IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Nuova norma UNI: Sistemi di gestione per l'energia

Nuova norma UNI: Sistemi di gestione per l'energia

Circa l'80% dell'energia consumata nell'Unione europea deriva da combustibili fossili: petrolio, gas naturale e carbone. Le ricadute ambientali di questo sistema, unitamente a questioni di sicurezza e alle inevitabili implicazioni economiche, rendono essenziale un uso più razionale e una migliore gestione complessiva dell'energia, per giungere a un reale sviluppo sostenibile.
La norma EN 16001 "Energy management systems - Requirements with guidance for use" è la risposta adeguata. Una norma che rappresenta il complemento "energetico" di altri due prodotti normativi ormai affermati, la UNI EN ISO 9001 sui sistemi di gestione per la qualità e la UNI EN ISO 14001 sui sistemi di gestione ambientale.
Il documento, sviluppato dalla Task Force CEN/CENELEC TF 189 il cui coordinamento è stato affidato da UNI al Comitato Termotecnico Italiano (CTI), specifica i requisiti per un sistema di gestione dell'energia e mette in grado un'organizzazione di avere un approccio sistematico per un miglioramento continuo delle proprie prestazioni energetiche: un miglioramento che si traduce in un uso più efficiente e più sostenibile dell'energia, indipendentemente dalla sua tipologia.
La norma di per sé non definisce specifici criteri prestazionali relativi all'energia. La EN 16001 aiuterà le imprese a organizzare sistemi e processi volti al miglioramento dell'efficienza energetica: una gestione che porta a benefici economici e alla riduzione delle emissioni di gas serra.
Si tratta di un documento tecnico utile per le imprese di qualsiasi dimensione e di qualsiasi tipologia, che è in grado di adattarsi a svariate condizioni geografiche, culturali e sociali. La EN 16001 può essere adottata indipendentemente o integrarsi perfettamente con altri sistemi di gestione. Per facilitarne l'uso, la struttura della norma è simile a quella della celebre ISO 14001 (sui Sistemi di Gestione Ambientale) e segue la stessa metodologia del Plan-Do-Check-Act.
 
In pratica la nuova norma EN 16001 si applica alle organizzazioni che desiderano:

  • migliorare le proprie prestazioni energetiche in modo sistematico
  • organizzare, sviluppare, mantenere e migliorare un sistema di gestione dell'energia
  • assicurarsi che questo sia conforme alle proprie politiche energetiche dichiarate
  • dimostrare tale conformità
  • ottenere la certificazione del proprio sistema di gestione dell'energia da parte di un'organizzazione terza
  • fare una auto-valutazione e una auto-dichiarazione di conformità alla norma
Chi dovrebbe utilizzare la EN 16001?
Principalmente i manager che si occupano di energia e ambiente, gli ingegneri e i consulenti che operano nel settore e in genere figure sia pubbliche che private.
A differenza di una qualsiasi linea guida che fornisce un generico supporto per la sviluppo di un sistema di gestione per l'energia, la norma EN 16001 garantisce la possibilità di un percorso di certificazione di conformità o di auto-dichiarazione.
 
Questo l'indice dei contenuti della norma:
Foreword
Introduction
1 Scope
2 Terms and definitions
3 Energy management system requirements
3.1 General requirements
3.2 Energy policy
3.3 Planning
3.3.1 Identification and review of energy aspects
3.3.2 Legal obligations and other requirements
3.3.3 Energy objectives, targets and programme(s)
3.4 Implementation and operation
3.4.1 Resources, roles, responsibility and authority
3.4.2 Awareness, training and competence
3.4.3 Communication
3.4.4 Energy management system documentation
3.4.5 Control of documents
3.4.6 Operational control
3.5 Checking
3.5.1 Monitoring and measurement
3.5.2 Evaluation of compliance
3.5.3 Nonconformity, corrective action and preventive action
3.5.4 Control of records
3.5.5 Internal audit of the energy management system
3.6 Review of the energy management system by top management
3.6.1 General
3.6.2 Inputs to management review
3.6.3 Outputs from management review
Annex A (informative) Guidance on the use of this European standard
A.1 General requirements
A.2 Energy policy
A.3 Planning
A.3.1 Identification and review of energy aspects
A.3.2 Legal obligations and other requirements
A.3.3 Energy objectives, targets and programme(s)
A.4 Implementation and operation
A.4.1 Resources, roles, responsibility and authority
A.4.2 Awareness, training and competence
A.4.3 Communication
A.4.4 Energy management system documentation
A.4.5 Control of documents
A.4.6 Operational control
A.5 Checking
A.5.1 Monitoring and measurement
A.5.2 Evaluation of compliance
A.5.3 Nonconformity, corrective action and preventive action
A.5.4 Control of records
A.5.5 Internal audit of the energy management system
A.6 Review of the energy management system by top management
Bibliography
 
