Advertisement Advertisement
IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Nuovo polo "green" per Samp a Bentivoglio

Nuovo polo "green" per Samp a Bentivoglio

Nuovo polo "green" per la Samp spa, una delle aziende del gruppo Industriale Maccaferri di Bologna, operante a livello nazionale e internazionale nel settore metalmeccanico. Una location completamente rinnovata, situata nella zona produttiva di Bentivoglio, è stata progettata interamente da Tecnopolis, società che si occupa di servizi integrati di ingegneria e architettura.
Linearità delle forme, semplicità ed essenzialità dell'architettura, colori sobri: queste le caratteristiche principali del nuovo complesso edizilizio firmato Tecnopolis.
Lo spazio è ricco di colore grigio nelle sue varie tonalità (con un richiamo esplicito all'acciaio, che è la materia prima di eccellenza nel ciclo produttivo aziendale e colore dal significato sociale). Le differenze dei fabbricati sono sottolineate da diverse tipologie di facciate. La struttura nel suo complesso si sviluppa soprattutto longitudinalmente, con l'asse maggiore orientato secondo la direttrice sud-est, seguendo una disposizione funzionale allo stabilimento di produzione, organizzato nelle tre divisioni, e dalla palazzina uffici, collocata sulla testata dello stabilimento verso l'autostrada e quindi sul fronte del lotto con la massima visibilità.
Lo stabilimento di produzione è organizzato su una pianta perfettamente rettangolare in cui sono collocate planimetricamente in successione le tre divisioni in cui è strutturata la produzione (Samp Utensili, Samp Ingranaggi, Samp Sistemi); in posizione baricentrica ai tre reparti sono collocati gli ingressi dall'esterno e i locali a servizio del personale addetto. Tutti gli spazi a servizio del personale (servizi e spogliatoi, mensa, aree di sosta, ecc.) sono stati dimensionati e progettati su un numero di addetti superiore a quello attuale, che quindi tiene conto di un possibile aumento di personale, questo in quanto la potenzialità edificatoria dell'area non è stata utilizzata in toto, il complesso industriale gode infatti di una ampli abilità pari a circa 4000 mq.
Sulla testata verso l'autostrada è posizionata la palazzina che ospita gli spazi direttivi, amministrativi e gestionali dell'attività produttiva; organizzata su tre piani fuori terra, è collegata allo stabilimento di produzione attraverso uno show-room integrato nell'atrio di ingresso a doppio volume; al piano terra è stata inoltre realizzata la mensa a servizio di tutta la struttura industriale, in grado di servire 320 pasti organizzati su 3 turni.
Grande attenzione è stata dedicata, in sede di progettazione e di realizzazione del complesso  industriale, al contenimento dei consumi energetici ed alla conservazione dell'ambiente. Sia la palazzina uffici che lo stabilimento sono rivestiti da una facciata ventilata con elevati valori di termo coibenza, gli infissi installati sono del tipo basso-emissivo con profilo a taglio termico e sono protetti da frangisole esterni contro l'irraggiamento diretto, in larga parte dello stabilimento il riscaldamento degli ambienti è ottenuto con un impianto a pannelli radianti a bassa temperatura a pavimento che garantisce migliori rendimenti a fronte di significativi risparmi in termini di consumo di energia, l'acqua calda per l'uso sanitario è prodotta autonomamente con un impianto a pannelli solari termici.
Sul coperto dello stabilimento è stato installato un impianto per la produzione di energia elettrica costituito da pannelli fotovoltaici integrati alla copertura in shed.
L'impianto fotovoltaico ha una potenza totale pari a 781,660 KWp, e funziona in parallelo alla rete utente di distribuzione dell'energia elettrica di media tensione; è costituito da 4.114 moduli fotovoltaici, ognuno dei quali è composto da 54 celle a silicio policristallino. La struttura di sostegno dei moduli è costituita da un telaio in elementi di alluminio, fissato a sua volta ad elementi solidali al rivestimento della copertura in lamiera grecata.
L'impianto, dotato di sistema elettronico di inseguimento di massima potenza, dispone anche di dispositivi di blocco del sistema in caso di avaria della rete di uscita, di protezione interna da sovraccarichi e cortocircuiti, di avviamento/arresto automatico in caso di carico minimo. Grazie alle numerose attenzioni progettuali di Tecnopolis e le tecnologie adottate, il complesso industriale Samp ha ottenuto la classe A di certificazione energetica.
Numeri del progetto:
- la superficie del lotto assomma è di circa 70.000 mq
- il complesso edilizio realizzato è costituito dallo stabilimento di produzione di circa 19.000 mq di superficie e dalla palazzina uffici di 3.500 mq, che si sviluppa su 3 piani fuori terra,
- la superficie coperta complessiva di circa 20.000 mq.
- A servizio dell'insediamento sono stati realizzati 3.500 mq di parcheggi pubblici e 4.300 mq di parcheggi privati, a fronte di circa 29.000 mq di aree destinate a verde.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
12/06/2018

L'italia pu arrivare al 59% di elettricit da rinnovabili entro il 2030

Un nuovo studio dell'European Climate Foundation mostra che per l'Italia le tecnologie pulite meno costose rappresentano un'opportunità capace di stimolare maggiori ambizioni in materia di clima ed energia, in linea con gli obiettivi dell'accordo di ...

11/06/2018

Ecolibera, un nuovo progetto immobiliare che fa risparmiare

Ecolibera è un concetto di casa come organismo autosufficiente, capace di sfruttare il sole per produrre energia domestica e per la mobilità elettrica, cibo e acqua calda necessari al supporto vitale di chi la abita. Ecolibera è la tappa ...

11/06/2018

Gli effetti dell'economia circolare per la sostenibilit ambientale

Un innovativo studio evidenzia che l'economia circolare potrebbe consentire di mantenere il riscaldamento globale al di sotto di 2°C e ridurre le emissioni industriali dell'UE di oltre la metà entro il 2050     La ricerca ...

06/06/2018

A che punto la transizione verso le energie rinnovabili?

Il 2017 è stato un anno record per le energie rinnovabili, grazie a riduzione dei costi, aumento degli investimenti e progressi delle tecnologie. Ma la transizione energetica non sta avvenendo abbastanza velocemente per raggiungere gli obiettivi per il ...

06/06/2018

Passivhaus Days 2018

Un'iniziativa che si svolge in tutta Europa che ha l'obiettivo di far conoscere a progettisti e utenti un nuovo modo di costruire e abitare, secondo il protocollo costruttivo Passivhaus.     Dall'8 al 10 giugno committenti e ...

05/06/2018

Approvate le norme sulla diminuzione dell'inquinamento

Approvato dal CDM del 29 maggio il decreto legislativo che promuove il raggiungimento di livelli di qualità dell’aria che non creino problemi alla salute e all'ambiente     Il Consiglio dei Ministri ha approvato lo scorso ...

05/06/2018

REBUILD 2018, linnovazione radicale

Per decarbonizzare l’edilizia la strada è ancora lunga. Ma REbuild 2018 ha dimostrato, esperienze alla mano, che si può fare. Ma occorre vincere ancora numerose resistenze, che non appartengono solo al settore delle costruzioni del nostro ...

01/06/2018

5 giugno, giornata mondiale dellambiente

La Giornata mondiale dell'ambiente organizzata ogni anno delle Nazioni Unite il 5 giugno, vuole incoraggiare la consapevolezza e l'azione a livello mondiale per la protezione dell'ambiente     Come ogni anno dal 1972 il 5 giugno è la ...