IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > In Emilia bando per impianti pubblici per la produzione di energia da fonti rinnovabili

In Emilia bando per impianti pubblici per la produzione di energia da fonti rinnovabili

La regione Emilia Romagna ha approvato due bandi, per un totale di più di 12,5 milioni di euro per migliorare la qualità della vita nelle zone rurali e favorirne la crescita economica.

 

 

Uno dei due bandi in particolare mette a disposizione 4,1 milioni per la realizzazione di nuovi impianti pubblici per la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Sono destinatari del bando i Comuni e gli altri enti pubblici che si trovino nell’Appennino emiliano o parmense-piacentino, nel basso ferrarese, nella Valmarecchia o in una delle aree regionali inserite nel programma europeo di sviluppo locale “Leader” in cui è attivo un Gal.  

Obiettivo del bando è finanziare interventi di costruzione di impianti pubblici destinati alla produzione di energia da fonti rinnovabili che utilizzino risorse naturali presenti nelle zone rurali, dal legno all’acqua. Nel dettaglio, il bando sostiene la creazione di centrali con caldaie alimentate a cippato o a pellet; reti di teleriscaldamento, di distribuzione del calore a più fabbricati e soluzioni “intelligenti” per lo stoccaggio dell’energia prodotta e piccoli impianti idroelettrici.

 

Sono ammissibili le seguenti spese:

- fornitura di materiali e componenti necessari alla realizzazione e al funzionamento dei nuovi impianti;
- installazione e posa in opera di nuovi impianti;
- opere edili, per la realizzazione di vani tecnici, e impiantistiche necessarie e connesse alla installazione e al funzionamento degli impianti per la produzione di energia;
- sistemazioni esterne delle aree di pertinenza degli impianti;
- opere murarie, edili e di scavo per la realizzazione delle reti di teleriscaldamento o di semplice distribuzione del calore a più fabbricati;
- fornitura ed installazione di soluzioni “intelligenti” per lo stoccaggio dell’energia;
- macchinari e attrezzature;
- acquisto di attrezzature informatiche e relativo software inerenti o necessari all’attività di produzione, trasporto dell’energia.

 

Il sostegno, in forma di contributo in conto capitale, sarà pari al 100% della spesa ammissibile fino ad un massimo di 500 mila euro a progetto.  

Le domande di sostegno possono essere presentate già da qualche giorno, utilizzando il Sistema informativo di Agrea (Siag) all’indirizzo http://agrea.regione.emilia-romagna.it

Il termine per le richieste di finanziamento per la realizzazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili devono essere presentate entro il 5 maggio.  

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia