IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Fotovoltaico low cost, un passo avanti: dal MIT una cella a punti quantici efficiente

Fotovoltaico low cost, un passo avanti: dal MIT una cella a punti quantici efficiente

Maggiore efficenza dalle celle fotovoltaiche basate sui punti quantici. Un risultato importante è stato raggiunto dal team guidato da Joel Jean, dottorando al Dipartimento di Ingegneria Elettrica e Scienze Informatiche del Massachusetts Institute of Technology (MIT). Alla compilazione dello studio, che verrà riportato sull'Advanced Materials, hanno contribuito il Prof. Moungi Bawendi, la Prof.ssa Silvjia Gradecak, il Prof. Vladimir Bulovic, tre laureati e un dottore. 
Tale risultato è stato possibile grazie all'utilizzo di uno strato nanofili di ossido di zinco, che, frapposto tra la pellicola assorbente e i punti quantici (immersi in questa "foresta" di nanofili), funge da mediatore per il trasferimento, l'assorbimento e la conversione dell'energia solare. Il principale problema nella realizzazione di una cella fotovoltaica, infatti, è la necessità di avere una pellicola abbastanza sottile da lasciare passare le cariche necessarie per la conversione a energia elettrica ma allo stesso tempo abbastanza spessa da assorbire importanti quantità d'energia solare; "una grossa discrepanza" ha commentato Jean. Questo sistema basato sui nanofili di ossido di zinco elimina completamente tale ostacolo.
Le celle fotovoltaiche basate sui punti quantici sono un passo importante verso un fotovoltaico economico. Così costruite, non necessitano di alte temperature, altrimenti richieste dal silicone per esempio, possono essere realizzate con materiale economico e presente abbondantemente in natura e possono essere attaccate a numerosi tipi di materiali poco costosi o flessibili; in generale, i costi di produzione tendono ad abbassarsi.
Con questo sistema, il team è riuscito a ottenere un'efficenza pari al 5%, ancora troppo bassa per pareggiare la soglia necessaria per avere un prodotto commercializzabile. L'intenzione degli ingegneri, così come le potenzialità di questo tipo di celle permettono, è di superare la soglia del 10% e migliorare ulteriormente l'efficenza tra la pellicola e lo strato di nanofili ottimizzando lo spazio fra essi. Sebbene in termini assoluti non siamo di fronte a livelli molto alti, va sottolineato come siano risultati estremamente positivi per le celle basate sui punti quantici.
 
Fonte International Business Times - Massimiliano Di Marco

TEMA TECNICO:

Solare fotovoltaico

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
16/01/2017

Nel deserto israeliano la più alta torre solare del mondo

La torre Ashalim sarà alta 250 metri e riceverà la luce riflessa da un campo di 50.000 pannelli eliostati     E’ in costruzione nel deserto israeliano del Negev la torre solare più alta del mondo che con i suoi 250 ...

13/01/2017

Al Campus di Savona autonomia energetica e rinnovabili

Lo Smart Energy Building vanta autosufficienza energetica grazie a geotermia, fotovoltaico e movimento degli studenti       Prosegue l’impegno del Campus di Savona quale Centro di Innovazione nazionale sulle tecnologie per la Smart ...

09/01/2017

Il Milleproroghe ferma obbligo rinnovabili al 35%

Rinviato al 2018 l’obbligo della quota del 50% di utilizzo delle rinnovabili termiche nei nuovi edifici o per le ristrutturazioni rilevanti  
Il decreto Milleproroghe, pubblicato nella Gazzetta ufficiale 304 del 30 dicembre scorso, ...

23/12/2016

Nei primi 9 mesi del 2016 fotovoltaico ed eolico coprono il 14% della domanda di energia

Raggiunto da gennaio a settembre il massimo storico di produzione da eolico e solare, mentre calano in contemporanea le emissioni di CO2 e i consumi energetici     L'Enea ha pubblicato il Bollettino del Sistema Energetico Italiano dedicato al ...

21/12/2016

Il fotovoltaico più economico dell’eolico e del carbone

L’ultimo Rapporto pubblicato da Bloomberg New Energy Finance, evidenzia che il mondo green è arrivato a un punto di svolta e che i mercati emergenti stanno superando le economie forti grazie ai pannelli a basso costo.     Il ...

19/12/2016

Cala la produzione fotovoltaica nel 2016

Pubblicata dal GSE un’analisi preliminare sulla produzione fotovoltaica nei primi 9 mesi dell’anno che segna un -4.1%       Il GSE ha pubblicato l’analisi preliminare dedicata alla “Produzione fotovoltaica in Italia ...

15/12/2016

Rinnovabili in Italia in crescita, attesi lavoro e investimenti

Dal 2016 al 2020 saranno installati circa 3,7 GW di potenza aggiuntiva da fonti rinnovabili, per un investimento di oltre 7 miliardi di euro. Crescono gli occupati scendono i costi in bolletta     Il GSE ha pubblicato uno Studio sugli scenari ...

14/12/2016

Leggero calo per le nuove installazioni FER, bene il fotovoltaico

Pubblicato l'osservatorio Anie Rinnovabili: - 4% per le nuove installazioni FER rispetto al 2015, il fotovoltaico segna un + 26%     Nel complesso nel periodo gennaio-ottobre 2016 le nuove installazioni di eolico, fotovoltaico e idroelettrico ...