IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Le città italiane soffocate dallo smog

Le città italiane soffocate dallo smog

Pubblicati gli allarmanti dati sull'inquinamento delle nostre città da Legambiente che denuncia la mancanza di veri interventi sostenibili a lungo termine

 

Emergenza smog in Italia, il Report di legambiente

 

E’ una vera emergenza quella di cui parla Legambiente nel report “L’emergenza smog e le azioni (poche) in campo”, rispetto ai valori di inquinamento delle città italiane che in ogni stagione vantano ormai tristi primati per i giorni in cui vengono superati i limiti di polveri sottili che respiriamo.

I motivi come sappiamo sono diversi e dipendono dal surriscaldamento climatico ma anche dalla mancanza di reali interventi, da parte delle Regioni e dei singoli Comuni, a sostegno delle misure antismog.


A causa anche della torrida estate 2017 e di un autunno così clemente, sono 25 le città (24 delle quali si trovano nelle regioni del nord Italia, Piemonte Lombardia Veneto ed Emilia Romagna) in cui è stato superato il limite di 35 giorni di PM10.


Maglia nera a Torino, con 66 giorni di superamento di PM10, Cremona (58 giorni) e Padova (53 giorni). A Milano, città nella quale sono stati toccati i 50 giorni. il Sindaco Sala ha chiesto ai cittadini e amministratori di condominio di aspettare ad accendere gli impianti di riscaldamento.


E’ necessario, si legge nel comunicato di Legambiente, un cambiamento di prospettiva e che i Comuni programmino interventi concreti a lungo termine con piani di risanamento dell’aria, a partire soprattutto da un ripensamento dei centri urbani in particolare sofferenza.
Azioni che avrebbero già dovuto essere messe in campo considerando il piano antismog, firmato dal ministero dell’ambiente con Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte e Veneto a fine giugno. Al contrario, Piemonte e Veneto non hanno approvato la delibera stagionale di misure antinquinamento.

 

Rispetto al blocco della circolazione dei diesel Euro 2 e delle auto a benzina Euro 1, Legambiente fa notare che in molti casi, a causa della mancanza di controlli e multe, il divieto spesso non è rispettato. Un altro problema è quello del riscaldamento negli edifici pubblici e privati, visto che ad oggi un terzo delle abitazioni pare non essere a norma con l’applicazione di strumenti automatici di controllo della temperatura.

Non c’è più tempo da perdere, Legambiente ricorda che a causa del “mald’aria” in Italia ci sono più di 60mila decessi l’anno.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
20/06/2018

In che modo l'evoluzione del sistema energetico influenzerà l'esigenza di stoccaggio di energia?

L'Associazione europea per lo stoccaggio dell'energia (EASE) ha pubblicato uno studio che stima la capacità di stoccaggio necessaria per consentire all'Europa di raggiungere i propri obiettivi di decarbonizzazione.     Pubblicato da ...

12/06/2018

L'italia può arrivare al 59% di elettricità da rinnovabili entro il 2030

Un nuovo studio dell'European Climate Foundation mostra che per l'Italia le tecnologie pulite meno costose rappresentano un'opportunità capace di stimolare maggiori ambizioni in materia di clima ed energia, in linea con gli obiettivi dell'accordo di ...

11/06/2018

Gli effetti dell'economia circolare per la sostenibilità ambientale

Un innovativo studio evidenzia che l'economia circolare potrebbe consentire di mantenere il riscaldamento globale al di sotto di 2°C e ridurre le emissioni industriali dell'UE di oltre la metà entro il 2050     La ricerca ...

06/06/2018

A che punto è la transizione verso le energie rinnovabili?

Il 2017 è stato un anno record per le energie rinnovabili, grazie a riduzione dei costi, aumento degli investimenti e progressi delle tecnologie. Ma la transizione energetica non sta avvenendo abbastanza velocemente per raggiungere gli obiettivi per il ...

06/06/2018

Passivhaus Days 2018

Un'iniziativa che si svolge in tutta Europa che ha l'obiettivo di far conoscere a progettisti e utenti un nuovo modo di costruire e abitare, secondo il protocollo costruttivo Passivhaus.     Dall'8 al 10 giugno committenti e ...

05/06/2018

Approvate le norme sulla diminuzione dell'inquinamento

Approvato dal CDM del 29 maggio il decreto legislativo che promuove il raggiungimento di livelli di qualità dell’aria che non creino problemi alla salute e all'ambiente     Il Consiglio dei Ministri ha approvato lo scorso ...

05/06/2018

REBUILD 2018, l’innovazione radicale

Per decarbonizzare l’edilizia la strada è ancora lunga. Ma REbuild 2018 ha dimostrato, esperienze alla mano, che si può fare. Ma occorre vincere ancora numerose resistenze, che non appartengono solo al settore delle costruzioni del nostro ...

01/06/2018

5 giugno, giornata mondiale dell’ambiente

La Giornata mondiale dell'ambiente organizzata ogni anno delle Nazioni Unite il 5 giugno, vuole incoraggiare la consapevolezza e l'azione a livello mondiale per la protezione dell'ambiente     Come ogni anno dal 1972 il 5 giugno è la ...