IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Le norme ISO per ridurre l'impatto ambientale degli edifici

Le norme ISO per ridurre l'impatto ambientale degli edifici

La nuova norma ISO 21931-1:2010 ha l'obiettivo di migliorare le prestazioni degli edifici fornendo un quadro di riferimento unico sui metodi utilizzati per la valutazione del loro impatto ambientale.
Durante tutto il loro ciclo di vita, gli edifici assorbono risorse considerevoli e contribuiscono a trasformare l'ambiente.
Per comprendere e misurare la reale portata del loro impatto sull'ambiente la norma stabilisce dei metodi di valutazione che vengono utilizzati per stabilire le prestazioni ambientali degli edifici e delle parti esterne collegate.
Ma come funzionano esattamente questi metodi e come può il settore delle costruzioni immobiliari avere la sicurezza della correttezza di queste valutazioni?
Il quadro elaborato dalla norma ISO 21931-1:2010 "Sustainability in building construction - Framework for methods of assessment of the environmental performance of construction works - Part 1: Buildings" identifica e descrive gli aspetti da prendere in considerazione per sviluppare e applicare i metodi per la valutazione delle prestazioni ambientali degli edifici nuovi e di quelli già esistenti. Queste valutazioni servono a comparare le prestazioni e a monitorare i progressi verso il miglioramento e lo sviluppo sostenibile.
"Il settore delle costruzioni è responsabile del 40% delle emissioni a livello mondiale, del 40% del consumo di risorse naturali e del 40% della produzione di rifiuti" ha spiegato Jacques Lair, Presidente del sottocomitato che ha elaborato la norma . "La ISO 21931-1 è una tappa importante per ridurre l'impatto degli edifici sull'ambiente e realizzare concretamente lo sviluppo durevole nel settore delle costruzioni".
La nuova norma ISO intende colmare il gap esistente tra i metodi nazionali e sovranazionali fornendo un quadro comune per la loro espressione e si applica a tutte le fasi di un processo di costruzione al fine di assicurare che il prodotto finito sia un edificio ecologico.
La ISO 21931 è destinata ad essere utilizzata insieme alla norma della ISO 14020 relativa all'etichettatura ambientale (UNI EN ISO 14020), alla ISO 14040 (UNI EN ISO 14040) sull'analisi del ciclo di vita e alla norma ISO 15392 sui principi generali di sviluppo sostenibile nelle costruzioni.
La nuova norma è stata messa a punto nell'ambito del comitato ISO/TC 59 "Building construction" mentre a livello europeo -dove si stanno conducendo analoghi lavori- se ne occupa il comitato CEN/TC 350 "Sustainability of construction works". A livello italiano, l'organo tecnico che si interfaccia con i lavori europei e internazionali è il gruppo di lavoro UNI sulla "Sostenibilità in edilizia" che opera in seno alla Commissione "Prodotti, processi e sistemi per l'organismo edilizio".
Diffusione UNI
tel. 0270024200, fax 025515256
e-mail: diffusione@uni.com

TEMA TECNICO:

Normativa

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
20/03/2017

300 mila euro in Lombardia per la rimozione dell'amianto da edifici pubblici

Approvato dalla Giunta regionale per il finanziamento a fondo perduto per la rimozione dell'amianto dagli uffici pubblici       L'assessore all'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile della regione Lombardia Claudia Terzi in un ...

17/03/2017

L’Europarlamento approva un pacchetto ambizioso per l’economia circolare

Il parlamento europeo ha fatto approvato quattro proposte legislative che introducono nuovi obiettivi relativi al riutilizzo, il riciclaggio e lo smaltimento in discarica dei rifiuti       La proposta approvata dall'Europarlamento nella ...

17/03/2017

Proposta di legge per aumentare l'efficienza energetica nei condomini

Una proposta di legge per consentire ai condomìni di costituire un fondo di accantonamento per la realizzazione di interventi di efficienza energetica e adeguamento sismico, non ancora deliberati dall'assemblea condominiale       Lo ...

15/03/2017

Nuova VIA per rilanciare la crescita sostenibile del paese

Il CDM ha approvato la nuova disciplina su valutazione di impatto ambientale adeguandosi così alla normativa europea: semplificazione e tempi più brevi     Il Consiglio dei ministri lo scorso 10 marzo ha approvato, su proposta del ...

14/03/2017

Guida aggiornata su Ecobonus ristrutturazioni edilizie

Disponibile on line sul sito dell'Agenzia delle Entrate la "Guida Ristrutturazioni Edilizie: le agevolazioni fiscali", con le novità che interessano gli interventi di recupero del patrimonio edilizio     E' aggiornata a febbraio 2017 ...

27/02/2017

Ecobonus condomini, c'è tempo fino al 7 marzo per l'invio dei dati

Gli amministratori di condominio hanno tempo fino al 7 marzo per l’invio dei dati relativi alle spese di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico       Lo rende noto l'Agenzia delle Entrate che in un comunicato sottolinea ...

27/02/2017

La Camera dà l'ok definitivo al Milleproroghe

La Camera ha approvato in via definitiva il Decreto Milleproroghe. Le novità per l'edilizia e l'efficienza energetica      La Camera ha approvato il DL Milleproroghe (decreto-legge 30 dicembre 2016, n. 244, proroga e definizione di ...

23/02/2017

Al via dal 1 marzo le domande di contributo Nuova Sabatini per Industria 4.0

Pubblicate sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico le istruzioni per usufruire delle agevolazioni per investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti     Il MISE ha pubblicato sul proprio ...