Advertisement Advertisement
IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Immergas, nuove soluzioni per il futuro

Immergas, nuove soluzioni per il futuro

Nata nel 1964 e specializzatasi rapidamente nella progettazione e costruzione di caldaie a gas per uso domestico, Immergas, con oltre 600 dipendenti e una superficie coperta di oltre 50.000 metri quadrati, è oggi una realtà in costante espansione.
Abbiamo incontrato Ettore Bergamaschi, responsabile marketing operativo e comunicazione, per fare un punto su strategie aziendali, piani di sviluppo e progetti futuri dell'azienda e per parlare di "Domus Technica", nuovo polo dedicato alla formazione avanzata.
 
In una situazione congiunturale difficile e con una concorrenza spesso agguerrita come è cambiato il vostro mercato?
Il nostro core business dal 1998 è quello del riscaldamento, in particolare siamo diventati brand leader prima nel comparto delle caldaie a gas tradizionali e dal 2002 anche nel campo delle caldaie a condensazione, un settore nel quale Immergas è stata per vari aspetti anticipatrice dell'evoluzione del mercato.
E' vero che dal 2005 in poi c'è stato un significativo decremento del mercato, ma, come Gruppo, abbiamo sempre saputo cogliere le opportunità e affrontare le difficoltà che i singoli mercati presentavano. Per fortuna quest'anno dimostra di essere in lieve crescita, stiamo probabilmente uscendo dalla crisi.
Certo non abbiamo mai smesso di investire in ricerca, comunicazione e sviluppo e prestiamo molta attenzione alla natura e all'ambiente, tutto ciò ci ha garantito di mantenere sempre la nostra posizione di leader del mercato. Inoltre mi fa piacere sottolineare che il nostro business sui mercati internazionali è cresciuto notevolmente negli ultimi anni, siamo presenti in 30 paesi, con 9 filiali in Europa e una in Cina e con partecipazioni in importanti aziende in tutto il mondo.  
Immergas recentemente ha investito nella ricerca di tecnologie e sistemi a basso impatto ambientale. Come mai questa scelta?
Che l'energia solare sia una delle fonti rinnovabili su cui maggiormente investire nei prossimi anni è sicuramente una realtà assodata. Oltre alle applicazioni sugli impianti termici per fornire acqua calda sanitaria e riscaldamento dell'ambiente, questa energia può essere infatti convenientemente sfruttata anche per produrre energia elettrica.
Coerentemente con la filosofia che ci contraddistingue di attenzione al massimo risparmio energetico, Immergas ha deciso di investire verso nuove forme di produzione dell'energia da fonti rinnovabili che, in abbinamento alle caldaie a gas, migliorano il comfort abitativo e contemporaneamente riducono i consumi e le emissioni inquinanti. Il risparmio energetico come la riduzione delle emissioni inquinanti sono alla base del lavoro del nostro Centro di Ricerca e Sviluppo.  
• In particolare quali soluzioni proponete?
Tra le novità più significative mi fa piacere parlare della nuova caldaia HERCULES Solar 200 Condensing che si caratterizza per l'unione di design e tecnologia e permette di ottenere il massimo comfort ottimizzando i rendimenti e riducendo al minimo i consumi di gas
La caldaia è infatti dotata di serie di un sistema solare per integrazione sanitaria, completo di gruppo di circolazione, vaso d'espansione, valvola miscelatrice termostatica, valvola di sicurezza ed allacciamenti coibentati per il collettore. Con il semplice collegamento di un collettore solare piano è possibile disporre di acqua calda sanitaria in modo gratuito.
Inoltre HERCULES Solar 200 Condensing rientra in classe 5, la più ecologica nella classificazione stabilita dalle normative europee UNI EN 297 e UNI EN 483.
Rispetto ai prodotti concorrenti la peculiarità è che tutti i dispositivi menzionati trovano posto all'interno del mantello. Non essendo richieste opere murarie intorno alla caldaia, l'installazione ne risulta estremamente pulita.  
• Per quale motivo per voi il tema della formazione e quello della sostenibilità sono così importanti?
Da sempre consideriamo la formazione fondamentale per la nostra crescita e per mantenere la nostra posizione leader. E' tanto necessario proporre prodotti all'avanguardia quanto fare formazione in spazi adeguati e aggiornare tecnici e installatori su prodotti, normativa e tecnologie.
Il tema della sostenibilità è divenuto centrale intorno al 2008, quando ancora non era chiaro dove la crisi avrebbe portato il mercato. Sono apparse e cresciute nuove tecnologie, dalle pompe di calore al fotovoltaico, in grado di affiancare il prodotto, ottimizzando le prestazioni. Partendo da qui abbiamo capito che doveva cambiare l'approccio al mercato, spostando l'attenzione dal singolo prodotto al sistema completo in grado di garantire il massimo comfort abitativo: per esempio il pannello fotovoltaico che produce corrente che fa partire la pompa di calore... Proponiamo dunque una scelta molto ampia di prodotti, per soddisfare le richieste di tutti i mercati con un denominatore comune: il miglioramento continuo in termini di affidabilità, durata, tecnologia e rispetto per l'ambiente.  
