IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Grattacielo sostenibile Intesa Sanpaolo

Grattacielo sostenibile Intesa Sanpaolo

LATERLITE

Scelte le soluzioni leggere Laterlite

Renzo Piano Building Workshop ha firmato il grattacielo Intesa Sanpaolo, recentemente inaugurato a Torino vicino al centro storico, realizzato con un'attenzione assoluta al risparmio energetico e alle energie rinnovabili.

L'edificio grazie a precise scelte tecnologiche volte a sfruttare al meglio le fonti naturali circostanti di energia (acqua, aria, sole) e a limitarne il consumo complessivo, ha ottenuto la certificazione energetica per la classe A ed è in fase di certificazione Leed Gold. L'acqua di falda viene utilizzata per il raffrescamento degli uffici. L'energia solare viene catturata da pannelli fotovoltaici che rivestono l'intera facciata sud della torre e producono circa 120.000 kw/ora all’anno. Gli uffici hanno un’altezza di 3,20 m e dispongono di un’illuminazione indiretta ottimizzata. Particolare attenzione è stata posta alle condizioni di lavoro dei dipendenti in termini di qualità di spazio, di luce e di comfort termico. La facciata vetrata a doppia pelle permette di limitare le dispersioni termiche in inverno e viene regolata in funzione degli apporti termici attraverso un sistema di aperture e schermature solari a lamelle motorizzate, che controllano l’irraggiamento e la luce nelle aree di lavoro. In estate l'aria fresca notturna viene incanalata all'interno dei doppi solai in cemento che ne assorbono la freschezza per restituirla di giorno negli uffici con l’aiuto di pannelli radianti. L'insieme e’ gestito da sonde collegate al BMS (Building Management System). 

La torre si articola in tre livelli di parcheggio, un livello di locali tecnici e un giardino ribassato attorno al quale si sviluppano il ristorante aziendale e l’asilo nido, mentre fuori terra si compone di 26 piani di uffici, di un piano destinato alla formazione ma anche di spazi e servizi aperti al pubblico. La torre è dotata di una sala conferenze, polifunzionale e flessibile, che, grazie ad un solaio mobile e ad un’acustica variabile, si trasforma in sala espositiva, concerti o spettacoli a seconda delle necessità e può ospitare 364 persone. In alto, la serra bioclimatica, ventilata naturalmente, che accoglie il pubblico su tre livelli: il ristorante con il giardino, la sala espositiva e la terrazza panoramica. 


Sia nella sistemazione delle numerose aree a verde che nella realizzazione di orizzontamenti e strutture verticali le imprese affidatarie dei lavori hanno scelto le soluzioni leggere Laterlite. Per quanto riguarda innanzitutto le aree esterne sovrastanti i parcheggi interrati, gli strati drenanti delle risistemazioni a verde sono stati realizzati utilizzando circa 1.800 metri cubi di argilla espansa Leca sfusa che, grazie alla sua leggerezza, alla stabilità nel tempo, alla sua resistenza alle aggressioni chimiche e al gelo, trova in questi contesti una delle sue tipiche applicazioni.

Per quanto riguarda invece le opere edili vere e proprie, la realizzazione delle partizioni verticali di vani tecnici, cavedi e corpi scala è stata scelta la tramezza LecaLite, qui utilizzata nel formato 12x28x55 semipieno per l’edificazione di circa 1.400 metri quadrati di murature.
Nelle partizioni orizzontali dell’edificio, e in particolare in quelle destinate ad accogliere pavimentazioni di tipo sopraelevato, ha invece trovato spazio uno dei prodotti per sottofondi Laterlite di maggiore successo: Lecacem Mini, un premiscelato leggero e isolante ad elevata resistenza e chiusura superficiale qui fornito in ragione di circa 450 metri cubi, specificamente indicato per la realizzazione di  strati di isolamento-alleggerimento di sottofondi e pendenze, caratterizzato da una elevata resistenza alla compressione (50 kg/cm2). La sua grana fine crea una superficie chiusa e compatta che lo rende idoneo anche per gli impieghi più gravosi, mentre la sua particolare consistenza offre una superficie ideale per assicurare una perfetta planarità del sottofondo su cui poi realizzare massetto di finitura e pavimentazione. Il basso coefficiente di conducibilità termica certificato (0,142 W/mK) di Lecacem Mini garantisce apprezzabili proprietà isolanti, consentendo in spessori ridotti il raggiungimento dei parametri di legge in materia.

