IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > In Emilia Romagna le rinnovabili coprono un terzo dell'energia elettrica

In Emilia Romagna le rinnovabili coprono un terzo dell'energia elettrica

Regione all'avanguardia sia nell'utizzo delle rinnovabili sia nell’efficienza del sistema delle infrastrutture per l’energia

In Emilia Romagna è in atto una vera transizione energetica verso un utilizzo sempre più importante delle energie rinnovabili. Infatti nel corso del convegno “Infrastrutture a rete ed evoluzione verso le smart grid”,  è emerso che oltre un terzo, precisamente il 36%, dell’energia elettrica prodotta nella regione nel 2014, deriva da fonti rinnovabili i cui impianti costituiscono il 30% del totale.

L’Emilia-Romagna segue il trend nazionale dell’ultimo decennio, che ha visto una crescente differenziazione del parco di generazione dell’energia, necessaria per garantire la sostenibilità economica ed ambientale del sistema energetico.
Nel settore elettrico il Piano energetico regionale e il Piano triennale di attuazione puntano a raggiungere entro il 2020 gli obiettivi fissati dall’Unione europea di risparmio energetico e di produzione di energie rinnovabili, contribuendo al raggiungimento degli obiettivi sull’abbattimento delle emissioni di anidride carbonica.

Secondo i dati diffusi nel corso dell’incontro, l’infrastruttura per la distribuzione elettrica in Emilia-Romagna può contare su un alto grado di efficienza, anche in rapporto alla media nazionale.
"I dati ci dicono che l’Emilia-Romagna – ha evidenziato Palma Costi, assessore regionale alle Attività produttive e Piano energetico - è un territorio all’avanguardia anche nell’efficienza del sistema delle infrastrutture per l’energia. Il Piano energetico regionale, che nasce come percorso partecipato che stiamo realizzando, ha un obiettivo duplice. Da un lato ottenere risultati di risparmio energetico e di efficienzaaumentare fonti alternative e ridurre le emissioni, dall’altro, creare opportunità di crescita per le imprese green, uno dei settori maggiormente in espansione in Emilia-Romagna, che ha tenuto il mercato in questi anni di crisi economica”.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia