IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Il sistema energetico globale verso le rinnovabili

Il sistema energetico globale verso le rinnovabili

Scenario IEA al 2040, crescono le energie rinnovabili, cala il carbone, il petrolio ha ancora un ruolo importante.

 

 Il sistema energetico globale verso le rinnovabili

 

IEA - International Energy Agency - ha pubblicato il World Energy Outlook 2017 focalizzato su 4 principali cambiamenti in atto nel settore energetico: il calo dei costi delle rinnovabili che si diffondono sempre più su larga scala nel sistema energetico globale; la crescente elettrificazione dei consumi energetici finali in tutto il mondo; gli importanti cambiamenti nell’economia e nella politica energetica della Cina, che sta diminuendo il consumo di carbone; la crescita della produzione di shale gas e tight oil negli Stati Uniti.


Ci sono poi altri fattori che influenzano la transizione energetica, quali il ruolo dei paesi in via di sviluppo come l’India, paese che nel 2040 vedrà la crescita più significativa della domanda energetica, e il nuovo rapporto tra produttori e consumatori di energia.
Nel Rapporto si evidenzia il ruolo importantissimo della Cina in questa transizione, le scelte del Paese influenzeranno infatti lo scenario mondiale per tutte le fonti e tecnologie.

 

Il World Energy Outlook-2017 propone una stima su domanda e offerta di energia al 2040 secondo differenti scenari, con il possibile impatto sui settori e sugli investimenti energetici e le relative implicazioni a livello sicurezza energetica e ambientale.

 

Nello scenario New Policies da qui al 2040 il fabbisogno energetico globale crescerà più lentamente che in passato, aumentando comunque ancora del 30%, una percentuale pari alla domanda attuale di Cina e India.

 

Crescita domanda energia nel mondo 2017-2040

 

Le proiezioni la IEA partono da alcuni dati: un'economia globale in crescita ad un tasso medio del 3,4% annui, la popolazione mondiale che passerà dagli attuali 7,4 miliardi a più di 9 miliardi nel 2040, e un processo di urbanizzazione senza precedenti.
Nel complesso, i paesi in via di sviluppo dell'Asia rappresentano i due terzi della crescita energetica globale.

Crescono le energie rinnovabili, cala il carbone

Nello Scenario New policies, si legge che rispetto agli ultimi venticinque anni, il modo in cui il mondo soddisferà il suo crescente fabbisogno energetico cambia radicalmente, con la leadership del gas naturale, la rapida crescita delle energie rinnovabili e i miglioramenti in efficienza energetica.

 

Le rinnovabili nel 2040 copriranno il 40% del mix produttivo mondiale e attireranno due terzi degli investimenti globali.

Il fotovoltaico si diffonderà sempre di più, soprattutto in Cina e india, diventando la principale fonte a basse emissioni.

 

Crescita rinnovabili da qui al 2040

 

Nell'Unione europea, le energie rinnovabili reppresenteranno l'80% della nuova capacità e l'energia eolica diventerà la principale fonte di energia elettrica subito dopo il 2030, grazie alla forte crescita sia onshore che offshore. Le politiche continueranno a sostenere l'elettricità rinnovabile in tutto il mondo, sempre più spesso attraverso aste competitive.


Le rinnovabili aumenteranno non solo nel settore elettrico ma anche nel termico e nella mobilità sostenibile.


Mentre il carbone da qui al 2040 aggiungerà solo altri 400 GW alla rete, dal 2000 ad oggi la crescita è stata di 900 GW.
La domanda di petrolio continuerà a crescere fino al 2040, anche se ad un ritmo in costante calo.
Il consumo di gas naturale aumenterà del 45% fino al 2040; con un margine di espansione più limitato nel settore dell'energia elettrica, la domanda industriale rappresenta l'area di crescita più importante.
Le prospettive per l'energia nucleare si sono attenuate rispetto alle previsioni dell'anno scorso, ma la Cina continua a guidare un graduale aumento della produzione, superando gli Stati Uniti entro il 2030 per diventare il maggior produttore di elettricità nucleare. 

