IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Isola del Giglio smart e rinnovabile

Isola del Giglio smart e rinnovabile

Proposta di minieolico per garantire la piena autosufficienza

Regione Toscana e Comune dell'Isola del Giglio hanno firmato un protocollo che prevede 8 impegni concreti nel segno di un'isola 'smart' e verde.

Si parte dal turismo, ma si punta anche sull'agricoltura e la filiera corta, per far rinascere con i fondi europei gli antichi terrazzamenti ora per lo più abbandonati e quel vino bianco autoctono, l'Ansonaco, unico e apprezzato nel suo genere, rammentato nel Trecento dal Petrarca.
Tra le idee messe in fila sul tavolo c'è anche la sperimentazione di forme di telemedicina per alcune prestazioni del servizio sanitario, possibili grazie alle nuove tecnologie e l'informatica. E poi ancora un appuntamento biennale per discutere di sicurezza in mare, come fu fatto nel marzo del 2012 subito dopo il naufragio della Costa Concordia, una mostra permanente sul Mediterraneo e  la proposta di fare dell'isola del Giglio la sede permanente della Conferenza europea per la sicurezza in mare.
Si punta parallelamente su una filiera di trasformazione del pescato locale,  per cui è necessario che privati e imprese creino un consorzio, ma anche sulla mobilità sostenibile, a terra e a mare, e sulle energie rinnovabili e pulite, per dare autonomia energetica all'isola che in estate, quando, con quasi diecimila persone rispetto ai novecento appena che vi abitano d'inverno, brucia 70-90 tonnellate di nafta a settimana, trasportata ogni due giorni con cisterne e bettoline.  Basterebbe una pala eolica (anche piccola) per garantire la piena autosufficienza, dicono gli esperti, e il progetto, già pronto e nato da un concorso di idee, coinvolge anche Giannutri. Sarà presentato nelle prossime settimane, con spazio per il mini eolico ma anche solare, pompe di calore o impianti che potrebbero sfruttare le maree. "La Regione è pronta a finanziarlo con risorse fino a un milione di euro" conferma il presidente della Toscana Enrico Rossi.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia