IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > I prossimi magazzini del Senato avranno un sistema di riscaldamento geotermico

I prossimi magazzini del Senato avranno un sistema di riscaldamento geotermico

E' stato firmato lo scorso aprile un protocollo d'intesa tra Palazzo Madama e GSE per una consulenza per la realizzazione di interventi energetici nei nuovi magazzini del Senato che prevedono anche l'uso della geotermia.
Il protocollo d'intesa consentirà al Senato di avvalersi della consulenza, a titolo gratuito, del Gestore dei Servizi Energetici in merito agli interventi per l'efficientamento energetico presso l'area del Trullo, dove troveranno sistemazione i nuovi magazzini del ramo del Parlamento a seguito dell'accordo raggiunto tra Senato, Ministero della Difesa e Ministero dell'economia.
Gli interventi prevedono la riduzione del consumo energetico e progetti di installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili con geotermia e fotovoltaico.
«Si tratta di un progetto ambizioso -ha detto il Presidente Renato Schifani commentando la firma del protocollo- che ci consente di utilizzare i vantaggi del libero mercato dell'energia e rientra in un piano più generale di contenimento delle spese sul quale siamo quotidianamente impegnati, in un momento in cui la situazione economica impone la massima attenzione nell'uso delle risorse pubbliche».
Il presidente del Senato ha quindi ringraziato i senatori questori, il Comitato per il Risparmio e l'Efficienza Energetica di Palazzo Madama e il GSE, che si sono adoperati per arrivare a realizzare questo intervento.
Palazzo Madama si pone così all'avanguardia nell'impegno per il raggiungimento degli obblighi comunitari assunti dall'Italia con il cosiddetto "pacchetto clima-energia".
Peraltro, le misure adottate negli ultimi due anni -per impulso del Comitato per il risparmio e l'efficienza energetica- hanno già consentito al Senato di tagliare del 60% il consumo di energia elettrica nel settore dell'illuminazione.
«La firma del protocollo d'intesa tra il Senato e il Gestore dei Servizi Energetici conferma l'opera di risparmio e di contenimento dei costi che il presidente Schifani ha voluto intraprendere in questa Legislatura», ha detto la senatrice Simona Vicari, presidente del Comitato per il Risparmio e l'Efficienza Energetica.
«Dal primo gennaio di quest'anno -ha continuato la Senatrice Vicari- grazie all'intervento del Comitato per il Risparmio e l'Efficienza Energetica, è stata registrata una riduzione del 20 % del prezzo del gas. Adesso con quest'accordo entro 60 giorni sarà varato un piano d'azione che consentirà di contenere i consumi energetici negli edifici del Senato, e di mettere in atto interventi per produrre energia rinnovabile grazie all'installazione di impianti fotovoltaici e di geotermia. In particolare questo accadrà nell'area del Trullo, dove il Senato collocherà i nuovi magazzini con un risparmio di circa un milione di euro».
«Questi risparmi -ha aggiunto la presidente del Comitato per il Risparmio e l'efficienza energetica- si aggiungono agli interventi già messi in atto dal Comitato, nel solco di quella politica di contenimento dei costi delle spese del Senato e soprattutto in ossequio agli obiettivi comunitari in merito all'incentivazione delle forme di energie rinnovabili».
Alla firma del protocollo era presente anche il senatore Luciano Cagnin, anche lui membro del Comitato per il Risparmio e l'Efficienza Energetica del Senato, che ha voluto rilevare che «L'accordo con il Gse per il risparmio energetico degli edifici di pertinenza del Senato va nella direzione giusta per fare in modo che anche in questi edifici si attui un piano di risparmio energetico in un momento in cui la situazione dell'economia ci impone la massima attenzione nell'uso delle risorse».
«Oltre al risparmio vero e proprio -ha aggiunto il senatore- si pensa di  installare anche impianti ad energia rinnovabile con il preciso obiettivo di rendere maggiormente sostenibili dal punto di vista ambientale i consumi di energia elettrica e gas. 
Anche la senatrice Anna Rita Fioroni, membro del Comitato, ha sottolineato come «il protocollo firmato oggi consentirà di avviare una serie di interventi che potranno costituire un vero e proprio modello da imitare anche da parte di altre Amministrazioni con riguardo ai temi del risparmio e dell'efficienza energetica sul quale il Senato sta dimostrando di essere all'avanguardia rispetto agli obiettivi energetico-ambientali sui quali l'Italia si è impegnata in sede europea».
 
Fonte geotermianews.it

Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica Italiana

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
07/09/2017

Rinnovabili: a Firenze la conferenza mondiale sulla geotermia

Lunedì 11 settembre si tiene il meeting mondiale dedicato alla promozione e sviluppo del settore della geotermia, dal grande potenziale ancora poco sfruttato     Firenze ospita l’11 settembre l’incontro della Global ...

16/06/2017

Un vecchio edificio in classe G diventa NZEB

Tra i progetti vincitori del concorso Viessmann 2016 la ristrutturazione efficiente di un edificio del 1929, trasformato in un immobile passivo, a energia quasi zero     Il Concorso di idee Viessmann del 2016 “Innovazioni tecnologiche e ...

05/05/2017

Potenzialit del revamping e futuro delle rinnovabili

Il 24 maggio Milano ospita la presentazione della 3a edizione del Renewable Energy Report 2017, interessante occasione per fare il punto su andamento del settore e potenzialità future nel nostro paese     L'Energy&Strategy ...

27/04/2017

Un bando per sostenere la diffusione dell'energia geotermica in Europa

La Commissione europea ha approvato il bando GEOTHERMICA che mette a disposizione 32mil di euro. Proposte preliminari entro il 10 luglio     Ministeri ed Agenzie di finanziamento europee, fra cui il MIUR, hanno presentato GEOTHERMICA, proposta ...

10/03/2017

Progetto innovativo di riqualificazione scolastica

Sostenibilità ed efficienza energetica sono il cuore del progetto di recupero e di adeguamento sismico della scuola materna comunale del centro irpino di San Sossio Baronia     Un progetto ad alta efficienza energetica e ...

13/01/2017

Al Campus di Savona autonomia energetica e rinnovabili

Lo Smart Energy Building vanta autosufficienza energetica grazie a geotermia, fotovoltaico e movimento degli studenti       Prosegue l’impegno del Campus di Savona quale Centro di Innovazione nazionale sulle tecnologie per la Smart ...

07/10/2016

Geotermia: di cosa si tratta e quanto conviene

La geotermia è un energia innovativa conveniente e non inquinante. Vediamo insieme i principali vantaggi.     Il cliente che opta per questo settore, vuole assicurarsi un ambiente casalingo piacevole, dove il calore riempia le mura ...

06/10/2016

Energia fotovoltaica e geotermica per l'headquarters di Arval Italia

La nuova sede di Arval Italia è un edificio green che utilizza fonti rinnovabili nel rispetto dell'ambiente e in armonia con il territorio. Di Energy Resources l'impianto fotovoltaico e quello geotermico      Il progetto del nuovo ...