Pubblicata dal CEN il 1° luglio, la norma EN 16001 sarà adottata in ambito nazionale da UNI entro la fine dell'estate.
Si sottolinea l'importanza di questo documento che nasce proprio per facilitare il perseguimento degli obiettivi della Direttiva 2006/32/CE concernente l'efficienza degli usi finali dell'energia e i servizi energetici e recante abrogazione della direttiva 93/76/CEE del Consiglio nel cui testo di recepimento nazionale (Decreto Legislativo n. 115/08, art. 16) si fa espressamente riferimento "... all'adozione di apposita norma tecnica sui 'sistemi di gestione dell'energia' da parte di UNI-CEI, cui seguirà una procedura di certificazione per tali sistemi da approvare con successivo decreto".
Il tema della gestione dell'energia non si esaurisce con la EN 16001: in questi giorni si è chiusa l'inchiesta pubblica CEN sul prEN 15900 "Energy efficiency services - Definitions and essential requirements" - i cui lavori sono svolti da un Gruppo di Lavoro a coordinamento italiano, affidato da UNI al CTI, e sotto la supervisione della citata Task Force 189 - che si prefigge l'obiettivo di costituire un riferimento per appropriati schemi di certificazione, di accreditamento o di qualificazione per provider di servizi energetici e di fornire una guida utile sia per clienti che per fornitori di servizi di efficienza energetica.
Per completare il quadro di un programma normativo a 360° che si pone l'obiettivo di mettere a disposizione degli operatori un pacchetto completo di norme sulla gestione e l'efficienza energetica entro la fine dell'anno, a livello puramente nazionale verranno presto messi in inchiesta pubblica due progetti di norma UNI, uno relativo alle ESCO - società che forniscono servizi energetici - e uno relativo agli esperti in gestione dell'energia, meglio conosciuti come energy manager.
Entrambe le norme sono richieste dal citato articolo 16 del DLgs 115/08 che, anche in questo caso, prevede la successiva approvazione di procedure per la certificazione volontaria.

Per ulteriori informazioni
CTI - Comitato Termotecnico Italiano
www.cti2000.it/
 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
21/07/2017

Record Costa Rica con il 99,35% di elettricit da fonti rinnovabili

Nei primi 6 mesi del 2017 in Costa Rica il fabbisogno energetico è stato soddisfatto quasi esclusivamente dalle fonti rinnovabili.     Il Costa Rica, paese dell'America Centrale situato tra Nicaragua e Panama, da ormai parecchio tempo ...

20/07/2017

Per cedere le detrazioni fiscali c la piattaforma Creditswap

I benefici energetici e fiscali aumentano se si pianificano interventi più incisivi di riqualificazione. La piattaforma Harley&Dikkinson per ottimizzare l'incontro fra domanda e offerta        La Legge di Bilancio 2017 ...

20/07/2017

Tour Marachre, per una banlieue a filiera corta

A pochi chilometri da Parigi l'innovativa doppia fattoria verticale autosufficiente dal punto di vista energetico.     E’ il 2015 quando a Parigi si firma l’accordo COP 21 sulla riduzione del surriscaldamento globale. Se da ...

19/07/2017

Eco materiali per edifici pi efficienti e sani

Un progetto europeo mostra il potenziale ancora non sfruttato dei materiali ecologici naturali per migliorare la qualità interna degli ambienti     Il tema dell’efficienza energetica degli edifici è prioritario nelle ...

18/07/2017

Nuovo skyline per Lodi con Torre Zucchetti

L'ormai ex Pirellino rinasce più eco-friendly che mai     In occasione della tanto attesa inaugurazione, si torna a parlare di Torre Zucchetti, la nuova futuristica impresa di Marco Visconti. Realizzato con la collaborazione di MAP ...

14/07/2017

Il Sud Italia brucia, i danni per lambiente forse irreparabili

Una tragedia per la biodiversità, per lo più opera di piromani, con danni ancora non quantificabili per il territorio e gravi conseguenze per l’economia e le aziende     Dal Lazio fino alla Sicilia, il Sud Italia in questi ...

13/07/2017

Cresce il comparto delle case in legno, belle ed efficienti

Nel 2015 una casa su 14 in legno, Italia al 4° posto in Europa, il made in Italy sempre più apprezzato anche all'estero     Il Centro Studi Federlegno Arredo Eventi ha presentato il 2° Rapporto Case ed Edifici in Legno che mostra ...

13/07/2017

Piazza Gae Aulenti: il belvedere si tinge di green

piuarch vuole un tetto verde per il Porta Nuova Building.       Con un po' di ritardo rispetto ai colleghi europei, anche la capitale meneghina da qualche tempo ripensa lo sviluppo urbanistico in altezza e senza più freni. Palazzo ...