IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Fotovoltaico: definire un limite massimo di energia incentivabile

Fotovoltaico: definire un limite massimo di energia incentivabile

Italia Solare propone al GSE di definire un limite massimo di energia incentivabile per gli impianti FV così da assicurare la libertà di intervento o sostituzioni dei componenti

 

 

Come si può semplificare il rapporto con il GSE in vista del Documento tecnico di riferimento per gli interventi sugli impianti fotovoltaici in Conto energia? E’ questa la domanda cui Italia Solare sta cercando di rispondere e, a tal proposito, ha proposto al GSE un tavolo di confronto per la massima semplificazione burocratica e amministrativa, così da agevolare le procedure, evitando inutili perdite di tempo.


In occasione delle prime tappe del tour “Una marcia in più per gli Impianti Fotovoltaici”, l’associazione ha raccolto spunti e riflessioni che aiutino a semplificare i rapporti produttori FV-GSE, ma anche a promuovere il settore dal grande potenziale nei prossimi anni del revamping degli impianti FV.
Italia Solare ricorda intanto che la manutenzione preventiva di un impianto fotovoltaico, in modo che ne siano garantite le performance nel tempo, è necessaria a garanzia della producibilità dell’impianto e della sicurezza, ed è richiesta dalla normativa, ai sensi del DM 37/08 e del D.Lgs 81/08 ed è dunque un aspetto che dovrebbe essere inserito nel DTR in emanazione.


Per ITALIA SOLARE è prioritario, per ottimizzare e semplificare i rapporti tra GSE e operatori, definire una regola chiara per cui per ogni impianto debba essere stabilito un limite massimo di energia incentivabile e ogni impianto non possa ricevere più fondi di quelli previsti dal budget a suo tempo rappresentato dal “contatore” e non debba essere oggetto di modifiche che possano “inficiare i requisiti che hanno consentito il riconoscimento della tariffa incentivante e di eventuali premi o maggiorazioni previsti dal Conto Energia di riferimento”.

 

In questo modo, evidenzia il Presidente di Italia Solare Paolo Rocco Viscontini, si supererebbero le incertezze sulla possibilità o meno di intervenire sugli impianti, risparmiando tempo e le spese legate ai costi di istruttoria.


Ogni produttore potrebbe riqualificare o sostituire i componenti e migliorare le prestazioni dell’impianto senza l’obbligo di comunicarlo GSE, a meno che si modifichi la potenza installata, che dovrà rispettare i limiti stabiliti dal GSE, o che vengano meno i requisiti che hanno dato origine all’ottenimento di eventuali premi o maggiorazioni degli incentivi.

 

Sono quattro gli obiettivi principali che Italia Solare ha indivuduato e segnalato al GSE:
1. maggiore efficacia della produzione di energia pulita da fonte fotovoltaica anche attraverso la manutenzione preventiva degli impianti;
2. incentivare il settore del revamping che può portare importanti vantaggi al Paese in termini di competenze specialistiche e PIL
3. semplificazione burocratica per garantire una reale riduzione dei costi di gestione delle pratiche del GSE
4. utilizzare al meglio il programma del Conto Energia, nel rispetto dei limiti imposti dai relativi budget economici

 

Scarica la lettera che Italia Solare ha inviato al GSE

 

 

TEMA TECNICO:

Solare fotovoltaico

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
28/03/2017

Tecnologie energetiche innovative, appuntamento a Milano e Roma

VP Solar propone 2 nuovi appuntamenti con gli Energy day a Milano e Roma, dedicati alle ultime novità in tema di tecnologie energetiche per assicurare risparmio e autosufficienza       Appuntamento a Milano il 5 aprile e a Roma l'11 ...

16/03/2017

11 stati dell’UE hanno raggiunto gli obiettivi rinnovabili al 2020

Crescono le energie rinnovabili in Europa che è sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi al 2020. L’Italia ha raggiunto il target, alcuni paesi dovranno impegnarsi di più     L’Eurostat ha pubblicato i dati ...

16/03/2017

Una Chiesa green e con tetto fotovoltaico

Un edificio religioso all’avanguardia, passivo e CO2 neutral, realizzato con approccio ecosostenibile e circondato da 10.000mq di parco     Sarà realizzato in tempi brevi a Salerno, nei quartieri Torrione e Sala Abbagnano che ...

13/03/2017

Il 2017 inizia con segno + per le installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico

Pubblicato l'Osservatorio Anie Rinnovabili di gennaio 2017, nel complesso le nuove installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico hanno raggiunto circa 69 MW       Pubblicato da Anie Rinnovabili il consueto osservatorio sulle energie ...

10/03/2017

Innovativo processo per ridurre fino al 25% il costo di fabbricazione delle celle solari

Il progetto SOLNOWAT finanziato dall’UE, è dedicato allo sviluppo di un nuovo metodo di incisione a secco delle celle solari, in grado di diminuirne il costo fino al 25%     I ricercatori impegnati nel progetto ...

10/03/2017

Quali sono le prospettive per il fotovoltaico in Europa?

La domanda globale di energia solare nel 2016 è aumentata quasi del 50%, in Europa è scesa del 20%. L’UE può tornare leader del fotovoltaico?     Nel corso del vertice SolarPower 2017, che si è svolto il 7 e ...

08/03/2017

Record mondiale di efficienza dei moduli fotovoltaici a Perovskite

Realizzati dai ricercatori italiani moduli fotovoltaici a Perovskite con un’efficienza record a livello mondiale     
I ricercatori del Polo Solare Organico (CHOSE) dell’Università degli Studi di Roma “Tor ...

24/02/2017

Un albero naturale per l'energia fotovoltaica, eolica e idrica

Un'innovazione tutta italiana quella di Tree Life, dalla forma di albero, che produce energia eolica, idrica e fotovoltaica, integrandosi in ogni contesto ambientale     La produzione di energia da fonti rinnovabili negli ultimi anni ha ...