IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Piattaforma europea online per aiutare gli urbanisti a raggiungere l'efficienza energetica

Piattaforma europea online per aiutare gli urbanisti a raggiungere l'efficienza energetica

Il Progetto PLEEC finanziato dalla UE è una risorsa che aiuta le città a diventare più intelligenti ed energeticamente efficienti

 

Considerando che un obiettivo chiave della strategia 20-20-20 dell’UE è quello di migliorare l’efficienza energetica del 20% entro il 2020, è necessario che, al di là delle strategie dei singoli paesi, venga sviluppata una pianificazione strategica coordinata che garantisca un impatto sostenibile a lungo termine nei paesi dell’Unione.


Nell’ambito del progetto finanziato dall’UE PLEEC (Planning for Energy Efficient Cities), che si è ufficialmente concluso alla fine di marzo 2016, è stata sviluppata da alcuni ricercatori una piattaforma online particolarmente utile per gli urbanisti, perché offre loro informazioni per aiutarli a realizzare i propri piani d’azione per l’efficienza energetica (PAEE) e raggiungere gli obbiettivi climatici dell’UE.

 

Attraverso la piattaforma vengono condivise le esperienze di sei partner del progetto che hanno sviluppato i propri PAEE, grazie al lavoro partecipato durato tre anni, ovvero Stoke-on-Trent nel Regno Unito, Eskilstuna in Svezia, Santiago de Compostela in Spagna, Turku e Jyväskylä in Finlandia e Tartu in Estonia.
Si tratta di uno strumento importante che aiuterà altre città a contribuire al raggiungimento degli obbiettivi dell’UE in materia di efficienza energetica, la piattaforma infatti fornisce un’assistenza passo dopo passo ad altri soggetti su come realizzare il PAEE, quali partner coinvolgere a livello politico e amministrativo, come destinare le risorse, secondo quali priorità.  


I sei PAEE già sviluppati sono stati realizzati a partire dall’analisi relativa “alla città intelligente” con l’identificazione delle “risorse” e delle “carenze” più significative nelle prestazioni dell’efficienza energetica di ciascuna città. Successivamente è stata effettuata un’analisi comparativa tra i settori chiave. In questo modo sono state identificate le città con profili simili, con la possibilità di condividere le buone pratiche. 

Naturalmente per realizzare un buon PAEE è poi necessario tener conto delle singole specificità nelle differenti città, le  azioni non possono essere semplicemente copiate da una città all’altra, grazie però alla condivisione delle esperienze le città possono più facilmente identificare il proprio percorso verso un futuro più efficiente dal punto di vista energetico. 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
18/01/2017

La rinnovabili sempre più competitive, il futuro è green!

Come le rinnovabili possono decarbonizzare il settore energetico, grazie alla diminuzione dei costi, innovazione tecnologica e politiche efficienti     Irena, l’agenzia internazionale per le energie rinnovabili, ha presentato il nuovo ...

18/01/2017

Nuove tipologie abitative a Made

Come stanno cambiando le abitudini e i comportamenti delle persone rispetto ai consumi, al lavoro, alla sostenibilità e alla casa? Scopriamolo a Milano dall'8 all'11 marzo 2017.   MADE expo, una delle più importanti manifestazioni ...

17/01/2017

Dalla diffusione della micro-cogenerazione benefici economici e ambientali

Uno studio pubblicato dalla società Althesys analizza i benefici a livello economico, di risparmio energetico e diminuzione delle emissioni in ambiente che deriverebbero dalla crescita della microcogenerazione       La ...

17/01/2017

Lo smog soffoca le città italiane

L'ultimo Report di Legambiente lancia l'allarme, sono 32 le città in cui è stata superata la soglia di polveri sottili consentita dalla legge. Serve un piano nazionale che aiuti gli amministratori a intervenire ...

12/01/2017

Al via i progetti di riqualificazione dell'illuminazione pubblica in provincia di Teramo

La prima fase del progetto Paride coinvolge più di 19.400 punti luce, con un risparmio energetico medio di oltre il 65%, in sette comuni della provincia di Teramo     PARIDE è uno dei sette progetti approvati dalla ...

09/01/2017

Riqualificazione energetica degli immobili della Pubblica Amministrazione

Ministero dello Sviluppo economico e Agenzia del Demanio hanno firmato la convenzione che porterà alla riqualificazione di 63 edifici della PA   Grazie alla firma della convenzione tra Ministero dello Sviluppo Economico e Agenzia del Demanio, ...

05/01/2017

Crescono le rinnovabili, diminuisce la dipendenza energetica

L'Istat ha pubblicato l'edizione 2016 dell’Annuario statistico italiano che traccia una fotografia dei principali settori in Italia, tra cui ambiente ed energia.     L’Istat ha pubblicato l’edizione 2016 dell’Annuario ...

23/12/2016

Nei primi 9 mesi del 2016 fotovoltaico ed eolico coprono il 14% della domanda di energia

Raggiunto da gennaio a settembre il massimo storico di produzione da eolico e solare, mentre calano in contemporanea le emissioni di CO2 e i consumi energetici     L'Enea ha pubblicato il Bollettino del Sistema Energetico Italiano dedicato al ...