IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > L'importanza del ritorno degli investimenti nelle costruzioni green

L'importanza del ritorno degli investimenti nelle costruzioni green

Lo scorso 26 ottobre il Festival della Scienza di Genova ha ospitato la conferenza organizzata da BAEC - consulenza globale per le costruzioni - "Il futuro Eco-nomico delle costruzioni - L'importanza del ritorno degli investimenti nelle costruzioni green", con l'obiettivo di animare il dibattito sull'edilizia green per individuare un punto di incontro tra l'esigenze ambientali/energetiche e quelle strettamente finanziarie, sensibilizzando domanda e offerta sull'importanza di innovare il processo produttivo per un'edilizia realmente sostenibile.
Dalla conferenza è emerso un nodo che deve essere sciolto per rendere sostenibile economicamente l'edilizia green e soprattutto per rilanciare il mercato immobiliare: l'extraprofitto, che oggi si dividono i proprietari dei terreni e gli immobiliaristi. Infatti, riducendo questa voce sarà possibile mettere sul mercato immobili - nuovi o ristrutturati - con elevata efficienza energetica senza aggravio di costi oggi non più sostenibili dall'acquirente, al di là della contingente contrazione del credito.
Oggi il mercato immobiliare deve fare i conti con le direttive europee che incentivano l'efficienza energetica da un lato ed il cattivo andamento economico che disincentiva gli investimenti dall'altro. "In questa situazione, immobiliaristi e proprietari dei terreni non possono più permettersi di ottenere l'impressionante extraprofitto di cui fino ad oggi hanno beneficiato" - sottolinea il Prof Alberto Pavan docente di Project Management presso la facoltà di Ingegneria del Politecnico di Milano e fondatore di BAEC - "devono decidersi a investire in efficienza energetica parte di quella fetta di profitto che risulta dalla differenza tra il prezzo naturale del prodotto (costruzione, pm sviluppo, progetto, oneri, credito, area e profitto ordinario) e il prezzo di mercato". Questa differenza ha un peso molto elevato. Dalla ricerca di BAEC risulta che ad esempio, per un appartamento del valore di 3.000€ al mq nella periferia di Milano, l'extraprofitto può pesare fino al 20%; mentre per un appartamento del centro del valore di
13.000€ al mq, superare il 40%. In sostanza, con una riduzione dell'extra si potrebbero immettere sul mercato degli immobili con un'ottima efficienza energetica senza aumentare il prezzo all'utenza finale rendendo così appetibile l'acquisto degli immobili.
"Per raggiungere questi obiettivi, ha aggiunto l'arch. Elisabetta Aiazzone, esperta di efficienza energetica Casaclima e coordinatrice della conferenza, è necessario sviluppare anche un nuovo business model coordinato da un altrettanto nuova figura professionale: l'Efficiency Manager in grado di gestire tutti i processi dalla produzione dell'energia, passando per la trasmissione e la distribuzione, alla gestione della performance degli edifici con il bilanciamento edificio-impianto, sino ai consumi finali dell'energia primaria, senza trascurare le problematiche urbanistiche come quelle finanziarie e di accesso al credito".

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
25/07/2017

Eindhoven raccoglie la sfida della sostenibilit con Nieuw Bergen

Il progetto di tetti verdi e giardini tascabili di MRVD e SDK      Eindhoven non perde un colpo in fatto di sostenibilità. Nieuw Bergen è il nome del progetto ipermoderno che ridisegna un'area di 29.000 metri ...

21/07/2017

Polo deccellenza made in Italy a Nairobi

In via di realizzazione a Nairobi un centro ospedaliero d’avanguardia realizzato in una zona green nel rispetto dell’ambiente     E’ stato presentato nei giorni scorso l’East African Kidney Institute Centre of Excellence ...

20/07/2017

Riqualificazione efficiente secondo il protocollo CasaClima R

Il progetto vincitore del concorso Viessmann 2016 per la riqualificazione energetica e il miglioramento del comfort abitativo interno di un edificio a Riccione       Lo Studio Tecnico Associato Newton è stato premiato lo ...

20/07/2017

Tour Marachre, per una banlieue a filiera corta

A pochi chilometri da Parigi l'innovativa doppia fattoria verticale autosufficiente dal punto di vista energetico.     E’ il 2015 quando a Parigi si firma l’accordo COP 21 sulla riduzione del surriscaldamento globale. Se da ...

18/07/2017

Nuovo skyline per Lodi con Torre Zucchetti

L'ormai ex Pirellino rinasce più eco-friendly che mai     In occasione della tanto attesa inaugurazione, si torna a parlare di Torre Zucchetti, la nuova futuristica impresa di Marco Visconti. Realizzato con la collaborazione di MAP ...

14/07/2017

Per le situazioni di emergenza la casa rinnovabile e autosufficiente

LIFEHAUS è un progetto che sviluppa abitazioni neutrali a basso consumo energetico e autosufficienti, partendo da materiali di riciclo.
     L'architetto libanese Nizar Haddad ha realizzato il progetto LIFEHAUS ovvero ...

13/07/2017

Piazza Gae Aulenti: il belvedere si tinge di green

piuarch vuole un tetto verde per il Porta Nuova Building.       Con un po' di ritardo rispetto ai colleghi europei, anche la capitale meneghina da qualche tempo ripensa lo sviluppo urbanistico in altezza e senza più freni. Palazzo ...

12/07/2017

Casa Smart Plus a emissioni quasi 0

Un sistema costruttivo innovativo che assicura contenimento dei consumi, risparmio in bolletta e utilizzo esclusivo di energie rinnovabili     Presentato recentemente a Casale sul Sile, in provincia di Treviso, il primo cantiere aperto Casa ...