soluzioni e tecnologie a basso impatto ambientale per abitazioni confortevoli ed energeticamente efficienti     Si rinnova l'appuntamento a Firenze ...

11/04/2018

Soluzione innovativa di facciata per il risparmio energetico

Impianti di distribuzione integrati nella facciata degli edifici per la gestione del riscaldamento, raffrescamento e il ricambio d’aria: l'innovativa soluzione sviluppata da Eurac Research e l’azienda Stahlbau ...

05/04/2018

Dalle foglie che svolazzano nuova fonte di energia?

Dal passaggio tra luce e ombra che si crea al movimento delle foglie al vento si può generare energia pulita. I risultati di uno studio della Linköping University     In futuro potrebbe essere possibile raccogliere energia con ...