IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > G8 energia, accordo su efficienza e sostegno ai paesi in via di sviluppo

G8 energia, accordo su efficienza e sostegno ai paesi in via di sviluppo

Efficienza energetica e lotta al cambiamento climatico, sostegno all'Africa e ai Paesi in via di sviluppo e rilancio del dialogo tra governi e imprese per la stabilizzazione dei prezzi del petrolio. Sono queste le priorità su cui i 23 ministri e le 8 organizzazioni internazionali riuniti a Roma per i lavori del G8 Energia hanno trovato la convergenza e che approderanno sul tavolo del G8 dei capi di Stato e di Governo de L'Aquila.
In particolare, nell'ambito della lotta al cambiamento climatico è stato raggiunto un accordo sull'efficienza energetica, definito dal ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, «importantissimo, visto che punta a creare regole comuni e favorisce gli investimenti. Definita anche una piattaforma sull'utilizzo del carbone pulito». «È la prima volta - ha spiegato il ministro - che si svolge una sessione del G8 aperta alle più grandi imprese energetiche mondiali».
I lavori del summit si sono focalizzati anche sul problema della povertà energetica: il sostegno agli investimenti energetici per l'Africa e i paesi più poveri. «In questo senso - ha evidenziato Scajola - si possono creare opportunità di lavoro e frenare le pressioni migratorie».
Tutti i partecipanti hanno espresso soddisfazioni per i risultati raggiunti. Il ministro russo dell'Energia, Sergei Shmatko, ha sottolineato «come sulla maggior parte delle questioni si sia avuta una confluenza di vedute tra Paesi produttori e consumatori». Il ministro brasiliano, Edison Lobao, ha ricordato l'impegno del suo governo a favore dell'efficienza energetica e come, allo stesso tempo, si sia dato impulso al raddoppio delle riserve petrolifere «per una maggiore sicurezza».
La Cina ha offerto il proprio contributo anche se, ha spiegato il vice direttore del Dipartimento nazionale dell'Energia, Sun Qin, «il percorso è lunghissimo». Per il presidente dell'Opec e ministro algerino dell'Energia, Chakib Khelil, «è stato trovato un consenso sulle linee principali come i prezzi delle materie prime, sicurezza energetica e la necessità di una maggiore cooperazione. Tutte le fonti energetiche - ha spiegato - sono importanti non solo il petrolio e il gas».
In vista della Conferenza sul clima di fine anno in programma a Copenhagen, il Commissario europeo all'Energia, Andris Piebalgs, ha sottolineato come sia stato dato un «impulso importante per un compromesso». Particolare attenzione è stata dedicata al tema del nucleare: «Riaffermiamo che il requisito fondamentale per un uso pacifico dell'energia nucleare - si legge nelle conclusioni del G8 - è l'impegno internazionale per la sicurezza e per la salvaguardia della non proliferazione, sostenendo al contempo 'attività dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica.
Continueremo a promovere lo sviluppo di solidi trattati, standard e raccomandazioni internazionali, oltre a procedure di monitoraggio a livello nazionale e internazionale». I Grandi hanno quindi incoraggiato i paesi interessati «a un uso civile dell'energia nucleare e a impegnarsi in una collaborazione internazionale costruttiva».
 
Fonte http://www.ilsole24ore.com/
 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
18/01/2017

La rinnovabili sempre più competitive, il futuro è green!

Come le rinnovabili possono decarbonizzare il settore energetico, grazie alla diminuzione dei costi, innovazione tecnologica e politiche efficienti     Irena, l’agenzia internazionale per le energie rinnovabili, ha presentato il nuovo ...

18/01/2017

Nuove tipologie abitative a Made

Come stanno cambiando le abitudini e i comportamenti delle persone rispetto ai consumi, al lavoro, alla sostenibilità e alla casa? Scopriamolo a Milano dall'8 all'11 marzo 2017.   MADE expo, una delle più importanti manifestazioni ...

17/01/2017

Dalla diffusione della micro-cogenerazione benefici economici e ambientali

Uno studio pubblicato dalla società Althesys analizza i benefici a livello economico, di risparmio energetico e diminuzione delle emissioni in ambiente che deriverebbero dalla crescita della microcogenerazione       La ...

17/01/2017

Lo smog soffoca le città italiane

L'ultimo Report di Legambiente lancia l'allarme, sono 32 le città in cui è stata superata la soglia di polveri sottili consentita dalla legge. Serve un piano nazionale che aiuti gli amministratori a intervenire ...

05/01/2017

Crescono le rinnovabili, diminuisce la dipendenza energetica

L'Istat ha pubblicato l'edizione 2016 dell’Annuario statistico italiano che traccia una fotografia dei principali settori in Italia, tra cui ambiente ed energia.     L’Istat ha pubblicato l’edizione 2016 dell’Annuario ...

23/12/2016

Nei primi 9 mesi del 2016 fotovoltaico ed eolico coprono il 14% della domanda di energia

Raggiunto da gennaio a settembre il massimo storico di produzione da eolico e solare, mentre calano in contemporanea le emissioni di CO2 e i consumi energetici     L'Enea ha pubblicato il Bollettino del Sistema Energetico Italiano dedicato al ...

23/12/2016

Progetto #greenlight, per l'efficienza energetica nelle gallerie

Investimento da 155 milioni di euro per il risparmio energetico nelle Gallerie gestite da Anas e l'aumento della sicurezza       Illuminazione efficiente, risparmio energetico e aumento della sicurezza nelle Gallerie della rete stradale di ...

23/12/2016

Via libera al piano energetico delle Marche che spinge sulle rinnovabili

Obiettivo del piano è la diminuzione del consumo regionale di energia del 20% e di portare al 25.8% il contributo delle energie rinnovabili     Il Consiglio regionale delle Marche ha approvato Piano Energetico Ambientale Regionale (PEAR ...