Nelle zone destinate ad accogliere pavimentazioni di tipo tradizionale, invece, l’impresa esecutrice ha fatto ricorso a circa 70 metri cubi Lecamix Fast, un premiscelato leggero e isolante per massetti a veloce asciugatura a base di argilla espansa Lecapiù che, grazie a un coefficiente di conducibilità termica certificato di 0,291 W/mK - circa un quarto del tradizionale massetto sabbia/cemento – permette con soli 8 cm di spessore di raggiungere i valori di isolamento termico previsti dalla legge. 

Leca argilla espansa sfusa
Lecacem
Lecamix Fast

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
18/07/2018

Larcipelago di Vega, patrimonio Unesco, ospita il suo primo centro per visitatori

La prossima primavera si inaugura il centro visite del sito Unesco dell’Arcipelago Vega. Una struttura sobria, elegante, realizzata con materiali robusti e naturali. Un manifesto della cultura popolare norvegese, incastonato in un paesaggio ...

13/07/2018

Vivere e lavorare in un edificio BIO in legno

Il titolare dell’Azienda Agricola Debiasi ha affidato a Vario Haus la realizzazione di un edificio totalmente sostenibile, che ospita l’abitazione, il laboratorio e il punto vendita     Stefano Debiasi, titolare dell’omonima ...

12/07/2018

Casa G a energia quasi 0 realizzata in bioarchitettura

Dalla riqualificazione di un rustico di fine 800 Tiziana Monterisi Architetto ha realizzato a Moneglia un’abitazione Nzeb utilizzando esclusivamente materiali naturali e spesso poco sfruttati in edilizia quali paglia di riso, argilla, cocciopesto e ...

09/07/2018

Il Politecnico di Torino firma un progetto sostenibile per le Olimpiadi della Cina

Il Politecnico di Torino realizza “Il Parco Dora di Shougang” una delle sedi che ospiteranno le olimpiadi invernali del 2022 in Cina, progetto sostenibile e a “zero consumo di suolo”.     Nasce dalla riqualificazione ...

29/06/2018

Un edificio in sinergia con la lussureggiante natura canadese

Il progetto dell'Audain Art Museum di Patkau Architects insignito del RIBA International Prize 2018, un edificio in vetro e legno immerso nella natura   a cura di Fabiana Valentini     Un edificio di design immerso nella natura e custode ...

27/06/2018

Occitanie Tower, la torre di 40 piani con la spirale verde

Nella zona est di Tolosa sorgerà il primo grattacielo della città. Con i suoi 150 metri di altezza, l’edificio avrà una forma a spirale interrotta solo da un giardino pensile continuo che contrasta con il colore silver delle ...

25/06/2018

A Vancouver il grattacielo di legno pi alto al mondo

L’archistar Shigeru Ban firma Terrace House, ambizioso progetto eco-friendly a Vancouver: un grattacielo ibrido di 71 metri in legno, vetro e acciaio   a cura di Fabiana Valentini     Le città del futuro saranno sempre ...

11/06/2018

Ecolibera, un nuovo progetto immobiliare che fa risparmiare

Ecolibera è un concetto di casa come organismo autosufficiente, capace di sfruttare il sole per produrre energia domestica e per la mobilità elettrica, cibo e acqua calda necessari al supporto vitale di chi la abita. Ecolibera è la tappa ...