IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Pesante calo per la domanda di elettricità. Giù il fotovoltaico

Pesante calo per la domanda di elettricità. Giù il fotovoltaico

On line il rapporto mensile di Terna, in calo la domanda di energia, scende il fotovoltaico. Eolico, idrico e geotermico in crescita.

 

 

Terna, azienda che gestisce la rete elettrica nazionaleha pubblicato il rapporto mensile che traccia un quadro negativo della domanda di energia elettrica che, nel mese di giugno, è scesa del 3,5% rispetto allo stesso mese del 2015, dato che diventa del 4,1% considerando che nel 2016 c'è stata una temperatura media mensile inferiore di quasi un grado centigrado rispetto a giugno del 2015 con lo stesso numero di giorni di lavoro.

 

Nel complesso la richiesta di energia elettrica è stata di 25,3 miliardi di kWh, la domanda è stata soddisfatta per l’88,1% con produzione nazionale e per l'11,9% dal saldo dell’energia scambiata con l’estero.

 

Per quanto riguarda le fonti rinnovabili risultano in crescita le fonti di produzione geotermica (+4,8%), idrica (+9,3%) ed eolica (+14%); in flessione le produzioni termica (-7%) e fotovoltaica (-14,7%). A giugno il solare, con 2.576 GWh, ha coperto il 10,2% della domanda complessiva di energia. 

 

Dettaglio fonti energetiche rinnovabili

 

Nel primo semestre del 2016 la domanda di energia elettrica con 151.005 GWh fa segnare una flessione del 2% rispetto ai valori del corrispondente periodo del 2015; a parità di calendario il risultato è -2,6%. Se il termoelettrico è stabile, si segnala la crescita dell’eolico (+13,9%) e il calo della produzione da fotovoltaico che perde il -13,1%.

 

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia