IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Mappa europea per localizzare gli impianti a fonti rinnovabili

Mappa europea per localizzare gli impianti a fonti rinnovabili

Repowermap mostra la localizzazione di impianti rinnovabili e di edifici ad alta efficienza energetica

Repowermap è un’iniziativa nata in Svizzera nel 2008, realizzata da una vasta rete di organizzazioni e co-finanziata dall’Unione Europea, con l’obiettivo di promuovere le energie rinnovabili e l’efficienza energetica nel territorio europeo. Si tratta di una  mappa interattiva online, che mostra la localizzazione di impianti a fonti rinnovabili e di edifici ad alta efficienza energetica in Italia e in Europa. Soggetti pubblici e privati possono inserire liberamente e gratuitamente gli impianti ad energia rinnovabile o gli edifici ad alta efficienza energetica installati, in modo semplice e veloce, compilando un modulo online disponibile nel sito web www.repowermap.org.

Ad oggi, più di 46.000 impianti o edifici ad alta efficienza energetica sono visibili su Repowermap. Inoltre, più di 170 organizzazioni, incluse ONG e associazioni per le energie rinnovabili, oltre ad enti pubblici di livello regionale e locale, hanno integrato la mappa nel proprio sito web.

Roman Bollinger, uno dei co-fondatori dell’iniziativa e coordinatore del progetto europeo omonimo sottolinea: “L’importanza di dare visibilità ad esempi di impianti a livello locale è spesso sottostimata. Chi inserisce nella mappa un impianto a energie rinnovabili o un edificio ad alta efficienza energetica può avere una grande influenza nel motivare altri, che vivono o lavorano nei dintorni, a fare lo stesso”.

 

I numeri di REPOWERMAP

Impianti in Europa (e non solo): più di 46.000
Impianti in Italia: circa 4.600

Le tecnologie più presenti attualmente nella mappa sono fotovoltaico, idroelettrico, solare termico e biogas, ma numerosi sono anche gli impianti di energia dal legno, eolico e pompe di calore. Oltre agli edifici ad alta efficienza energetica.



Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia