IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Nuove Guide Enea su schermature solari e caldaie a biomassa

Nuove Guide Enea su schermature solari e caldaie a biomassa

Procedure da seguire e documentazione per beneficiare delle detrazioni del 65%

Sono on line sul sito dell'Enea due interessanti vademecum dedicati agli interventi agevolati di riqualificazione energetica introdotti dalla legge di Stabilità 2015 su schermature solari e caldaie a biomassa.

Per usufruire della detrazione fiscale del 65%, che è prevista per le riqualificazioni energetiche effettuate sia nelle singole abitazioni sia nelle parti comuni dei condomìni, le spese devono essere sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2015 e l'invio della documentazione a ENEA (attraverso il portale "finanziaria 2015") deve avvenire entro i 90 giorni successivi alla fine dei lavori.


Per quanto concerne le schermature solari il valore massimo della detrazione è di € 60.000,00 e la Guida ricorda che devono essere:

  • a protezione di una superficie vetrata;
  • applicate in modo solidale con l’involucro edilizio e non liberamente montabili e smontabili dall’utente;
  • possono essere applicate, rispetto alla superficie vetrata, all’interno, all’esterno o integrate;
  • possono essere in combinazioni con vetrate o autonome (aggettanti);
  • devono essere mobili;
  • devono essere schermature “tecniche”;
  • per le chiusure oscuranti (persiane, veneziane, tapparelle, ecc.), vengono considerati validi tutti gli orientamenti ;
  • per le schermature non in combinazione con vetrate, per esempio le tende esterne, vengono escluse quelle con orientamento NORD

Scarica il vademecum Schermature solari

 

Per quanto riguarda le caldaie a biomassa, le novità riguardano la semplificazione dei requisiti per beneficiare delle detrazioni nel caso di sostituzione o integrazione di un impianto già in funzione o di nuova installazione in edifici già esistenti. Il rendimento utile nominale minimo dell'impianto deve essere non inferiore all'85% e il valore massimo della detrazione è di € 30.000,00.  Inoltre, occorre dotarsi di un attestato di rispondenza dell'impianto ai requisiti previsti redatto da un tecnico abilitato (ingegnere, architetto, geometra o perito iscritto al proprio Albo professionale).

 

Scarica il vademecum Caldaie a Biomassa

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia