IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Kyoto Club e iiSBE Italia insieme per formare gli Esperti del Protocollo ITACA

Kyoto Club e iiSBE Italia insieme per formare gli Esperti del Protocollo ITACA

Il Kyoto Club ha siglato un accordo di collaborazione con iiSBE Italia, Chapter nazionale di iiSBE (international initiative for a Sustainable Built Environment) un'organizzazione non-profit volta alla diffusione di politiche, metodologie e strumenti per la promozione di un ambiente costruito sostenibile.
iiSBE Italia agisce come unico referente nazionale per lo sviluppo dei sistemi di valutazione basati sull'SBMethod, il cui principio fondamentale è la quantificazione, attraverso un punteggio di prestazione, del livello di sostenibilità di una costruzione rispetto alla prassi costruttiva tipica della regione geografica di riferimento, definita come benchmark. SBMethod è una metodologia di valutazione multicriteria sviluppata e gestita a livello internazionale da iiSBE.
Il Protocollo ITACA è basato su SBMethod di iiSBE, scelto nel 2002 come riferimento dalle Regioni italiane. Il Protocollo ITACA quindi è uno strumento per la valutazione del livello di sostenibilità ambientale di edifici di diverse destinazioni d'uso. E' promosso dalle Regioni Italiane e gestito da uno specifico comitato (Comitato di Gestione) che oltre a rappresentanti di queste ultime e di ITACA vede la partecipazione di iiSBE Italia e di ITC-CNR.
L'accordo siglato con Kyoto Club prevede la organizzazione di Corsi di formazione in quasi tutto il territorio italiano che mirano a formare gli Esperti del processo di valutazione del Protocollo Itaca, strumento adottato da molte Amministrazioni pubbliche per accedere a meccanismi di incentivazione o finanziamento.
Il Protocollo ITACA permette di verificare la sostenibilità ambientale dell'edificio. La valutazione avviene tramite cinque aree di valutazione. Ogni area comprende un determinato numero di criteri organizzati in schede. Per ciascuna delle schede, viene definito un indicatore di prestazione, l'unità di misura, il procedimento di calcolo, la scala di prestazione, i riferimenti legislativi e normativi di riferimento. Il punteggio, riferito alla scala di prestazione, esprime il livello di sostenibilità della costruzione rispetto allo specifico criterio (da -1 a +5.). La somma dei punteggi ottenuti per le singole schede, ricalibrati secondo la pesatura attribuita ad ognuna di esse nel sistema complessivo, determina il punteggio associato a ciascuna area di valutazione. La somma dei punteggi ottenuti nelle cinque aree di valutazione determina il livello globale di sostenibilità ambientale dell'edifico.
L'accordo partirà a Roma il 26 novembre con l'organizzazione del primo corso della durata di 40 ore. Il Corso si rivolge ai professionisti del settore delle costruzioni abilitati dai propri Ordini di riferimento e che dimostrino di poter operare come certificatori energetici nelle regioni che abbiano già legiferato oppure di aver frequentato corsi abilitanti con il superamento della verifica finale o master.
Poiché organizzato a Roma affronterà con particolare attenzione il Protocollo ITACA Regione Lazio relativo agli edifici residenziali e agli edifici per il terziario relativo alla certificazione ambientale degli edifici operativo da marzo 2010, con la DGR n. 133.
Il corso prevede l'esame di verifica finale, consistente in una prova scritta e al termine del corso, sarà rilasciato, a cura iiSBE Italia, l'attestato "Esperto Protocollo ITACA - Residenziale e Terziario" e l'inserimento nell'elenco nazionale "Professionisti Esperti Protocollo Itaca".
 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia