IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Nel 2016 in Italia troppo caldo e siccità

Nel 2016 in Italia troppo caldo e siccità

Pubblicato il Rapporto Ispra sull’andamento climatico 2016: temperature sopra la media, siccità in aumento, - 6% per le precipitazioni annuali

 

 

La 12a edizione del Rapporto Ispra “Gli indicatori del clima in Italia” presenta un quadro a tinte abbastanza fosche dell'andamento climatico in Italia nel 2016 e propone un aggiornamento della stima delle variazioni negli ultimi decenni.

 

Il Rapporto Ispra è realizzato attraverso l'analisi di dati, statistiche, indici e indicatori climatici che derivano dalle analisi di circa 1100 stazioni di monitoraggio meteo climatico, e sono stati elaborati attraverso il Sistema SCIA - Sistema nazionale per la raccolta, l’elaborazione e la diffusione di dati Climatologici di Interesse Ambientale.

 

Lo scorso anno nel Bel Paese le temperature sono state sempre sopra la media soprattutto nel mese di dicembre, particolarmente caldo, basti considerare che al nord le temperature sono state di +2.76°C superiori al valore annuo medio, e le precipitazioni nel complesso sono state del 6% inferiori rispetto all'anno precedente.

 

Nel Rapporto si citano inoltre alcuni eventi estremi che hanno causato in Liguria e Piemonte valori di intensità di precipitazione molto elevati: il 22 novembre 2016 per esempio la stazione di Fiorino ha registrato 583 mm di precipitazione cumulata giornaliera e 100.8 mm di precipitazione cumulata in un’ora.

 

Per quanto riguarda la siccità, nella seconda parte dell'anno su tutto il territorio ci sono state pochissime piogge che hanno riportato le risorse idriche generalmente su livelli molto bassi. Nel complesso le precipitazioni annuali sono state inferiori alla media del 6% circa.

Nonostante questa siccità non ci sono stati nel 2016 fenomeni di ondate di calore particolarmente intense o durature, l'anno si pone infatti al 19° posto della serie dal 1961, inferiore a quello dei 5 anni precedenti.

 

Il 2016 per quanto meno caldo del 2015 è stato il sesto anno più caldo per l’Italia dal 1961. La temperatura media annuale è stata più alta di +1.35°C rispetto al trentennio di riferimento 1961-1990. Si tratta di un aumento leggermente superiore ai valori climatici globali del pianeta di + 1.31 °C, segnando un nuovo record nel 2016 per il terzo anno consecutivo. L'anomalia della media annuale della temperatura è dovuta in maniera maggiore alle temperature massime piuttosto che a quelle minime.

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
19/01/2018

Crescono gli investimenti nelle rinnovabili

Pubblicato un nuovo Report di Bloomberg New Energy Finance che segnala che lo scorso anno gli investimenti in energie rinnovabili hanno raggiunto i 333,5 miliardi di dollari a livello mondiale, in crescita del 3% sul 2016     Nel 2017 gli ...

18/01/2018

Alzato dal PE il target su efficienza energetica. Rinnovabili dal 27% al 35%

Alzata dal Parlamento Europeo al 35% la quota di rinnovabili nel mix energetico e il target per efficienza energetica, 12% di energia da fonti rinnovabili nei trasporti      Il Parlamento Europeo, in seduta plenaria, ha votato la ...

18/01/2018

Guida alla scelta dei materiali sostenibili in edilizia

Legambiente presenta MaINN, la libreria dei materiali innovativi, salubri e sostenibili in edilizia. Strumento utile per architetti, progettisti e privati     MaINN è il nuovo portale lanciato da Legambiente e dedicato ai materiali ...

18/01/2018

Trasformare il trasporto grazie alle tecnologie rinnovabili

Il futuro verso la mobilità elettrica e sostenibile non è forse così lontano. Aumenta la competitività dei costi rispetto alle auto tradizionali, diminuiscono i tempi di ricarica     Il settore dei trasporti è ...

17/01/2018

Cos’è il metodo LCA e la sua applicazione in edilizia

Il metodo LCA permette di valutare gli impatti ambientali con riferimento all’intero ciclo di vita di un prodotto o di un servizio. Nasce in ambito industriale, ma ha grandi potenzialità applicato nel settore edile, offrendo uno strumento ...

15/01/2018

L’Europa rischia di non rispettare gli obiettivi rinnovabili al 2030

Per assicurare il rispetto del target del 27% di rinnovabili sui consumi l'Europa deve rivedere la propria strategia, focalizzanosi sulla decentralizzazione dei sistemi energetici      Il Rapporto recentemente pubblicato dalla ...

12/01/2018

Ancora pochi i mutui green

Nonostante la crescita dell’edilizia in legno, i mutui per la bioedilizia sono solo lo 0,47% delle richieste      Il mercato dell’edilizia in legno sta crescendo, tanto che nel 2° Rapporto Case ed edifici in legno 2015, ...

11/01/2018

Le idee più innovative e sostenibili per un’edilizia green

Selezionate le 10 aziende internazionali finaliste allo Startup Award con prodotti innovativi capaci di coniugare edilizia, uomo e natura     Torna a Klimahouse, in programma a Bolzano 24 al 27 gennaio prossimi, Klimahouse Startup ...