• Lo scorso 27 ottobre presso la sede di Immergas S.p.A. a Brescello (Reggio Emilia), è stato inaugurato, dal Presidente Romano Amadei, Domus Technica, il nuovo Centro di Formazione Avanzata. Ci racconti qualcosa del progetto
Come dicevamo, Immergas si è da sempre caratterizzata per l'attenzione a consulenza e formazione prestata ai migliori tecnici impiantisti e agli oltre 22.000 progettisti e installatori che scelgono  i nostri prodotti, e che sono così in grado di fornire risposte tecniche in linea con le crescenti esigenze del mercato, sia in termini di efficienza che di risparmio energetico. Domus Technica, nuovo centro di formazione avanzata progettato dallo Studio di Architettura Iotti e Pavarani, è nato partendo da questo presupposto.
Inoltre Immergas, con l'inaugurazione di Domus Technica, si pone in linea con la recente direttiva europea sull'impiego delle energie rinnovabili per il protocollo di Kyoto, testimoniando dunque la propria voglia di andare sempre oltre nuovi traguardi.
Si tratta di un progetto all'avanguardia, tra i più  innovativi nel settore, per il quale sono state adottate soluzioni ad altissima efficienza energetica.
L'edificio infatti è costruito rispettando le norme di legge attualmente vigenti in fatto di risparmio energetico, sia Nazionali che Regionali, con una prestazione energetica equivalente a edifici in classe "A".
Su un lotto di circa 3.000 metri quadrati, la struttura occupa una superficie totale di 1.200 metri quadrati e comprende aule di formazione dedicate al solare termico, solare fotovoltaico, pompe di calore e caldaie ad alta potenza.  
• A chi è destinato principalmente Domus Technica?
I principali interlocutori sono naturalmente i progettisti e gli installatori che utilizzano i prodotti Immergas. Non dimentichiamo però che la formazione è nel DNA aziendale, Domus Technica è un centro di formazione aperto a studi di progettazione, reti agenti, installatori, CAT (centri di assistenza tecnici autorizzati) e a tutti coloro che vogliano formarsi nell'ambito del solare termico e fotovoltaico, alla ricerca di nuovi stimoli progettuali ed operativi, a tutto vantaggio della rispettiva crescita professionale.  
• Ci racconti qualcosa delle tecnologie ecologiche applicate a Domus Technica
Si tratta, come dicevo, di una struttura all'avanguardia: in effetti possiamo dire che sia un "edificio vivo", in grado di autoalimentarsi attraverso i propri sistemi. Ospita sale didattiche e dimostrative ed è dotato di pannelli fotovoltaici e solare termico.
Le attrezzature collocate nelle aule consentono una esperienza pratica degli installatori sull'utilizzo delle tecnologie più innovative per il risparmio energetico e delle energie rinnovabili.  
• Direi che Immergas è un gruppo che investe molto su ricerca e innovazione, come vi muovete in questo senso?
Immergas è un'azienda che da sempre fa innovazione, se da 14 anni a questa parte siamo i brand leader c'è una ragione. Continueremo dunque a fare ricerca e a innovare, non solo in termini di prodotto ma soprattutto rispetto ai processi produttivi. Infine direi che siamo innovatori in termini di comunicazione e immagine aziendale, mi sembra che Domus Technica ne sia un'ottima dimostrazione.  
• Veniamo agli scenari del mercato futuro, quali sono gli obiettivi che vi siete dati?
Nel 2011 i nostri sforzi saranno concentrati a dare visibilità a Domus Technica e a tutti i servizi che Immergas offre. Vorremmo che fosse chiaro per tutti i nostri utenti che se si sceglie un prodotto Immergas si sceglie un "sistema azienda", in grado di garantire ai clienti soluzioni di prodotto affidabili, efficienti, integrate e aggiornate, per assicurare il massimo comfort abitativo, ma anche un servizio a 360° attraverso l'assoluta attenzione a tutti gli aspetti legati alle tematiche di pre e post-vendita, strutturando appositi servizi ad alto valore aggiunto che assicurino un alto livello di soddisfazione e conquistino nuovi mercati.
Ci saranno certamente anche novità di prodotto ma rispetto ai concorrenti vogliamo fare la differenza a livello di servizi e di risorse umane, non solo commerciali. Anche Domus Technica si caratterizza per le persone altamente formate, in grado di dare risposte specifiche e di qualità al mercato.  
• Quali sono per lei le prospettive del settore solare?
Penso che si tratti di un settore in continua espansione, su cui investire nei prossimi anni sforzi ed energie. Certo mi auguro che anche al Senato passi l'emendamento alla Legge di Stabilità, già depositato alla Camera, che prevede per il 2011 la proroga del bonus fiscale del 55% sui lavori che migliorano l'efficienza energetica delle abitazioni, anche se in 10 anni invece degli attuali 5. In caso contrario ne risentirebbe pesantemente tutto il settore, ma temo che il solare termico soffrirebbe maggiormente. Si tratta infatti di una tecnologia più vecchia che ha subito una flessione in seguito alla crisi edilizia, non dimentichiamo che la domanda viene generata in gran parte da questi sgravi fiscali.
 

