IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Gli incentivi fiscali per l'efficienza energetica: analisi, risultati e prospettive

Gli incentivi fiscali per l'efficienza energetica: analisi, risultati e prospettive

Nel corso dell'incontro prommosso dall'ENEA il 4 maggio "Detrazioni fiscali per l'efficienza energetica: analisi, risultati e prospettive" è stato stilato un interessante bilancio dei risultati ottenuti relativi alle detrazioni del 55%, analizzando anche un confronto tra le parti interessate sulle prospettive del programma e le implicazioni della scadenza del programma stesso, fissata al 31 dicembre 2010.
Dal 2007, per conto del Ministero dello Sviluppo Economico, l'ENEA a supporto del sistema degli incentivi, è incaricata di ricevere la documentazione e di provvedere  al monitoraggio dei dati ambientali ed economici in essa contenuti, valutando quindi il risparmio energetico conseguito. Fornisce inoltre assistenza tecnica a tutte le categorie di utenti, cittadini, tecnici e imprese, riguardo ai requisiti tecnici degli interventi e alle procedure per usufruire degli incentivi.
Le detrazioni fiscali del 55% per coloro che intraprendono interventi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti, introdotte dalla Legge Finanziaria 2007 e confermate fino alla fine di quest'anno, costituiscono il più generoso programma di incentivazione messo in campo, non solo in Italia ma anche in Europa, per limitare il consumo di energia e le emissioni di gas climalteranti nel settore edile, a cui si deve circa un terzo del consumo di energia per gli usi finali.
La possibilità, da parte di chiunque, sia persona fisica che giuridica, di fruire degli incentivi per realizzare lavori di efficientamento energetico del proprio immobile e la consistenza dei limiti massimi di detrazione previsti per i diversi interventi, sono alcuni dei fattori che hanno determinato il successo di questo programma, testimoniato da circa 600.000 utenti in tre anni di vigenza delle detrazioni.
Il Sottosegretario allo Sviluppo Economico, On. Stefano Saglia, nel corso del workshop ha sottolineato "L'efficienza energetica costituisce uno degli elementi-chiave della nuova politica energetica nazionale, assieme alle fonti rinnovabili e al nucleare, per la riduzione della dipendenza dalle fonti fossili e per la riduzione dei consumi energetici e delle emissioni climalteranti. Il settore dell'edilizia costituisce un settore strategico, perché rappresenta circa un terzo del consumo totale di energia, e quindi il sistema degli incentivi per favorirne l'efficienza energetica costituisce una determinante opportunità di sviluppo per il sistema imprenditoriale italiano e un volano per la ripresa economica".
 
Di seguito i numeri principali emersi nel corso del workshop relativi al triennio 2007-2009. I dati relativi agli anni fiscali 2007 e 2008 sono consolidati, i dati del 2009 sono invece provvisori:
• nel 2007, sono stati effettuati 106.000 interventi di riqualificazione energetica, per un investimento complessivo pari a 1.453.000.000 euro. Il risparmio energetico conseguito ammonta a 787 GWh.
• Il 2008 è caratterizzato da una decisa crescita: 247.800 interventi, con 3.500.000.000 euro investiti che portano ad un risparmio energetico di 1.961 GWh.
• Il 2009, infine, presenta dati sostanzialmente in linea con l'anno precedente: 236.100 interventi di riqualificazione energetica con 2.900.000.000 euro di spese sostenute, con un risparmio energetico pari a 1.656 GWh.
Il risultato degli interventi riguardanti l'intera campagna delle detrazioni fiscali del 55% è da considerarsi decisamente positivo se letto in funzione dell'incremento del numero delle pratiche pervenute. Tra tutti gli interventi la sostituzione degli infissi e impianti termici sono stati quelli che hanno goduto di maggiori benefici.
Anche se il valore 2009 è realizzato sulla base dei valori medi desunti dall'anno 2008 estesi, secondo l'Enea si può comunque affermare che l'anno scorso il numero degli interventi è "sostanzialmente in linea con quanto avvenuto nel corso dell'anno precedente relativamente agli interventi di sostituzione di impianti termici", mentre si è registrata una "quasi trascurabile" diminuzione per ciò che concerne gli interventi di istallazione di impianti solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria e una leggera diminuzione del numero di pratiche relative all'istallazione di finestre comprensive di infissi, in controtendenza rispetto all'aumento di circa 3 volte registrato tra l'anno 2007 e il 2008. Va però sottolineato un consolidamento del numero di interventi sulle strutture opache orizzontali rispetto al 2008 e una stabilizzazione rispetto al 2008 del numero di interventi effettuati sulle strutture opache verticali.

Pratiche ricevute nel triennio 2007-2009. Fonte: ENEA 2010
Caratterizzazione degli interventi nel triennio 2007-2009. Fonte: ENEA 2010
Spese sostenute dai beneficiari nel triennio 2007-2009, al lordo della detrazione fiscale del 55%. Fonte: ENEA 2010
Risparmio energetico nel triennio 2007-2009. Fonte: ENEA 2010

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
20/06/2018

In che modo l'evoluzione del sistema energetico influenzer l'esigenza di stoccaggio di energia?

L'Associazione europea per lo stoccaggio dell'energia (EASE) ha pubblicato uno studio che stima la capacità di stoccaggio necessaria per consentire all'Europa di raggiungere i propri obiettivi di decarbonizzazione.     Pubblicato da ...

12/06/2018

L'italia pu arrivare al 59% di elettricit da rinnovabili entro il 2030

Un nuovo studio dell'European Climate Foundation mostra che per l'Italia le tecnologie pulite meno costose rappresentano un'opportunità capace di stimolare maggiori ambizioni in materia di clima ed energia, in linea con gli obiettivi dell'accordo di ...

11/06/2018

Gli effetti dell'economia circolare per la sostenibilit ambientale

Un innovativo studio evidenzia che l'economia circolare potrebbe consentire di mantenere il riscaldamento globale al di sotto di 2°C e ridurre le emissioni industriali dell'UE di oltre la metà entro il 2050     La ricerca ...

06/06/2018

A che punto la transizione verso le energie rinnovabili?

Il 2017 è stato un anno record per le energie rinnovabili, grazie a riduzione dei costi, aumento degli investimenti e progressi delle tecnologie. Ma la transizione energetica non sta avvenendo abbastanza velocemente per raggiungere gli obiettivi per il ...

06/06/2018

Passivhaus Days 2018

Un'iniziativa che si svolge in tutta Europa che ha l'obiettivo di far conoscere a progettisti e utenti un nuovo modo di costruire e abitare, secondo il protocollo costruttivo Passivhaus.     Dall'8 al 10 giugno committenti e ...

05/06/2018

Approvate le norme sulla diminuzione dell'inquinamento

Approvato dal CDM del 29 maggio il decreto legislativo che promuove il raggiungimento di livelli di qualità dell’aria che non creino problemi alla salute e all'ambiente     Il Consiglio dei Ministri ha approvato lo scorso ...

05/06/2018

REBUILD 2018, linnovazione radicale

Per decarbonizzare l’edilizia la strada è ancora lunga. Ma REbuild 2018 ha dimostrato, esperienze alla mano, che si può fare. Ma occorre vincere ancora numerose resistenze, che non appartengono solo al settore delle costruzioni del nostro ...

01/06/2018

5 giugno, giornata mondiale dellambiente

La Giornata mondiale dell'ambiente organizzata ogni anno delle Nazioni Unite il 5 giugno, vuole incoraggiare la consapevolezza e l'azione a livello mondiale per la protezione dell'ambiente     Come ogni anno dal 1972 il 5 giugno è la ...