IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > IEA Wind Energy 2009 Annual Report

IEA Wind Energy 2009 Annual Report

Il comitato esecutivo del IEA Wind Cooperative Agreement, organismo che nell'ambito del International Energy Agency (IEA) è preposto allo sviluppo della cooperazione nella ricerca, sviluppo e diffusione dei sistemi ad energia eolica, ha pubblicato nel luglio 2010 il Rapporto Annuale sull'Energia Eolica 2009 (IEA Wind Energy 2009 Annual Report), disponibile per il download gratuito nel sito www.ieawind.org.
Si riportano nel seguito alcune delle statistiche sullo sviluppo dell'energia eolica incluse nel Rapporto.
La capacità di generazione di energia elettrica da fonte eolica a livello mondiale ha avuto un incremento di oltre il 32% nel 2009. Ancor più sorprendente è la crescita della quota dell'energia eolica sulla domanda globale di energia elettrica nei Paesi partecipanti al International Energy Agency (IEA) Wind Cooperative Agreement: dal 1,6 nel 2007 al 2,5% nel 2009. La produzione mondiale di energia elettrica da fonte eolica è oggi sufficiente a coprire interamente il consumo totale di elettricità di Australia e Irlanda messe insieme.
In Italia la potenza elettrica da fonte eolica ammonta a 4.850 Megawatt (MW) alla fine del 2009, cui corrispondono 6,5 Terawattora (TWh) di energia prodotta, pari al 2,1% della domanda totale di energia elettrica. Il settore eolico italiano assicura 18.000 posti di lavoro, di cui 5.000 nell'industria eolica propriamente detta e 13.000 nell'indotto.
L'energia eolica è una nuova sorgente per la generazione pulita di energia elettrica. Negli Stati Uniti il 40% della nuova potenza installata nel 2009 è da fonte eolica, mentre in Europa gli impianti eolici rappresentano il 39% della nuova capacità di generazione installata. I Paesi membri di IEA Wind hanno aggiunto più di 20 Gigawatt (GW) nel 2009 per un totale di più di 111 GW di potenza installata. Quattordici dei 20 Paesi membri hanno aggiunto nel 2009 almeno 100 MW di nuova potenza ciascuno. Cinque Paesi hanno aggiunto oltre un Gigawatt: Stati Uniti (10 GW), Spagna (2,5 GW), Germania (1,9 GW), Italia (1,1 GW) e Regno Unito (1,1 GW). Molti Paesi hanno pianificato notevoli incrementi della potenza installata per il 2010 e per gli anni successivi.
L'IEA Wind Energy 2009 Annual Report presenta, per ciascuno dei Paesi membri, informazioni aggiornate sulla potenza eolica installata, sui progressi nel raggiungimento
degli obiettivi previsti, sui benefici all' economia, sugli aspetti che influiscono sulla crescita del settore, sui costi dei progetti e delle macchine, sui programmi di incentivazione e sui risultati delle attività di ricerca e sviluppo. L'Executive Summary sintetizza le informazioni presentate, per l'anno 2009, nei 30 capitoli del Report che coprono le attività dei gruppi (tasks) di ricerca congiunta, dei 20 Paesi membri, della Commissione Europea e della European Wind Energy Association (EWEA). Nel Executive Summary sono pure riportati i dati di potenza installata ed energia prodotta a partire dal 1995.
I Paesi membri del IEA Wind, dislocati in Europa, Nord America, Asia e nella Regione del Pacifico, rappresentano il 70% della potenza elettrica da fonte eolica installata nel mondo.
Questi Paesi condividono informazioni e attività di ricerca al fine di incrementare il contributo della fonte eolica nel loro mix per la generazione di energia elettrica. Essi inoltre operano al fine di estendere questa cooperazione favorendo l'adesione di nuovi Paesi membri.

TEMA TECNICO:

Eolico

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
22/05/2017

Gruppo Lego 100% rinnovabile 3 anni prima del previsto

Dopo 4 anni e un investimento di 6 miliardi di Corone in due parchi eolici offshore, il Gruppo ha raggiunto l'ambizioso obiettivo e per festeggiare ha costruito la più grande turbina eolica fatta di mattoni       Dal 2012 la Lego ha ...

15/05/2017

Dal rinnovamento del parco eolico 6,6 miliardi di euro di risparmi entro il 2030

Benefici per i consumatori e l’ambiente dal rinnovamento del parco eolico in Italia. Senza nuovi incentivi invece la potenza eolica potrebbe scendere a 7mila MW       Nel corso del recente convegno dell’ANEV e di I-Com, Istituto ...

12/05/2017

Aggiornato il contatore rinnovabili non fotovoltaiche

Il Gestore ha pubblicato l'aggiornamento a fine marzo 2017 del contatore delle rinnovabili non fotovoltaiche, a 5,407 miliardi di euro       Il GSE ha pubblicato sul proprio sito l'aggiornamento al 31 marzo 2017 del contatore del costo ...

11/05/2017

Nuova SEN: rinnovabili e uscita dal carbone entro il 2025

Presentata dal ministro dello Sviluppo economico la bozza della nuova SEN, strategia energetica nazionale, che punta su energie rinnovabili, sostegno alle auto elettriche e uscita anticipata dal carbone.    
Il ministro dello Sviluppo ...

05/05/2017

Potenzialit del revamping e futuro delle rinnovabili

Il 24 maggio Milano ospita la presentazione della 3a edizione del Renewable Energy Report 2017, interessante occasione per fare il punto su andamento del settore e potenzialità future nel nostro paese     L'Energy&Strategy ...

04/05/2017

Eolico, nel 2016 installati + di 54 GW nel mondo

Pubblicato il nuovo rapporto dal Global Wind Energy Council che evidenzia la crescita del settore eolico, nel 2016 la capacità cumulativa è cresciuta del 12,6% toccando i  486,8 GW.       Il nuovo Rapporto ...

26/04/2017

Crescono i piccoli impianti rinnovabili

In Italia il 97,6% dell’energia elettrica prodotta dagli impianti di piccola generazione è di origine rinnovabile, il fotovoltaico batte tutti     L’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico ...

21/04/2017

Qual il potenziale delleolico italiano per raggiungere il target 2030 per il clima?

Uno studio a firma Anev fornisce uno strumento utile alla definizione di un piano energetico nazionale considerando il potenziale dell’eolico nazionale       Anev ha realizzato uno studio dedicato al ruolo dell’eolico on-shore e ...