Ettore Bergamaschi
Hercules Solar
In questa e nelle prossime immagini Domus Technica
Immergas, la produzione

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
12/06/2018

L'italia pu arrivare al 59% di elettricit da rinnovabili entro il 2030

Un nuovo studio dell'European Climate Foundation mostra che per l'Italia le tecnologie pulite meno costose rappresentano un'opportunità capace di stimolare maggiori ambizioni in materia di clima ed energia, in linea con gli obiettivi dell'accordo di ...

11/06/2018

Ecolibera, un nuovo progetto immobiliare che fa risparmiare

Ecolibera èun concetto di casa come organismo autosufficiente, capace di sfruttare il sole per produrre energia domestica e per la mobilità elettrica, cibo e acqua calda necessari al supporto vitale di chi la abita. Ecolibera è la tappa ...

11/06/2018

Gli effetti dell'economia circolare per la sostenibilit ambientale

Un innovativo studio evidenzia che l'economia circolare potrebbe consentire di mantenere il riscaldamento globale al di sotto di 2°C e ridurre le emissioni industriali dell'UE di oltre la metà entro il 2050     La ricerca ...

06/06/2018

A che punto la transizione verso le energie rinnovabili?

Il 2017 è stato un anno record per le energie rinnovabili, grazie a riduzione dei costi, aumento degli investimenti e progressi delle tecnologie. Ma la transizione energetica non sta avvenendo abbastanza velocemente per raggiungere gli obiettivi per il ...

06/06/2018

Passivhaus Days 2018

Un'iniziativa che si svolge in tutta Europa che ha l'obiettivo di far conoscere a progettisti e utenti un nuovo modo di costruire e abitare, secondo il protocollo costruttivo Passivhaus.     Dall'8 al 10 giugno committenti e ...

05/06/2018

Approvate le norme sulla diminuzione dell'inquinamento

Approvato dal CDM del 29 maggio il decreto legislativo che promuove il raggiungimento di livelli di qualità dell’aria che non creino problemi alla salute e all'ambiente     Il Consiglio dei Ministri ha approvato lo scorso ...

05/06/2018

REBUILD 2018, linnovazione radicale

Per decarbonizzare l’edilizia la strada è ancora lunga. Ma REbuild 2018 ha dimostrato, esperienze alla mano, che si può fare. Ma occorre vincere ancora numerose resistenze, che non appartengono solo al settore delle costruzioni del nostro ...

01/06/2018

5 giugno, giornata mondiale dellambiente

La Giornata mondiale dell'ambiente organizzata ogni anno delle Nazioni Unite il 5 giugno, vuole incoraggiare la consapevolezza e l'azione a livello mondiale per la protezione dell'ambiente     Come ogni anno dal 1972 il 5 giugno è la ...