IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > IV Conto Energia, Assosolare chiede chiarimenti al GSE

IV Conto Energia, Assosolare chiede chiarimenti al GSE

Lo scorso 1 giugno il Presidente di Assosolare, l'Ing. Gianni Chianetta, ha scritto al Direttore della Divisione Operativa del GSE, l'Ing. Gerardo Montanino, chiedendo chiarimenti in merito al DM 5.5.2011, al D.Lgs. 28/2011 e alle Regole tecniche per l'iscrizione al registro per il grandi impianti fotovoltaici ed evidenziando le maggiori criticità relative al IV Conto Energia.
Gianni Chianetta ha sottolineato che dubbi interpretativi, domande e criticità sono emersi a seguito di un'ampia consultazione che ha coinvolto gli Associati.
 
Molti i dubbi espressi dall'Associazione, che ha chiesto chiarimenti in merito al "Registro per i grandi impianti" per il quale la pubblicazione delle Regole tecniche non ha cancellato i dubbi degli operatori, soprattutto per quanto riguarda le tariffe incentivanti a cui si potrà accedere e le modalità di calcolo ai fini del raggiungimento dei tetti di spesa previsti. 
Inoltre Assosolare ha chiesto chiarimenti anche sul premio del 10% previsto per gli impianti il cui costo di investimento sia riconducibile per il 60% a produzione europea: "Non risulta chiara la tipologia di certificati richiesti, né i contenuti e i criteri del certificato di ispezione di fabbrica al fine di consentire il rilascio del certificato da parte di organi certificatori riconosciuti, né quali siano tali organi certificatori. Non è chiaro fin dove si spinga la definizione di componente. Se si pensa ad esempio ad un pannello, il componente è il pannello stesso o il singolo elemento costitutivo, come la cella? Se un'azienda extra UE apre una linea di assemblaggio in Italia o acquisisce un  produttore di pannelli in UE, il pannello è ammesso al premio?".
Ancora l'associazione chiede informazioni in merito a centinaia di richieste inviate prima della fine del 2010 nell'ambito del Salva Alcoa e che risultano ancora inevase: "Questo sta comportando per molti operatori difficoltà economiche ed extra costi finanziari. Senza contare il mancato incasso di incentivi e proventi derivanti dalla valorizzazione dell'energia prodotta".
 
 
 

Scarica le criticità rilevate da Assosolare

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia