IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Il futuro del fotovoltaico

Il futuro del fotovoltaico

Si avrà una svolta che farà dell’Italia una delle prime realtà europee in cui sarà raggiunta la piena competitività della tecnologia fotovoltaica rispetto alle fonti energetiche convenzionali. A raccontare le forme e i termini in cui questa svolta del solare fotovoltaico si darà, in Italia (ma anche in Europa), è stato, lo scorso 25 novembre ’09, a EnerSolar+, l’incontro “SET For 2020: scenari e prospettive di sviluppo per l’energia solare fotovoltaica in Italia”. Nella giornata è stata presentato lo studio SET For 2020, condotto dall’Associazione Europea dell’Industria Fotovoltaica (EPIA), con la società di consulenza di gestione strategica A.T. Kearney. SET For 2020 considera tre possibili scenari: lo scenario di base, con ipotesi di crescita “business as usual”, che prevede una penetrazione del fotovoltaico in Europa, entro il 2020, in misura corrispondente al 4% dei consumi complessivi (contro l’1% attuale), e che in Italia rappresenterebbe oltre il 5% dei consumi; lo scenario di crescita accelerata, che punta a coprire il 6% del mercato europeo e oltre l’8% di quello italiano, con modifiche minime al sistema elettrico esistente, ottimizzando la filiera produttiva e distributiva attraverso una maggiore cooperazione con gli operatori di rete e con una offerta trainante di prodotti e servizi; lo scenario “Paradigm Shift”, che punta a un obiettivo del 12%, assumendo che, oltre alle precedenti condizioni, vi sia una vasta implementazione dei meccanismi di stoccaggio dell’energia e l’utilizzo di innovative “smart grid”. Nel corso dell’incontro, EPIA ha anche richiamato l’importanza rivestita dai Piani d’Azione Nazionali per le Energie Rinnovabili (NREAPs), allo scopo di soddisfare gli impegni stabiliti dalla Direttiva europea sulla promozione delle fonti energetiche rinnovabili (nota come “20/20/20”). È quindi necessario che in tale documento venga adeguatamente rappresentato il grande potenziale della tecnologia fotovoltaica in Italia.
Ad aprire SET For 2020 è stato Adel El Gammal, Segretario Generale di EPIA, sostenendo che se si sfruttasse totalmente il potenziale offerto dall’energia solare “l’industria fotovoltaica italiana potrebbe diventare una delle più competitive dell’intero settore, sia a livello europeo sia mondiale”. L’Italia è ora il secondo mercato al mondo per tasso di crescita annuale, dopo Germania e Stati Uniti, e il terzo in termini assoluti.
Marco Andreassi, Practice Strategy & Organization A.T. Kearney, ha evidenziato che, nonostante la crisi, “lo sviluppo dell’energia fotovoltaica in Italia sta tenendo e riprenderà ad accelerare già nel 2010”. Andreassi ha ricordato che “una significativa opportunità per il futuro del fotovoltaico in Italia è costituita dal Piano d’Azione per le Energie Rinnovabili (NREAP)”. Entro giugno 2010, infatti, l’Italia dovrà presentare il proprio Piano d’Azione Nazionale per le Energie Rinnovabili, come richiesto dalla Commissione Europea per raggiungere gli obiettivi comunitari entro il 2020. In sintesi, i fattori fondamentali per supportare lo sviluppo accelerato del fotovoltaico attraverso il NREAP sono, per Andreassi: un maggiore accesso al credito, sfruttando l’aumento di fiducia connesso alla ripresa economico-finanziaria; una politica di incentivazione certa, competitiva e sostenibile; uno snellimento degli iter autorizzativi, prendendo ad esempio i Paesi e le regioni più virtuose; un rafforzamento degli operatori lungo la value chain e lo sviluppo di un’industria nazionale competitiva.
Antonio Lumicisi, del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, ha dato delle cifre che raccontano in modo chiaro la situazione, anche in una visione prospettica: “valore del mercato: da 2 miliardi di euro (2009) a 5,2 miliardi di euro (2020) con tassi di crescita annuali non inferiori al 20% fino al 2020”. Lumicisi ha fatto notare che l’integrazione architettonica è la carta vincente dello sviluppo del fotovoltaico in Italia. E ha concluso così: “Gli obiettivi fissati nel 2007 al 2020 per il fotovoltaico si possono tranquillamente raggiungere, e anzi si deve puntare al potenziale maggiore evidenziato dagli operatori e dagli Istituti di Ricerca, anche perché non è detto che in altri settori si raggiungeranno gli obiettivi pre-fissati”.

TEMA TECNICO:

Solare fotovoltaico

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
24/01/2017

75 GW per il fotovoltaico nel 2016

Un 2016 da record per il fotovoltaico, con un valore di 300 GW di capacità totale installata e un’aspettativa per il 2017 di mantenimento      Uno studio firmato “PV Market Alliance” sottolinea che il 2016 ...

19/01/2017

Nel 2016 cala la produzione fotovoltaica

Il "Rapporto statistico solare fotovoltaico" Pubblicato dal GSE evidenza un calo del 4,3% della produzione fv dei primi 11 mesi del 2016 rispetto allo stesso periodo del 2015     Come ogni anno il GSE, pubblica il “Rapporto statistico - ...

16/01/2017

Nel deserto israeliano la più alta torre solare del mondo

La torre Ashalim sarà alta 250 metri e riceverà la luce riflessa da un campo di 50.000 pannelli eliostati     E’ in costruzione nel deserto israeliano del Negev la torre solare più alta del mondo che con i suoi 250 ...

13/01/2017

Al Campus di Savona autonomia energetica e rinnovabili

Lo Smart Energy Building vanta autosufficienza energetica grazie a geotermia, fotovoltaico e movimento degli studenti       Prosegue l’impegno del Campus di Savona quale Centro di Innovazione nazionale sulle tecnologie per la Smart ...

09/01/2017

Il Milleproroghe ferma obbligo rinnovabili al 35%

Rinviato al 2018 l’obbligo della quota del 50% di utilizzo delle rinnovabili termiche nei nuovi edifici o per le ristrutturazioni rilevanti  
Il decreto Milleproroghe, pubblicato nella Gazzetta ufficiale 304 del 30 dicembre scorso, ...

23/12/2016

Nei primi 9 mesi del 2016 fotovoltaico ed eolico coprono il 14% della domanda di energia

Raggiunto da gennaio a settembre il massimo storico di produzione da eolico e solare, mentre calano in contemporanea le emissioni di CO2 e i consumi energetici     L'Enea ha pubblicato il Bollettino del Sistema Energetico Italiano dedicato al ...

21/12/2016

Il fotovoltaico più economico dell’eolico e del carbone

L’ultimo Rapporto pubblicato da Bloomberg New Energy Finance, evidenzia che il mondo green è arrivato a un punto di svolta e che i mercati emergenti stanno superando le economie forti grazie ai pannelli a basso costo.     Il ...

19/12/2016

Cala la produzione fotovoltaica nel 2016

Pubblicata dal GSE un’analisi preliminare sulla produzione fotovoltaica nei primi 9 mesi dell’anno che segna un -4.1%       Il GSE ha pubblicato l’analisi preliminare dedicata alla “Produzione fotovoltaica in Italia ...