IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Nel 2018 il 25% dell'energia sarà rinnovabile

Nel 2018 il 25% dell'energia sarà rinnovabile

Dossier Hera: presente e futuro delle energie rinnovabili. La situazione dell'Italia

Il Gruppo Hera ha pubblicato sul proprio sito un Dossier web, primo di una serie, dedicato alle energie rinnovabili, arricchito con video interviste, articoli, infografiche e fotogallery.
Secondo le ultime stime della Iea, l’Agenzia internazionale per l’energia, contenute nel “Renewable Energy Medium Term Market Report 2013” nel 2018 il 25% della produzione mondiale di elettricità e un decimo del fabbisogno di calore arriverà da fonti rinnovabili. Sono numeri importanti, a cui si arriverà soprattutto grazie al contributo dei paesi emergenti (Cina su tutti).  Tra il 2012 e il 2018 la generazione di energia elettrica da fonti rinnovabili crescerà a un ritmo maggiore rispetto ai 6 anni precedenti, a partire dall’energia idroelettrica seguita da solare, eolico, bioenergie, geotermia,

Gli investimenti e lo sviluppo delle rinnovabili stanno accelerando in particolare nei mercati emergenti, in cui si prevede che la domanda di energia crescerà del 60% da qui al 2035.


La situazione dell’Italia

Per quanto riguarda l’Italia il Dossier sottolinea che nel nostro paese l’80% del fabbisogno nazionale è coperto ancora da energia importata dall’estero, a fronte di una media europea del 53%. Si tratta in particolare di gas, petrolio e altri combustibili fossili, oltre ad una piccola quota di energia elettrica. Un gap che comporta una bolletta energetica estera di circa 62 miliardi annui e una bolletta energetica interna, pagata da famiglie e imprese, superiore anche del 25% rispetto al resto dell’Europa.

La Strategia Energetica Nazionale, il documento di programmazione energetica del governo che traccia la rotta per i prossimi 6 anni, ha previsto che entro il 2020 si arrivi a coprire circa il 20% dei consumi finali lordi con fonti rinnovabili, superando gli obiettivi definiti dall’Unione Europea, e di ridurre al 67% la dipendenza energetica dall’estero.

Attualmente il Paese è al terzo posto per produzione da fonti rinnovabili, dietro a Germania e Svezia, anche grazie al sistema di incentivi, che ha però determinato forti squilibri.

Il 45% dell’energia rinnovabile prodotta in Italia proviene da impianti idroelettrici, si tratta per lo più di grandi impianti, collocati soprattutto nell’Italia del Nord. Al secondo posto la fonte solare, che rappresenta un quinto della produzione rinnovabile. A seguire gli impianti eolici (14,5%), che hanno visto una crescita importante; le bioenergie (13,5%); chiude la geotermia che rappresenta il 6% della produzione rinnovabile complessiva in Italia.

Oltre al fotovoltaico, che è tra le fonti più sviluppate in Italia, altro vettore su cui sta puntando è l’idrogeno: a queste due fonti, e in parte anche all’eolico, è dedicato HEnergia, il centro di ricerca applicata sulle rinnovabili aperto da qualche mese a Forlì. Un investimento che punta al sostegno della ricerca in questo settore chiave per la sfida energetica degli anni a venire.

 

Il 70% della produzione di energia elettrica Hera è green

Solo nel 2013, circa il 70% della produzione totale di Hera (elettrica 1 TWh, termica 505 GWh) è arrivata da fonti rinnovabili o assimilate. E gli obiettivi al 2016 parlano di ulteriori incrementi. Grazie agli investimenti fatti nel tempo, gli impianti del Gruppo sono sempre più in grado di generare energia pulita, a cominciare dai biodigestori anaerobici per i rifiuti organici, fino ai termovalorizzatori, ai depuratori e al biogas da discarica.

 

Il Dossier Hera sulle energie rinnovabili è consultabile on line, sul sito della multiutility

 

Parco fotovoltaico a Marzaglia (Modena)

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
16/01/2017

Nel deserto israeliano la più alta torre solare del mondo

La torre Ashalim sarà alta 250 metri e riceverà la luce riflessa da un campo di 50.000 pannelli eliostati     E’ in costruzione nel deserto israeliano del Negev la torre solare più alta del mondo che con i suoi 250 ...

13/01/2017

Al Campus di Savona autonomia energetica e rinnovabili

Lo Smart Energy Building vanta autosufficienza energetica grazie a geotermia, fotovoltaico e movimento degli studenti       Prosegue l’impegno del Campus di Savona quale Centro di Innovazione nazionale sulle tecnologie per la Smart ...

09/01/2017

Il Milleproroghe ferma obbligo rinnovabili al 35%

Rinviato al 2018 l’obbligo della quota del 50% di utilizzo delle rinnovabili termiche nei nuovi edifici o per le ristrutturazioni rilevanti  
Il decreto Milleproroghe, pubblicato nella Gazzetta ufficiale 304 del 30 dicembre scorso, ...

23/12/2016

Nei primi 9 mesi del 2016 fotovoltaico ed eolico coprono il 14% della domanda di energia

Raggiunto da gennaio a settembre il massimo storico di produzione da eolico e solare, mentre calano in contemporanea le emissioni di CO2 e i consumi energetici     L'Enea ha pubblicato il Bollettino del Sistema Energetico Italiano dedicato al ...

21/12/2016

Il fotovoltaico più economico dell’eolico e del carbone

L’ultimo Rapporto pubblicato da Bloomberg New Energy Finance, evidenzia che il mondo green è arrivato a un punto di svolta e che i mercati emergenti stanno superando le economie forti grazie ai pannelli a basso costo.     Il ...

19/12/2016

Cala la produzione fotovoltaica nel 2016

Pubblicata dal GSE un’analisi preliminare sulla produzione fotovoltaica nei primi 9 mesi dell’anno che segna un -4.1%       Il GSE ha pubblicato l’analisi preliminare dedicata alla “Produzione fotovoltaica in Italia ...

15/12/2016

Rinnovabili in Italia in crescita, attesi lavoro e investimenti

Dal 2016 al 2020 saranno installati circa 3,7 GW di potenza aggiuntiva da fonti rinnovabili, per un investimento di oltre 7 miliardi di euro. Crescono gli occupati scendono i costi in bolletta     Il GSE ha pubblicato uno Studio sugli scenari ...

14/12/2016

Leggero calo per le nuove installazioni FER, bene il fotovoltaico

Pubblicato l'osservatorio Anie Rinnovabili: - 4% per le nuove installazioni FER rispetto al 2015, il fotovoltaico segna un + 26%     Nel complesso nel periodo gennaio-ottobre 2016 le nuove installazioni di eolico, fotovoltaico e idroelettrico ...