Qualità dell'aria

L' attenzione politica nei confronti della qualità dell' aria è in aumento ma l'impatto delle emissioni sulla salute rimane grave.

 

Inquinamento aria previsioni da qui al 2040

 

L'invecchiamento della popolazione in molte società industrializzate incide negativamente e l'urbanizzazione può anche aumentare l'esposizione agli agenti inquinanti legati al traffico. I decessi prematuri in tutto il mondo dovuti all'inquinamento atmosferico cresceranno dagli attuali 3 milioni a più di 4 milioni nel 2040 nello scenario delle nuove politiche, anche se le tecnologie di controllo dell'inquinamento sono applicate in maniera più ampia e si evitano altre emissioni perché i servizi energetici sono forniti in modo più efficiente.

 

Nel Rapporto è presente un focus dedicato a un possibile Scenario Sviluppo Sostenibile, che descrive un approccio integrato finalizzato a conseguire gli obiettivi energetici fondamentali per lo sviluppo economico sostenibile: stabilizzazione climatica, aria più pulita e accesso universale alle moderne forme di energia, riducendo al contempo i rischi per la sicurezza energetica.

 

Scenario Sviluppo Sostenibile al 2040

 

Un altro focus, sul gas naturale, analizza come l’aumento dello shale gas e del GNL stia cambiando il mercato globale del gas ed esamina inoltre le opportunità e i rischi che questa fonte incontra nella transizione verso un sistema energetico più pulito.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
24/01/2018

Adottata dalla UE una strategia anti plastica

Nell'ambito del processo di transizione verso un'economia circolare la Commissione Europea ha adottato la strategia per proteggere l'ambiente dalla plastica      La Commissione Europea ha adottato una precisa politica per proteggere ...

19/01/2018

Crescono gli investimenti nelle rinnovabili

Pubblicato un nuovo Report di Bloomberg New Energy Finance che segnala che lo scorso anno gli investimenti in energie rinnovabili hanno raggiunto i 333,5 miliardi di dollari a livello mondiale, in crescita del 3% sul 2016     Nel 2017 gli ...

18/01/2018

Alzato dal PE il target su efficienza energetica. Rinnovabili dal 27% al 35%

Alzata dal Parlamento Europeo al 35% la quota di rinnovabili nel mix energetico e il target per efficienza energetica, 12% di energia da fonti rinnovabili nei trasporti      Il Parlamento Europeo, in seduta plenaria, ha votato la ...

18/01/2018

Guida alla scelta dei materiali sostenibili in edilizia

Legambiente presenta MaINN, la libreria dei materiali innovativi, salubri e sostenibili in edilizia. Strumento utile per architetti, progettisti e privati     MaINN è il nuovo portale lanciato da Legambiente e dedicato ai materiali ...

18/01/2018

Trasformare il trasporto grazie alle tecnologie rinnovabili

Il futuro verso la mobilità elettrica e sostenibile non è forse così lontano. Aumenta la competitività dei costi rispetto alle auto tradizionali, diminuiscono i tempi di ricarica     Il settore dei trasporti è ...

17/01/2018

Cos il metodo LCA e la sua applicazione in edilizia

Il metodo LCA permette di valutare gli impatti ambientali con riferimento all’intero ciclo di vita di un prodotto o di un servizio. Nasce in ambito industriale, ma ha grandi potenzialità applicato nel settore edile, offrendo uno strumento ...

15/01/2018

LEuropa rischia di non rispettare gli obiettivi rinnovabili al 2030

Per assicurare il rispetto del target del 27% di rinnovabili sui consumi l'Europa deve rivedere la propria strategia, focalizzanosi sulla decentralizzazione dei sistemi energetici      Il Rapporto recentemente pubblicato dalla ...

12/01/2018

Ancora pochi i mutui green

Nonostante la crescita dell’edilizia in legno, i mutui per la bioedilizia sono solo lo 0,47% delle richieste      Il mercato dell’edilizia in legno sta crescendo, tanto che nel 2° Rapporto Case ed edifici in legno 2015, ...