IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Le proposte assoRinnovabili al Mise per gli incentivi alle rinnovabili non fotovoltaiche

Le proposte assoRinnovabili al Mise per gli incentivi alle rinnovabili non fotovoltaiche

Commenti e proposte dell'Associazione sul Decreto ministeriale:

Considerando che il contatore degli oneri delle FER elettriche diverse dal fotovoltaico segna 5,765 mld di €, ed è molto vicino al limite degli incentivi previsto dall’art. 3 del D.M. 6 luglio 2012, diventa ogni giorno più urgente l'emanazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico del nuovo decreto che disciplini l'incentivazione delle fonti rinnovabili diverse dal fotovoltaico.

assoRinnovabili considerando che l'intero settore, che ha generato occupazione e benefici per l'ambiente, rischia di bloccarsi  se la bozza non verrà emendata, ha inviato una lettera al Mise, individuando elementi positivi (pochi) e punti critici (parecchi) della bozza di decreto e proponendo per ognuno di essi una modifica. 

Tra gli aspetti positivi si menziona "la possibilità di accedere alle tariffe del DM 6 luglio 2012 per gli impianti che entreranno in esercizio entro un anno dall’uscita del nuovo Decreto, e riconoscimento del primo criterio di priorità per gli impianti risultati idonei ma esclusi dai Registri precedenti per esaurimento dei contingenti e ancora i principi individuati in tema di manutenzioni".

Tra i punti critici l'Associazione evidenzia l’orizzonte temporale troppo breve, solo fino al 1° dicembre 2016, "il che non permette agli operatori di programmare adeguatamente gli investimenti nelle loro imprese, peraltro aggravato dal raggiungimento che sembrerebbe ormai prossimo del tetto dei 5,8 mld di €; la riduzione dei contingenti incentivabili e il taglio drastico degli incentivi, in particolare per i piccoli impianti: fino al 40% in meno al mini eolico, fino al 18% in meno per il mini idroelettrico e fino al 17% per i piccoli impianti a biomasse e biogas".

 

Scarica le proposte di assoRinnovabili articolo per articolo per il decreto sulle rinnovabili non fotovoltaiche

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia